Crea sito

10 CATTIVERIE SU #VIENIDAME


“Vieni da me” di Caterina Balivo ha debuttato lunedì 10 settembre su Rai 1 nella difficile fascia delle 14,00 (anzi, 13,55, attaccata con la colla al Tg1 visto che le pubblicità sono misteriosamente scomparse). In quattro giorni di programmazione ne abbiamo viste di tutti i colori, da momenti autoriali non particolarmente brillanti a espedienti da Tv anni 80. E dire che la trasmissione doveva ispirarsi a un moderno genere televisivo americano. Sessi di nascituri a parte (aiuto!), abbiamo stilato un elenco di 10 cattiverie in relazione a ciò che si è visto finora. Sia mai che della satira acida faccia bene nel migliorarsi!

Attenzione: se non si fosse già capito, il tono dell’articolo è puramente satirico e ogni voce è priva di fondamento (o forse no)! 

  1. Svelato il motivo per cui il programma si ispira al “The Ellen DeGeneres Show”: il pavimento in legno etnico e le piante finte sono sotto copyright.
  2. Un uccellino ha detto a Ellen che in Italia c’è l’adattamento del suo programma. Ha chiesto chi lo conducesse. “Caterina Balivo” le hanno risposto. “Who?”. Ha guardato degli spezzoni dello show, si è messa a ridere e ha ringraziato la Rai per i soldi “aggratis”. Sarà per questo che il suo nome non compare nei crediti, ma le società di produzione sì (immagine).
  3. La SISAL pare aver già individuato il prossimo testimonial per la campagna pubblicitaria del SuperEnalotto. Chi meglio della Balivo può dire agli amici a casa di giocare la schedina? (al minuto 28:18)
  4. Pare che i 10% e 9% a raffica siano colpa di Paolo Fox che ha lanciato una maledizione: il posto di Mr. Oroscopo in Tv è solo e soltanto il suo.
  5. Gira voce che nei corridoi di Viale Mazzini volino stracci. I figli di papà e mammà di maestranze Rai vogliono accaparrarsi a tutti i costi un posto sul divano rosso della Balivo per avere i loro 15 minuti di celebrità.
  6. Dicono che a Cologno Monzese il papà di Striscia la notizia, Antonio Ricci, sia furibondo per il momento “Come va a finire?” dove a schermo si fanno vedere gag e incidenti di persone comuni: hanno copiato Paperissima! (al minuto 19:17)
  7. Milly Carlucci rivendica le mille palette trafugate dal backstage di Ballando con le stelle. Dietro quei pezzi di cartone ci sarebbe un costoso mutuo stipulato nel 1954 e mai estinto.
  8. Fra qualche settimana il titolo del programma cambierà in “Vai via da me” e per sigla ci sarà il brano “A modo tuo” di Ligabue. Sarà difficile / metterò via i giochi / proverò a crescere / vai un po’ via da me.
  9. Le linee telefoniche per giocare al programma sono talmente intasate che per sorteggio è stata pescata la mamma di un’amica d’infanzia di Caterina. Almeno, oltre ai parenti, a guardarla ci sono gli amici (al minuto 26:45).
  10. Dopo che Enzo Iacchetti ha insegnato come dare le pedate ai figli, pare Caterina si eserciti ogni giorno alle 10 in punto in sala riunioni con i suoi autori (al minuto 12:15).