PALINSESTI RAI AUTUNNO 2017: TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE (E CHE GIÀ SAPPIAMO) +++POST AGGIORNATO CON RIASSUNTI RAI 1, RAI 2, RAI 3+++

28 giugno: questa la data fissata per la presentazione milanese dei palinsesti autunnali Rai. E’ proprio ieri che la Tv di Stato ha scoperto le sue carte (nonostante tante – o forse proprio tutte le news più rilevanti – siano già state svelate e trapelate nei giorni precedenti, tant’è che la presentazione è apparsa per certi versi inutile e interessante solo nel cercare di vedere sciogliersi i vari nodi in merito alle polemiche e indiscrezioni dell’ultimo minuto) e ha messo in tavola quelle che delineeranno il corso delle quattro reti principali e generaliste dell’azienda nella prossima stagione 2017-2018: Rai 1, Rai 2, Rai 3, Rai 4Scopri tutto cliccando dopo il salto!

Anche noi di BubinoBlog abbiamo naturalmente seguito, nell’apposito spazio commenti di questo articolo, la conferenza stampa vista in diretta streaming sul sito ufficiale dell’Ufficio Stampa Rai dopo le ore 12:00, presieduta dal neodirettore generale Mario Orfeo e dai direttori di rete delle sopracitate emittenti (Andrea Fabiano per Rai 1, Ilaria Dallatana per Rai 2, Daria Bignardi, per Rai 3 e Angelo Teodoli per Rai 4).

E tramite le loro dichiarazioni e con l’aiuto del ben più dettagliato materiale fornito sempre dall’Ufficio Stampa Rai, eccovi riportate le varie notizie e info emerse in merito a ciascuno dei tre canali primari per l’autunno 2017:

RAI 1

Daytime

Cambiano i titoli e vengono ricollocati i volti, in sostanza non mutano i programmi e gli appuntamenti di sempre. Da sottolineare:

  • Benedetta Rinaldi affianca Franco Di Mare a UnoMattina, prendendo il posto di Francesca Fialdini. Quest’ultima viene promossa alla conduzione de La vita in diretta con Marco Liorni;
  • Lo slot che va dalle ore 11 alle 12, affidato alla confermata Elisa Isoardi, si incentra tutto su alimentazione e salute, cambiando titolo in Buono a sapersi – A tavola in salute;
  • Storie vere diventa Storie italiane ed Eleonora Daniele conquista un’appendice pomeridiana del suo programma al sabato (dal 16/9 alle 16:45);
  • Torto o ragione – Il verdetto finale viene sostituito da un nuovo quiz pomeridiano intitolato Zero e lode, in onda dalle ore 14;

Due produzioni si succederanno all’apertura del daytime del sabato pomeriggio, dalle ore 14: la seconda edizione di Fan Car-Aoke (dal 16/9) con il nuovo ”autista” Andrea Perroni, e in seguito (dall’11/11) la novità Dimmi di te, dove il cantautore Niccolò Agliardi tramuterà storie vere di giovani ragazzi in brani che verranno interpretati da grandi artisti della musica italiana.

Il pomeriggio della domenica, improvvisamente orfano de L’arena di Massimo Giletti, vede il ritorno del marchio storico di Domenica in (dall’1/10) nella fascia post-prandiale, con un conseguente ri-allungamento della durata del contenitore. Alla guida Cristina Parodi, che dalle 17:45 per 6 settimane, lascerà prima spazio a Bebe Vio con il suo La vita è una figata, dove la schermitrice e campionessa paralimpica incontrerà in un loft personaggi famosi e coetanei millennials con storie straordinarie per chiacchierare e scambiare confidenze sulla propria vita; mentre dalle 17:05 per altre 4 settimane il posto verrà ceduto alla sessantesima edizione dello Zecchino d’Oro (dal 19/11).

Prima serata

Per quanto concerne l’intrattenimento, non mancheranno le serate evento a far da padrone nel genere. Le seguenti:

  • Pavarotti & Friends, con Carlo Conti (6/9);
  • Serata Andrea Bocelli ed Elton John, con Milly Carlucci (15/9);
  • Un, due, tre… Fiorella!, con Fiorella Mannoia (23-30/12);
  • Serata Roberto Bolle (2/12);
  • Sanremo Giovani
  • Telethon Charity Show (16/12);
  • Panariello sotto l’albero 2, con Giorgio Panariello (18-19/12);

Spicca il passaggio di rete di Fabio Fazio, particolarmente vituperato e discusso da settimane per il suo contratto, che approda sull’ammiraglia con il suo Che tempo che fa (dal 24/9) che va a prendersi l’access e il prime time della domenica, lasciando intatti giorno e collocazione dell’ex format di Rai 3.

Carlo Conti, ieri grande assente nella platea dell’Università di Milano, aprirà la sua stagione dall’Arena di Verona (il 6/9) con il già citato sopra rifacimento dell’evento musicale Pavarotti & Friends, a 10 anni dalla scomparsa del grande tenore; gli impegni proseguiranno con la settima edizione di Tale e quale show (dal 22/9) al venerdì – di cui due puntate si sposteranno al sabato (7/10 e 11/11), a causa di partite di calcio – e infine con uno speciale in prima serata per festeggiare i 60 anni dello Zecchino d’Oro (8/12), della cui edizione il conduttore è anche Direttore Artistico.

Menzione speciale anche per Soliti ignoti con Amadeus che, dopo il ritorno primaverile ben accolto dal pubblico, viene confermato dopo il Tg1 (dal 25/9) e abbinato alla Lotteria Italia, sbarcando quindi in prima serata con due puntate speciali: la serata conclusiva della maratona Telethon (23/12) e quella storica dell’Epifania (6/1).

Questi invece i titoli del settore FICTION:

  • Scomparsa 
  • Sotto copertura 2
  • Provaci ancora Prof! 7
  • Sirene
  • Romanzo famigliare
  • La strada di casa
  • Il commissario Montalbano
  • E’ arrivata la felicità 2
  • Il capitano Maria
  • Il paradiso delle signore 2
  • Don Matteo 11
  • Principe libero (miniserie)
  • Due soldati (tv movie)
  • In arte Nino (tv movie)
  • La musica del silenzio (tv movie)
  • In punta di piedi (tv movie)

Seconda serata

Porta a porta (dal 12/9) perde la serata del lunedì, dove si completerà l’arrivo di Fabio Fazio con una nuova produzione (dal 25/9) segnata provvisoriamente come Che fuori tempo che fa, ma Bruno Vespa non ha da preoccuparsi. Infatti, si riapproprierà dello slot del giovedì – da lui occupato anche il martedì e mercoledì – e Petrolio di Duilio Giammaria passa al sabato sera (dal 23/9). In terza serata confermato l’immancabile Gigi Marzullo, incontrastato ‘re della notte’ con i cinque titoli settimanali di Sottovoce, Settenote, Milleeunlibro, Cinematografo e Applausi.

RAI 2

Daytime

Da evidenziare il trasferimento di Adriana Volpe da I fatti vostri (dal 18/9 – dove, insieme a Giancarlo Magalli, giungeranno Umberto Broccoli e Giò Di Tonno) a Mezzogiorno in famiglia (dal 23/9), al fianco di Massimiliano Ossini; e Giovanni Muciaccia al timone di Sereno variabile (dal 9/9) al posto di Osvaldo Bevilacqua, che rimarrà comunque in video come presenza storica.

Dopo Detto Fatto (dall’11/9), che nel mese di settembre sarà provvisoriamente nelle mani di Serena Rossi per via della maternità di Caterina Balivo, alle 16:30 partirà un’inedito scripted reality dal titolo Ci vediamo in tribunale, dove vengono ricostruite cause civili reali con l’aiuto dei contendenti stessi.

E…la Gialappa’s? Pare che, secondo la Dallatana, anche quest’anno la concorrenza si sia fatta nuovamente sentire e i tre sono ancora sul mercato. In caso di rinnovo, per loro la seconda edizione di Rai dire Niùs in access prime time.

Ma è proprio nel post Tg2 delle 20:30 che si consumerà sin da subito un altro ritorno coi fiocchi, quello di una delle sit-com di maggior successo della televisione italiana: Camera Cafè (dall’11/9). 150 nuovi episodi che comporranno la sesta stagione – a distanza da 5 anni dalla produzione della precedente e per la prima volta non più su Italia 1 – sottotitolata ”Il mondo nuovo” per via dell’acquisizione dell’azienda da parte della concorrenza cinese. Nella famosa area relax torneranno a bighellonare i due protagonisti, Luca Nervi e Paolo Bitta, insieme ad altri storici e nuovi personaggi.

Per Bizzarri e Kessisoglu non è finita qui. Al duo comico genovese è affidata la gestione di Quelli che il calcio (dal 10/9), importante eredità dello storico programma domenicale lasciata  dopo tre edizioni da Nicola Savino, tornato a Mediaset.

Prima serata

Conferme, conferme e…conferme. Insieme alle nuove edizioni di Pechino Express, Stasera tutto è possibile, Voyager e alle prime visioni dei consolidati Criminal Minds, Castle, Elementary, NCIS, NCIS: Los Angeles e NCIS: New Orleans, torneranno per una seconda edizione il varietà Stasera Casa Mika (dal 24/10 per 4 puntate), Il collegio e Nemo – Nessuno escluso.

Degno di nota è il grande ritorno di Renzo Arbore, in occasione dei festeggiamenti di Indietro tutta!, storica e indimenticata seconda serata di Rai 2, che compie trent’anni e verrà celebrata dal cast storico, tra cui il ”bravo presentatore” Nino Frassica, in uno speciale di prima serata e quattro appuntamenti in seconda, nella stessa settimana, con il meglio del varietà originale commentato dagli stessi protagonisti.

Sul rinato fronte fictionaro della seconda rete, si riaffaccerà anche L’ispettore Coliandro con la sua settima stagione (dal 13/10) e debutterà Il cacciatore, fiction incentrata sulla storia di un giovane Pubblico Ministero che nei primi anni ’90 diventa uno dei protagonisti della caccia ai mafiosi, interpretato da Francesco Montanari.

Seconda serata

Totale copia e incolla anche in questa fascia, da Sbandati con Gigi e Ross (dal 19/9) al Night Tabloid di Annalisa Bruchi (dal 25/9), passando il docureality Giovani e… (dal 27/9) a cura di Alberto D’Onofrio, Mai più bullismo (dall’1/11) con Pablo Trincia e l’immancabile Stracult (dal 15/9).

RAI 3

Daytime

Piccole variazioni di orari e volti per il daytime feriale:

  • Agorà passa da Gerardo Greco a Serena Bortone;
  • Confermato Mi manda Rai 3 con Salvo Sottile, senza appendice in prima serata;
  • In Tuttosalute la conduzione viene semplificata e concentrata solo su Pier Luigi Spada, con la partecipazione di Michele Mirabella (di conseguenza la striscia di Elisir viene definitivamente cancellata);
  • Chi l’ha visto? News, con Federica Sciarelli, viene anticipato di un ora e va in onda dalle 11:30;
  • Dopo Quante storie di Corrado Augias, arriva un nuovo programma d’attualità e archivio, intitolato Passato Presente e condotto da Paolo Mieli.

Nel daytime festivo confermati i consueti appuntamenti di Tv Talk, Per un pugno di libri, Kilimangiaro, Il posto giusto, Radici e In mezz’ora di Lucia Annunziata. Quest’ultima raddoppia e il programma si divide due parti: la prima mezz’ora dedicata a una grande intervista e la seconda all’approfondimento di un tema di attualità.

Al sabato pomeriggio troverà spazio un nuovo programma culturale a cura della scrittrice Michela Murgia, in onda dalle 18 alle 19. A seguire, il viaggio poetico e ironico di Edoardo Camurri in Provincia capitale.

Le grandi manovre riguardano inevitabilmente la fascia dell’access prime time, priva della consistente presenza di Zoro con Gazebo in settimana e di Fazio con Che tempo che fa alla domenica. Se l’unica conferma è quella di Massimo Gramellini con Geppi Cucciari per Le parole della settimana al sabato, ecco come cambia lo slot nel resto dei giorni:

  • Dopo l’immarcescibile Blob e prima dell’altrettanto irremovibile Un posto al sole, la terza rete lancia Opinione pubblica, format innovativo dove gente comune di classi sociali diverse commenta i fatti del giorno senza filtri e senza intervistatore, solo davanti ad una semplice camera fissa;
  • L’access domenicale verrà prima occupato da una fiction dramedy in prima tv assoluta, Linea verticale con Valerio Mastandrea (per 4 settimane), e in seguito da Domenico Iannacone con I dieci comandamenti.

Prima serata

Qui tante le certezze, a suon di marchi storici come Report Presadiretta al lunedì Chi l’ha visto? al mercoledì e Ulisse al sabato, nelle loro collocazioni di sempre. Il martedì rimane ad appannaggio di Bianca Berlinguer, che continua il percorso di #cartabianca in daytime e versione serale.

La stagione domenicale verrà aperta da un biopic su Pino Daniele, intitolato Il tempo resterà e realizzato da Giorgio Verdelli, per poi proseguire con film di alto livello in prima visione (Suite Francese, Gemma Bovery, Padri e figlie, La risposta è nelle stelle) e continuare con Andiamo a governare, esperimento sociale dove i cittadini di una comunità hanno il compito di governarsi da soli.

Il giovedì sarà prima dedicato al biopic e docufiction di stampo storico/sociale con la serie Mafia Capitale; poi a The Putin Interviews, i film intervista di Oliver Stone e altri  racconti di grandi documentaristi e autori italiani e stranieri; ed infine vedrà l’approdo di Michele Santoro con un primo ciclo di episodi di racconti-inchiesta nel suo stile. Al venerdì, invece, torna Così Italiani, ciclo dedicato al cinema dei registi italiani e la loro diversità di storie e racconti.

Seconda serata

Particolarmente ricco il piatto della seconda serata, a partire dalla domenica: si comincia con Sanghenapule (il 17/9) la famosa pièce teatrale di Roberto Saviano tra i misteri e le contraddizioni di Napoli, per poi passare alla serie Le ragazze del ’68, che intreccia la storia privata e la storia sociale di alcune giovani donne dell’epoca, e trovare conferma nell’apporto di Gad Lerner, con una nuova serie di inchieste da lui firmate per capire l’origine delle differenze sociali.

Il lunedì si inizierà da Lievito Madre, film documentario di Concita De Gregorio, che farà da apripista alla nuova edizione di FuoriRoma della stessa De Gregorio. Presente anche Sabrina Giannini con Indovina chi viene a cena.

Al giovedì riprende Stato Civile – L’amore è uguale per tutti e nasce Far Web – I guerrieri della rete, con Federico Ruffo ad occuparsi dell’estremismo digitale contemporaneo. Il venerdì toccherà a Michela Ponzani narrare la vita di grandi personaggi italiani di oggi (come Ivano Fossati e Giorgia) ne La mia passione, mentre Pino Strabioli si occuperà del ricordo di Anna Marchesini e Carmelo Bene. E ancora, lo speciale I 40 anni degli Stadio e il racconto autobiografico del comico Francesco De Carlo in Inghilterra, dal titolo Brexit – Diario di un comico.

Infine, al sabato, due appuntamenti apprezzatissimi e immancabili su Rai 3: Un giorno in pretura, sempre a cura di Roberta Petrelluzzi, e l’atteso ritorno delle inimitabili interviste-inchieste di Storie maledette con l’icona Franca Leosini.

1.572 Comments