Crea sito

APPLE TV E DISNEY+, LA RIVOLUZIONE STREAMING CHE CAMBIERA’ PER SEMPRE GLI EQUILIBRI ANCHE IN ITALIA

E’ cominciata 4 anni fa nel 2015 con l’arrivo in sordina di Netflix la capostipite, il colosso dello streaming che ha cambiato le regole di fare intrattenimento nel mondo, stiamo parlando della rivoluzione dello streaming anche nel nostro paese, la cui forza all’inizio solo in pochi visionari (come me) hanno compreso. Si diceva che l’Italia non era pronta, che è un paese vecchio, e che soprattutto la copertura della fibra ottica era talmente scadente da non permettere una visione efficiente. Tutto vero ma si ometteva o si disconosceva il fatto che da li a poco la copertura della fibra avrebbe subito un’impennata mostruosa (com’è stato) e il gioco è fatto. Oggi Tra Netflix che pare possa contare su oltre 4 milioni di abbonati fedeli, Amazon, Tim Vision, Now Tv, Infinity e DAZN oltre 9 milioni di italiani sono abbonati e usufruiscono di questi servizi, Una rivoluzione tecnologica e culturale che ha ovviamente cambiato il panorama della tv nostrano (come nel resto del mondo), oggi la tv generalista si deve adeguare, e da importanza ai dati sempre crescenti scaturiti dall’utilizzo dello streaming, non per niente la Rai ha recentemente rinnovato totalmente la sua piattaforma gratuita Raiplay. Il Successo dei servizi streaming è presto detto, una sfilza di serie tv, film, documentari e prodotti originali esclusivi, prezzi stracciati alla portata di tutti soprattutto giovani, la possibilità di dividere l’abbonamento con più persone, teconologia di ultima generazione e tanta qualità e quantità.



E adesso l’asticella si alza anche da noi con l’arrivo di Apple Tv già partita il 1 novembre a soli 4,90€ al mese, e soprattutto l’attesissima piattaforma della Disney, Disney+ che esordirà in America martedì prossimo, e da noi il 31 marzo 2020 come in tutta l’Europa occidentale e dovrebbe costare intorno ai 5,20€ al mese. Se Apple punta tutto sulla qualità abbastanza evidente delle sue serie e documentari, investendo milioni di € per le produzioni, Disney oltre alla riconosciuta qualità avrà dalla sua un catalogo sterminato, che prevede Disney, Pixar, Marvel, Star Wars e Nathional Geographic. Insomma un richiamo quasi impossibile da ignorare, l’approdo di queste due nuove piattaforme sicuramente sposterà ancora di più gli equilibri, rendendo lo streaming in futuro probabilmente quello che rappresenta oggi la tv tradizionale, ossia il veicolo più sfruttato dagli italiani per l’intrattenimento. La rivoluzione è cominciata, e i grandi gruppi storici quali Rai e Mediaset se non vogliono scomparire faranno bene a comprendere come fanne parte.


Trailer di 3 serie tra le più apprezzate del catalogo di Apple Tv!

14 Risposte

  1. LordMassi ha detto:

    Di Netflix ci sono diverse serie di qualità eccelsa, vedi The Crown, House Of Cards, le italiane Suburra e Baby, L’altra Grace, Stranger Things, 13, Alterade Carbon e altre ancora…

  2. Fabio Turri ha detto:

    Bell’articolo
    Lo scenario diventa sempre più ampio
    I servizi di streaming bene o male li ho provati tutti

    Netflix la trovo ottima per i film, per le serie molto meno. L’unica che ho apprezzato davvero è stata la nuova stagione di una mamma per amica. La qualità delle altre non mi sembra lontana da alcune fiction che si vedono da noi in Italia

    Prime Video invece è il più inutile tra tutti secondo me. Poche produzioni originali e nemmeno interessanti. Mi è stata utile per vedere downtown abbey e qualche film. Mi tornerà utile per vedere Made in Italy.

    Apple TV+ ha poche serie per ora ma sembrano di altissima qualità. Sto seguendo molto appassionatamente The Morning Show che per me è una Vera bomba. Scritta e recitata in modo magistrale, ogni puntata si conclude con un climax che ti trascina alla successiva. E non stiamo parlando di una storia molto lontana dalla realtà… vedremo le prossime serie.

    Disney+ la attendo perché voglio vedere cosa hanno combinato con il marchio High School Musical e per la nuova stagione di Lizzie McGuire

  3. Maxino81 ha detto:

    ah e non dimentichiamo che in Apple+ c’è la possibilità di vedere StarzPlay con un abbonamento a parte

  4. Maxino81 ha detto:

    è vero, per questo spero che arrivi nel nostro paese

  5. LordMassi ha detto:

    adesso ha la maggioranza di Hulu il 60% ma credo che continuerà a mantenere separate le due piattaforme almeno per ora, sta anche esportando Hulu in altre mercati

  6. LordMassi ha detto:

    beh Amazon lo ha fatto per diversi anni, cmq ottimo che siano già tradotti

  7. Vittorio ha detto:

    Ti pare che sia solo in lingua originale? Non sarebbe da Apple distribuire un prodotto in tutto il mondo solo in inglese

  8. Vittorio ha detto:

    È dopppiata

  9. LordMassi ha detto:

    Vittorio ma è doppiata o solo in lingua originale?

  10. Vittorio ha detto:

    Io ho Apple TV+, ho cominciato a vedere See e devo dire che è molto ben fatta. In tv la vedo bene su Italia 1 o canale 5

  11. Maxino81 ha detto:

    ah e non dimentichiamo che in Apple+ c’è la possibilità di vedere StarzPlay con un abbonamento a parte

  12. LordMassi ha detto:

    più che acquisire producono direttamente visto che Disney, Pixar, Marvel, e i brand Star Wars e National Geographic sono tutte sotto Dinsey, un colosso ormai

  13. Maxino81 ha detto:

    di Apple mi interessa solo The Morning Show. Per quanto riguarda Disney spero che possa portare al suo interno anche Hulu

  14. Harold ha detto:

    Apple TV sinceramente mi ispira poco, attualmente ci sono solo una decina di serie TV, magari più in la quando i prodotti aumenteranno diventerà più appetibile. Disney + sarà ottima come comparto film, bisogna capire quali serie acquisiranno oltre quelle originali disney+