Crea sito

ANTONELLA CLERICI: “MI SENTO SEMPRE COME CENERENTOLA AL BALLO”

Antonella Clerici è intervenuta a “Oggi è un altro giorno”, il talk di Serena Bortone. Un periodo d’oro per una delle regine della tv italiana tra il mezzogiorno di Rai1 e The Voice Senior, lo show rivelazione dell’autunno.

Posso fare un complimento? Hai il coraggio di fare domande scomode. Sei una dritta, che non tenta scorciatoie. Hai portato su Rai1 la tua anima politica. Hai uno stile personale che trovo interessantissimo.

Così Antonella Clerici tesse le lodi della giornalista e la Bortone svela un aneddoto.

Non mi dimentico perché il primo messaggio che ho ricevuto è stato il tuo Antonella. Un gesto molto carino per accogliere una sconosciuta che arriva nella famiglia di Rai1.

Poi si passa a parlare della versione over di The Voice.

Persone con carattere, personalità, con vite da raccontare. Non hanno niente da perdere. Sono persone talentuose, non sono persone da Corrida che fanno ridere. Persone che per la prima volta hanno un palcoscenico, non c’è un dopo. C’è un qui e un ora. Con il direttore di Rai1 Coletta ci abbiamo creduto tanto.

Serena Bortone parla della serenità e della gioia che emana Antonella che, felice delle belle parole, spiega che:

Quando diventi più grande e superi i cinquant’anni, c’è la consapevolezza di vivere bene. Non puoi più perdere tempo nelle arrabbiature, anch’io ho i miei momenti per carità ma è tutto più “scialla” come dicono i giovani.

Antonella ribadisce il suo essere sempre naturale e spontanea, e la Bortone ricorda le foto su Instagram senza trucco. E si parla anche del Festival.

A Sanremo 2010 avevo partorito da un anno. Ci ho messo tre anni per recuperare, poi arriva la menopausa che qualche chilo te lo da. Il mio essere come sono è un mio vanto. Mi piace mangiare, sono goduriosa, preferisco qualche chilo in più che in meno.

Sono una donna di provincia, di Legnano. Mai pensavo di salire su quel palco. Non mi sento mai all’altezza di niente. Mi sento sempre Cenerentola al ballo. I vip li vedo sempre persone più su di me. Questa cosa mi ha aiutato a non sentirmi mai arrivata.

Mi preparo moltissimo, studio tantissimo perché non mi sento mai all’altezza. Poi quando parto vado, ma mi sento sempre a disagio. Una mia timidezza di fondo. Se vado ad una festa, cerco quasi di scomparire. Il palco è una cosa, la mia vita è un’altra.