FESTIVAL DI SANREMO – IL DIRETTORE DI RAI1, ANDREA FABIANO, A “LA STAMPA”: “IN FUTURO LOCATION PIÙ AMPIA”. MOSSA PER CONVINCERE PAOLO BONOLIS?

SANREMO POTREBBE CAMBIARE CASA

Archiviato a febbraio il Festival di Sanremo 2017, si pensa già ad organizzare la kermesse del prossimo anno. I lavori sono già iniziati e si pensa altresì di farli in grande e con novità clamorose. Oltre al classico toto-conduttore, è partito anche il toto-scenario, ovvero in quale location di Sanremo verrà ospitata la 68 ^ edizione del più grande evento musicale italiano. Di fatti, dopo 66 anni, il teatro Ariston potrebbe congedarsi e non mostrarsi come fiore all’occhiello della manifestazione. Perché tutto questo?

FESTIVAL DI SANREMO – IL DIRETTORE DI RAI1, ANDREA FABIANO, A “LA STAMPA”: “IN FUTURO LOCATION PIÙ AMPIA”. MOSSA PER CONVINCERE PAOLO BONOLIS?

La risposta sarebbe delle più incredibili. In un’intervista rilasciata ieri al quotidiano torinese “La Stampa”, il direttore di Rai1, Andrea Fabiano, ha aperto all’ipotesi di un cambiamento dello scenario in cui si starebbe valutando con i vertici del comune sanremese quale area scegliere per il dopo Ariston. “La città di Sanremo è d’accordo sull’idea di spostare la manifestazione in un luogo più ampio. Ci arriveremo. Magari non l’anno prossimo, ma è il futuro”, ha dichiarato il numero uno della rete ammiraglia di Viale Mazzini.

FESTIVAL DI SANREMO – IL DIRETTORE DI RAI1, ANDREA FABIANO, A “LA STAMPA”: “IN FUTURO LOCATION PIÙ AMPIA”. MOSSA PER CONVINCERE PAOLO BONOLIS?

Ma i colpi di scena non sarebbero finiti qui. Recentemente, Paolo Bonolis, si sarebbe reso disponibile a tornare alla conduzione del Festival di Sanremo, purché la location fosse diversa dall’Ariston. È un tentativo di Fabiano per convincere il presentatore romano o solo una semplice coincidenza?

FESTIVAL DI SANREMO – IL DIRETTORE DI RAI1, ANDREA FABIANO, A “LA STAMPA”: “IN FUTURO LOCATION PIÙ AMPIA”. MOSSA PER CONVINCERE PAOLO BONOLIS?

24 Comments

24 comments on “FESTIVAL DI SANREMO – IL DIRETTORE DI RAI1, ANDREA FABIANO, A “LA STAMPA”:
“IN FUTURO LOCATION PIÙ AMPIA”.
MOSSA PER CONVINCERE PAOLO BONOLIS?”

  1. Per aggiungere qualcosa, il discorso è venuto fuori dopo che Fabiano e altri dirigenti hanno assistito dal vivo all’Eurovision di quest’anno. E Bonolis stesso si ispirava all’Eurovision per una nuova visione di Sanremo.

  2. Io non sono assolutamente d’accordo. Va bene rinnovare e stare al passo coi tempi, ma l’Ariston è un elemento SACRO del Festival di Sanremo che non va toccato.

  3. L’ariston è arrivato nel 78, per 39 edizioni su 67.
    Prima l’elemento inviolabile e sacro era il casinò.
    Quando il festival fu spostato ad arma di Taggia per lavori all’ariston il pubblico nemmeno se ne accorse…

  4. Io sinceramente queste dichiarazioni non le capisco bene : cioè pensano alla 69* edizione, senza sapere ancora nulla sulla 68*?
    E poi quale sarebbe la struttura? L’ex “Palafiori”?

  5. Sante, lo chiedo a te perché sai tutto su Sanremo.
    Ricordo che un anno il Festival cambiò location (magari è la stessa occasione di cui parli) e molti cantanti lamentavamo una pessima acustica nel teatro

  6. Sulla questione cambio teatro, non sono per nulla d’accordo con Giubor.
    Dopo quasi 40 anni in cui hai fatto ogni tipo di scenografia adattata alla struttura dell’Ariston, se vuoi dare una nuova impronta al Festival hai l’obbligo di cambiare struttura per mostrare al mondo che anche da noi, grazie ai nostri bravissimi scenografi, puoi fare grandi cose.
    Aria nuova

  7. Sì, nel 90 perché l’ariston era in ristrutturazione.
    Ma la colpa non fu della location, ma del fatto che non era completata. C’erano aree ancora coperta da teloni di cellophane, non c’era riscaldamento, l’orchestra di messa molto distante dai cantanti, ed era l’anno del ritorno.
    Ma da casa questi problemi non si avvertirono

  8. Semplicemente non fanno in tempo a cambiare e adattare una location per il 2018, così si fanno avanti e tastano il terreno.

    Potrebbe anche essere che con una location già pronta e di dimensioni sufficienti possano decidere di lasciarci vincere all’esc senza boicottaggi vari, come solo loro sanno fare.

  9. Ma se veramente dovesse succedere c’è ne accorgeremmo solo noi appassionati di televisione. Sai quanto se ne frega la gente da casa se il festival va in onda dall’Ariston o no

  10. Sì, però ancora non è esattamente chiaro se la struttura va trovata intorno a Sanremo (tenendo così il marchio legato alla città ), oppure trasferirlo in una grande metropoli, perdendo però quel fascino e allure che la città dei fiori davano.
    E in tutto questo mancano “solo” 9 mesi alla nuova edizione e ancora non si sa chi la dovrà condurre!

  11. Certo, sono d’accordo col pensare sul lungo periodo, ma resta che quest’anno l’edizione in arrivo, per ora sembri in alto mare.
    Speriamo, entro fine mese di scoprire, almeno chi sarà a condurlo!

  12. Cioè il teatro 5 (quello di Fellini ) dove hanno anche l’ultimo show di Fiorello?
    Se fosse a Roma il più adatto sarebbe l’Auditorium della Conciliazione (ultimi Telegatti e Concerto di Natale ).

  13. Stanno parlando anche con il comune, quindi sarà una struttura della città. Nell’articolo è detto.

  14. Much ado about nothing.
    Per ora l’Ariston resterà a Sanremo…poi si vedrà…
    Alla fine non ci vedo niente di così scandaloso nel voler cambiare la location.

  15. Dal 51 al 76 al salone delle feste del casinò di Sanremo, dal 77 all’ 89 all’ Ariston, nel 90 al palafiori valle ormea nei pressi di arma di taggia e dal 91 di nuovo all’Ariston…

  16. Ok, ricordavo bene. Grazie.
    Ricordo l’accaduto perché nelle interviste tanti artisti lamentavano grossi problemi di acustica

  17. Anch’io sono d’accordo nello spostare il Festival dall’Ariston anche perchè non so se lo pensate anche voi ma nonostante gli aggiustamenti o aggiunte la scenografia sembra sempre simile a se stessa salvo giochi di colore diversi
    A me piacque molto quello della Clerici e Morandi…gli altri lasciano a desiderare

Comments are closed.