SERGIO COLABONA RISPONDE ALLA COMMUNITY DI BUBINOBLOG: L'IMPEGNO ATTUALE CON MUSIC QUIZ, L'IPOTESI DEL GF ALL STARS E LA CHIUSURA DEI REALITY A MEZZANOTTE, PREGI E DIFETTI DELLE STAR DALLA D'URSO ALLA VENTURA PASSANDO PER LA CLERICI, E SE VOLETE PROPORVI COME NUOVO VOLTO DELLA TV... (SECONDA PARTE)

ZEUS – Buonasera, signor Colabona e grazie della disponibilità. Vorrei chiederle quale programma sogna di fare in futuro e se le piacerebbe sperimentare qualcosa di diverso dal solito che si vede in Tv e se si cosa?

Adesso sto facendo il nuovo programma di Amadeus Music Quiz, show che andrà in onda fra qualche settimana su Raiuno, che percorre un po’ la scia di Furore. Abbiamo registrato la prima puntata, ci siamo divertiti molto e speriamo si possa divertire anche il pubblico da casa. Mi diverte quando faccio qualcosa che non dirigo di consueto. Un esempio è quando capitai anni fa a Napoli, entrai nel piccolo teatro dove in scena c’erano i comici di Made in Sud e da li partì una bella scommessa. Inizialmente fu trasmesso su una rete cadetta di Sky mentre oggi è diventato uno dei programma di punta di Raidue.

Ad oggi tutti i direttori di rete vorrebbero unire il web con la televisione; è divenuta negli anni la loro mission principale. Vi dico questo perché è capitato che Teodoli, direttore di Rai4, ha voluto fortemente Challeng 4 (programma partito ieri sera, ndr), che vi invito a vedere. In questo nuovo esperimento c’è il cabaret classico contro le star del web: ad esempio potremmo vedere come la donna nel cabaret classico è descritta attraverso un numero live di due minuti e come risposta ci sarà la satira del web. È un’idea semplice ma realizzata con tecniche innovative. Vi invito a vederlo.

Non c’è un programma nuovo che sogno di fare poiché ho avuto la fortuna di approcciarmi a tutti i tipi di programmi nella mia carriera. Mi piacerebbe poter rifare un programma di approfondimento culturale/storico essendo un appassionato della storia.

GIUTV – Buonasera signor Colabona. Innanzitutto i miei complimenti per il suo lavoro e per come è stata impostata l’ultima edizione di successo del Grande Fratello nella sua versione vip. La mia domanda è diretta e breve, vorrei sapere come mai avete seguito la scelta di chiudere ogni puntata del programma (gf vip) non prima dell’una di notte, quando in prima serata segnava risultati molto soddisfacenti, facendo così calare l’ascolto medio fino ad un orario così tardivo? Grazie

Inizio col dirti che la penso come te. Fosse per me il Grande Fratello lo chiuderei intorno a mezzanotte, ma purtroppo non lo decidiamo noi. Questo programma, forse alcuni se lo scordano, ha un forte introito pubblicitario: abbiamo 8 break pubblicitari, telepromozioni e minispot da 1 minuto. È assurdo fare programmi fino all’1 di notte perché schiavizzi il telespettatore da casa, ma avendo cosi tanta pubblicità, la rete ha un interesse nel chiudere il programma a quell’ora, a discapito dell’ascolto medio che sarà naturalmente più basso; se chiudi a mezzanotte farai sei milioni invece di cinque.

SANFRANK – Splendido questo spazio per analizzare il dietro le quinte della tv. Ringrazio il sig. Sergio Colabona per l’opportunità che ci ha dato.Scorrendo il curriculum è balzato agli occhi la regia di “Factor X” per la tv spagnola nel 2007/8. Ci sono metodi differenti tra le televisioni dei due paesi? E ha trovato difficoltà a dirigere artisti in un paese diverso dall’Italia (atteggiamenti differenti e una lingua diversa)? E a proposito di televisione spagnola, mi sono sempre chiesto come sia possibile che molte reti in Spagna riescano a produrre tantissimi show, fiction e cinema e sport free, nonostante gli introiti siano di gran lunga inferiori rispetto a quelli del nostro Paese? Se ne è a conoscenza, ci sono grosse differenze nel produrre prodotti televisivi ad esempio in Spagna, rispetto all’Italia?

Nel 2007 mi chiamarono per dirigere il primo X-Factor nell’area latina-europea. Mi contattarono perché pensavano che un regista straniero potesse dare un impronta più di show. La televisione in Spagna è molto italiana. A Telecinco sono tutti italiani e molte case di produzioni sono italiane, quindi ti senti molto meno straniero di quello che può sembrare. Per affrontare quest’esperienza, mi portai dietro il mio amico Luca Tommasini, che nessuno inizialmente voleva, per poi divenire il direttore creativo di X-Factor in Italia e, se non sbaglio, anche in altri paesi.

La difficoltà era che non parlavo neanche una parola in spagnolo. Ti devi abituare più che altro alle usanze. Ho avuto anche la possibilità di lavorare in Germania, mentre in Spagna ho girato anche alcune puntate dello Show dei Record. Ti devo un po’ deludere in quanto il calcio free in Spagna non è tutto a pagamento. Per quanto riguarda la produzioni dei grandi show ti riferisci al fatto che X-Factor e Italia’s got talent in Italia vengono trasmessi su Sky poiché i più grandi show sono free. Penso che in Spagna, con l’apertura dei canali da parte della Movie Star, una grande compagnia telefonica spagnola, molti show verranno trasmessi sulla pay.

DANIELE – Salve sig. Colabona. Lei nella primavera 2012 doveva dirigere “SuperClub” in 2° serata su Rai 2, programma condotto da Max Giusti e Luca Barbarossa. Alla fine lei venne cambiato e fu scelto un altro regista. Uscirono voci che il motivo del suo allontanamento fu per dei problemi fra lei e Giusti che sorsero durante le prove del programma. Può confermarci o smentirci queste voci?

Nego questa notizia. Il problema è più semplice: non mi presentai alle prove. Ero a Napoli dove stavo facendo una puntata di Made In Sud quando ancora andava in onda su Sky. Dovevo tornare di corsa a Roma per fare le prove del programma, mi aspettavano tutti in studio, mi dilungai e arrivai in stazione e persi il treno, chiamai per comunicare questo disguido. Giustamente non la presero molto bene e venni sostituito con un altro regista.

PAULUCCII: Salve. La mia è una domanda che chiedere principalmente del Grande Fratello. Abbiamo visto come con questa edizione vip sia tornato l’interesse del pubblico al programma come non accadeva dall’undicesima edizione, dove, comunque ancora c’era un cast potenzialmente valido. Come mai, nelle ultime tre edizioni NIP i cast non sembravano funzionare, perdendo buona parte del pubblico proprio per questo? Secondo lei quanto ha inciso il fatto di aver fatto tre edizioni di 6 mesi? Dopo il successo del GfVip la domanda sorge spontanea: Tornerà il Gf classico? Ultima domanda: si è mai pensato di fare Un edizione “All star” con i concorrenti delle passate edizioni che hanno lasciato il segno? Grazie.

Sono d’accordo con te. Hai fatto un’analisi molto giusta nella tua domanda. Ha inciso sicuramente in maniera negativa trasmettere edizioni lunghe una dietro l’altra. Come ho già risposto prima, non dipende da noi se sarà Nip o Vip la prossima edizione del programma, anche se penso che, nelle ultime edizioni del Nip, il cast non era così malvagio ma c’era stanchezza da parte del pubblico. È molto difficile formulare il cast del Grande Fratello; gli autori fanno numerosi provini. Si, in passato si è pensato di poter far un’edizione del GF con i concorrenti più celebri.

GIULIO: Salve. Tra tutti i programmi che ha diretto ce n’è uno che ama in particolare? Riguardo al GF, visto il successo della versione VIP, potrebbe arrivare anche quella ALL STARS con i migliori concorrenti delle vecchie edizioni (già sperimentata all’estero)? Grazie

Amo il primo programma che ho fatto; era negli anni ’90. Ero giovane, ancora inesperto e l’ho scritto, prodotto e venduto io. Si chiamava Appunti disordinati di viaggio. Attraverso questo programma ho girato il mondo per cinque anni. È stato il progenitore di tutti i programmi di viaggio. Per quanto riguarda l’ipotesi GF All Stars ho risposto nella domanda precedente, posso aggiungere che mi incuriosisce come idea e sarei favorevole.

http://www.cinquequotidiano.it/wp-content/uploads/2014/04/antonella-clerici.jpg

MARII – Salve signor Colabona! Ha lavorato in tanti programmi con Antonella Clerici: quale programma vorrebbe rifare? Preferisce lavorare in programmi Rai o Mediaset? Un pregio e un difetto di alcuni voti con cui ha lavorato: Gerry Scotti, Barbara D’Urso, Fabrizio Frizzi, Antonella Clerici, Alessia Marcuzzi, Simona Ventura. Cosa ne pensa di Daria Bignardi direttore, viste le critiche ricevute e visto che lei la conosce avendoci lavorato a La fattoria?

Non ho una preferenza tra Rai e Mediaset, sinceramente vado dove mi pagano di più.

Gerry Scotti. Pregio: è un amicone, persona con la quale è piacevole stare sia sul set che fuori dal set. Difetto: lavoriamo troppo poco insieme.

Barbara d’Urso. Pregio: è una casinara. Difetto: una volta ha perso una scommessa e non l’ha pagata.

Fabrizio Frizzi. Pregio: è un signore. Difetti: non ne ha.

Antonella Clerici. Pregio: è fantastica, ha un cuore grande e in televisione forse tutto ciò non traspare. Difetto: avendo un cuore enorme, delle volte prende qualche bastonata. Con Antonella mi piacerebbe poter sperimentare qualche nuovo programma.

Alessia Marcuzzi. Pregio: è bella. Difetto: adesso farà l’Isola (detto in maniera ironica, ndr).

Simona Ventura. La conosco poco, con lei feci un programma veramente brutto che andò malissimo, Colpo Di Genio su Raiuno. Nonostante il programma andò male, non diede le colpe solo ad altre persone come fanno molte sue colleghe, ma si prese le sue responsabilità, anche quelle che non erano sue.

Daria Bignardi. Anche lei la conosco poco; ha ricevuto delle critiche. Da quel che leggo Rai 3 non sta andando così male. Si parla sempre che si vuole rinnovare, il direttore ha delle idee, le mette in atto, se poi non funzionano si troverà una soluzione. Diamole un po’ di tempo.

DANIELE – Mi è venuta in mente un’altra domanda. Lei ha diretto la parte della fiction “Baciato dal Sole” dove il protagonista si cimentava nella finale di un talent show musicale. Ha dovuto fare qualche cambiamento visto che comunque il talent era solo in funzione della fiction oppure ha diretto come sempre i suoi spettacoli? Il giovane protagonista della fiction Elio Sorrentino, nonostante la sconfitta nella finale del talent, alla fine dopo mille avversità riesce a sfondare nel mondo dello spettacolo arrivando a condurre uno one man show tutto suo.Crede che anche nella realtà sia possibile che un ragazzo molto giovane abbia questa opportunità in un mondo dove alla fine circolano sempre gli stessi volti? I tempi in cui all’allora venticinquenne Alessandro Greco venne affidato un programma come Furore in prima serata su Rai 2 purtroppo sembrano ormai lontanissimi e per i giovani sembra non esserci più spazio in questo mondo.

La produzione in quel caso mi chiese di girare come se fosse una produzione normale, non sono intervenuto nella struttura narrativa, la vera scommessa era di mettere la televisione dentro una fiction, quindi mi fu chiesto esplicitamente di fare televisione. Penso che se una persona è forte può andare avanti. Se individuassimo un nuovo Fiorello lo prenderemmo subito. Io posso dire che, se ci fosse qualche venticinquenne bravo e talentuoso si potrebbe proporre, mi farebbe molto piacere. Noi siamo sempre alla ricerca di nuovi volti da lanciare. A me capita di girare nei vari cabaret e questo lo dimostra anche la mia storia e giovani talentuosi, ma veramente bravi, non ne ho ancora individuati. Forse sarà che noi non abbiamo il talento che ebbe Claudio Cecchetto nello scovare Fiorello o Jovanotti.

NICOLA – Salve, signor Colabona! Le scrivo per porle una domanda, forse scontata, ma credo che sia un po’ diversa dalle altre. Come è entrato nel mondo della televisione, diventando il regista di molti programmi importanti del passato e del presente? Le confido che io aspiro a diventare autore di vari programmi di cui lei è regista e avere una sua risposta mi farebbe più che piacere! 

Io sono entrato in televisione troppo presto, ti auguro di fare altre esperienze. Io avevo 20 anni, ci entrai per caso, era una televisione molto chiusa, adesso farla non è molto difficile. Ci sono molti canali e programmi dove ci sono all’incirca 12 autori, quando io iniziai c’erano solo Raiuno e Raidue. Pensate quanto era differente la storia…

FEDE: Buonasera sig. Colabona, ho letto che lei ha diretto anche alcune edizioni di Ti lascio una Canzone. Volevo sapere se la direzione di un programma avente come protagonisti bambini e ragazzi si differenzia molto dagli altri show. La ringrazio per la sua disponibilità!

No, l’unica differenzia che i bambini per legge non posso provare per più di 4-5 ore, quindi devi cercare di far rientrare le prove di tutte le canzoni in così poche ore. Lo show ha sempre le solite regole sia che abbiamo come protagonisti bambini sia che ci siano adulti.

Grazie ancora a Sergio Colabona, buon lavoro e… buona tv!

12 Comments

12 Comments on SERGIO COLABONA RISPONDE ALLA COMMUNITY DI BUBINOBLOG: L’IMPEGNO ATTUALE CON MUSIC QUIZ, L’IPOTESI DEL GF ALL STARS E LA CHIUSURA DEI REALITY A MEZZANOTTE, PREGI E DIFETTI DELLE STAR DALLA D’URSO ALLA VENTURA PASSANDO PER LA CLERICI, E SE VOLETE PROPORVI COME NUOVO VOLTO DELLA TV… (SECONDA PARTE)

  1. marii
    marii
    6 dicembre 2016 at 12:13 (1 mese ago)

    bella intervista

    mi incuriosisce la scommessa persa dalla d’urso
    e il difetto della marcuzzi che conduce l’isola !! è contro il moscismo ahaha

  2. bubinoblog
    bubinoblog
    6 dicembre 2016 at 12:20 (1 mese ago)

    Avrei voluto una terza, quarta, quinta parte…. letta tutta d’un fiato!

  3. Daniele
    6 dicembre 2016 at 12:21 (1 mese ago)

    Grazie mille a Sergio Colabona, gentilissimo e disponibilissimo a risolvere i nostri dubbi.

    Ovviamente grazie anche a Bubino e LucaG per averci dato questa opportunità

  4. bubinoblog
    bubinoblog
    6 dicembre 2016 at 12:21 (1 mese ago)

    Noi abbiamo le lucaginterviste, meglio della dursinterviste 😀

  5. _MissFairy_
    _MissFairy_
    6 dicembre 2016 at 12:21 (1 mese ago)

    davvero bella intervista la prima parte in questi giorni caotici per me l’ho letta la notta 😆

  6. giutv
    6 dicembre 2016 at 12:24 (1 mese ago)

    Grazie Sig. Colabona per la risposta alla domanda, e complimenti per la bellissima intervista!

  7. Micenedisagitter
    Micenedisagitter
    6 dicembre 2016 at 12:58 (1 mese ago)

    Grazie ancora al signor Colabona e complimenti a Bubino per la bellissima testimonianza che ci ha portato.

    Mi sento come Ursula (testimonianza) :yahoo:

  8. Micenedisagitter
    Micenedisagitter
    6 dicembre 2016 at 12:59 (1 mese ago)

    Unico neo, troppo politically correct sui difetti, Frizzi è un brav uomo e si vede, ma che non abbia difetti è surreale. Idem gli altri, ha dato difetti che in realtà non lo sono. Alla fine penso che nessuno si sarebbe offeso :occhio:

  9. Poldo94
    Poldo94
    6 dicembre 2016 at 13:07 (1 mese ago)

    Bellintervista molto meno patinata e piu onestonesta di altre

  10. #PEPPE
    6 dicembre 2016 at 15:26 (1 mese ago)

    Bellissima intervista pure questa,il signor Colabona si è dimostrato un grande uomo di tv e ha risposto a tutte le nostre domande e mi fa piacere che è uno dal suo calibro ha speso un po’ di tempo anche per noi
    Speriamo che continuano queste in lucag interviste,aspettiamo con ansia la prossima

  11. zeus
    zeus
    6 dicembre 2016 at 17:14 (1 mese ago)

    Grazie Sig.Colabona per la risposta alla mia domanda,complimenti per l’intervista stupenda!

  12. Sanfrank
    Sanfrank
    6 dicembre 2016 at 20:26 (1 mese ago)

    Letto tutto e grazie anche da parte mia per la risposta