Crea sito

ALESSANDRO GASSMANN: “IO TI CERCHERÒ” NON SAREBBE ESISTITO SENZA UNA GIOVANE DONNA

La fiction italiana non finisce di stupire. Continua a migliorarsi, diversificarsi, guardare al mondo, aprire riflessioni su tanti aspetti della vita e della società. “Io ti cercherò” è uno dei tanti esempi di un processo che sta consacrando le serie italiane come tra le più curate e moderne. Lontani i tempi del “ma in America…”.

Alessandro Gassmann ha ringraziato l’artefice della fiction di Rai1 che si è conclusa ieri sera davanti a 4,4 milioni di telespettatori e il 18,5% di share, vincendo la serata pur senza strafare. Parliamo di Verdiana Bixio, dal 2012 alla guida di Publispei.

La storica società ha prodotto grazie all’intuito del padre Carlo Bixio, scomparso prematuramente nel 2011, alcune delle più note fiction nostrane: da “Un Medico in Famiglia” a “I Cesaroni” passando per “Tutti Pazzi per Amore“.

Dopo alcuni titoli con poca fortuna e una pausa dai set, “Io ti cercherò” rappresenta il ritorno in grande stile di Publispei. La prima serie del nuovo corso ha fatto centro. Dopo le commedie famigliari, arriva il giallo. Bravi!

3 Risposte

  1. Ital ha detto:

    Questa fiction …esce dai canoni più buonisti della “concorrente” Lux ….e quindi e’ stata piu difficile…da seguire per il tradizionale pubblico di Rai 1 …anche se un 20% e’ un dato abbastanza buono …
    Fiction piacevole , moderna , ben scritta e recitata ….
    Il ruolo ruvido di Gassman ….sicuramente….cozza con i volti puliti dei Don Matteo e C. a cui un certo tipo di pubblico piu’ tradizionalista ….e’ abituato ma sono un segnale di una rete che sperimenta e non si siede…sui soliti rassicuranti prodotti ….
    Molto molto meglio dell’Amendolata …piu tensione narrativa e anche tra i personaggi…
    Bravi gli sceneggiatori e l’ottimo regista Tavarelli….ricordo ….il regista del Giovane Montalbano , Mossa del Cavallo, Non Mentire ma pure Maria Montessori e il bel Borsellino con Tirabassi …
    E in piu ….un finale su cui riflettere e che fa riflettere….
    Un messaggio di speranza….che sovrasta dolori e ingiustizie della vita …e un viaggio nel complicato e complesso rapporto ….padre/figlio …in un paese di “mammoni” …

  2. Veu ha detto:

    Come fiction è stata carina, anche se mi stupisce che ad averla prodotta è una donna e che la protagonista femminile praticamente non è servita a nulla, non ha fatto nulla nel finale, che ci fosse o meno era la medesima cosa.
    Noto che questo è sempre più presente nelle fiction italiana.

  3. giu ha detto:

    IO TI CERCHERO’
    4857 20,60%
    4649 19,50%
    4446 18,50%
    4374 18,50%

    media: 4582 19,28%