A cura di Cristian – Buongiorno a tutti e benvenuti in una nuova puntata delle Recensioni Musicali. Grazie a tutti per il seguito che ha avuto e sta ancora avendo questa rubrica nel blog e un ringraziamento speciale allo staff che mi dà sempre occasione per scrivere e curare questa rubrica. Per chi si fosse “connesso” ora ed è la prima volta che legge una mia recensione spero che possa seguire con piacere ed affetto questa rubrica anche nelle prossime puntata. Ma bando alle ciance… andiamo subito a scoprire chi è l’artista che andremo a recensire oggi!

La protagonista della recensione di oggi è la cantante siciliana Levante, al secolo Claudia Lagona. Metto subito le mani avanti sul fatto che io stimi moltissimo questa cantante e che nutro sempre ottime aspettative su ciò che propone sia nella musica che nei testi (che per quanto controversi o pieni di ogni senso logico hanno un suo perché).

Nata nel 1987 a Caltagirone (Catania), viene conosciuta dai più durante il primo singolo Alfonso(noto per la frase “Che vita di merda”) e durante la sua partecipazione al Coca Cola Summer Festival nella categoria Big con la canzone “Ciao per sempre” nel 2014.

Nel tempo ha avuto modo di affiancare molti artisti come Max Gazzè, I Negramaro (aprendo per entrambi i concerti dei loro tour) e duettando sulle note di Assenzio con il duo Ax e Fedez e Stash dei Kolors

Con “Nel Caos di stanze di stanze stupefacenti” siamo al 3° album in studio in cui,e finalmente aggiungerei, è uscita fuori una nuova Levante con sonorità diverse e testi particolari (ma sempre controversi).

Il progetto è partito lo scorso febbraio con il singolo “Non me ne frega niente” e sta continuando con il duetto con Max Gazzè (Pezzo di me) pubblicato qualche mese fa. Sempre lo stesso progetto sarà affiancato nei prossimi mesi dalla partecipazione di Levante in giuria ad X-Factor 2017.In bocca al lupo Claudia!

Le Tracce

Caos (Preludio) – Voto 9 : Una traccia intensa nuova di pochi minuti che rappresenta il distacco netto con gli altri album

1996 La stagione del rumore – Voto 7 : Traccia ritmata con nuove sonorità e molto commerciale

Io ti maledico – Voto 7 : Svolta pop e commerciale anche nella terza traccia.Ballata perfetta con un testo perfetto

Non me ne frega niente (singolo) Voto 6 : Dico la verità a me questa traccia non mi ha entusiasmato tantissimo quando fu pubblicata come singolo. Non cozza moltissimo nel progetto

IO ero io – Voto 9 : E’ al livello della traccia di apertura. Una ballata capolavoro! Non ho nulla da aggiungere

Gesù Cristo sono io – Voto 8 : Titolo provocatorio per una traccia molto commerciale che resta in testa sin dai primi secondi. CHAPEAU!

Diamante – Voto 5 : Non aggiunge nulla e non toglie nulla.Traccia tappabuco

Pezzo di me (feat. Max Gazzè) – Voto 8 : Testo molto controverso ma bellissima e sublime. Le voci di Max e Claudia stanno molto bene insieme.La traccia è adattissima al periodo

Santa Rosalia – Voto 5 : Levante gioca con le parole stavolta ma sta allo stesso livello di Diamante.

Le mie mille me –Voto 8 : Pezzo molto rock e sublime. Traccia di cui non si può fare a meno

Sentivo le ali – Voto Voto 5 : Stesso motivo di Diamante e Santa Rosalia

Di tua bontà – Voto 6 : Pezzo finale molto commerciale che chiude il disco. Non aggiunge e non toglie nulla

Analisi Finale

Il Disco per intero rappresenta una svolta inedita per Levante unito al fatto di arrivare forse a più pubblico possibile complice anche la sua partecipazione a X-Factor 17. La svolta Pop è presente e pressante nell’album ma lo stesso progetto non fa a meno di vecchie Levanti o pezzi capolavoro o entrambi nella stessa traccia (esempio la prima traccia). I testi sono molto rinnovati rispetto ai precedenti lavori e la sonorità di Faini la fanno da padrone per tutto l’intero album.

Per me il voto finale è 8

Ditemi la vostra se conoscete Levante come cantante in generale e/o avete ascoltato il Caos di Stanze Stupefacenti. Statemi bene!

Noi ci leggiamo alle prossime puntate. Ciao a tutti!

13 Comments