Crea sito

BALLANDO CON LE CRITICHE: LA MUSSOLINI PENSASSE PIÙ AL BALLO. MARIOTTO? TROPPO PROTAGONISTA

Analizziamo Ballando con le Stelle da un inedito punto di vista, ovvero quando un maestro dello show di Milly Carlucci si mette nei panni di un critico, senza peli sulla lingua.

È una bella edizione, il livello dei concorrenti è alto. Forse ci sono troppe polemiche, sarebbe meglio dare più spazio agli artisti“, esordisce così Samuel Peron che da maestro diventa giudice di Ballando per il settimanale Oggi.

Parliamo del cast, partendo da Alessandra Mussolini che si è fatta male al naso ma sabato ci sarà: “Non ha nessun bisogno di polemizzare così tanto, sta facendo belle coreografie” mentre Elisa Isoardi, una delle rivelazioni di Ballando, “ha una sensualità pazzesca, una bellissima donna curvy, ha lo sguardo ammaliante”.

Paolo Conticini “è elegante, ha stile”. La sorpresa per Peron è Daniele Scardina. “Magari ha il portamento un po’ goffo, però ha ritmo, muove le gambe, segue bene le coreografie.” Costantino della Gherardesca? “Ha tanto da dire ma andrebbe smontato e rimontato come un Lego o un mobile Ikea”.

Rosalinda Celentano doveva essere la sua allieva ma il Covid ha cambiato i piani. Ora lei balla con Tinna Hoffman: “Ha un approccio filosofico al ballo. Mi ricorda molto Anna Oxa, la concorrente più interessante con cui ho ballato.”

E sui giudici? “Ho apprezzato poco l’atteggiamento di Guillermo Mariotto alla prima puntata, troppo protagonista.” conclude Peron, tornato finalmente e completamento negativo. Tornerà a Ballando con le Stelle sabato 17 ottobre per ballare con Milly Carlucci. E poi? Si vedrà…!