Crea sito

BALLANDO CON LE STELLE, PARLA DILETTA LEOTTA: CON DANIELE SCARDINA È FINITA MA RIMANE “IL MIO AMORE”

Sabato scorso ha colpito la severissima giuria di Ballando con le Stelle con una brillante salsa. Parliamo di Daniele Scardina, il pugile diventato noto per la lunga relazione con Diletta Leotta.

Amori che vanno e vengono per la Leotta, l’ascesa sul web e sul piccolo schermo fino alla più recente uscita del suo primo libro “Scegli di sorridere“. L’autobiografia che promette di svelare i gossip più chiacchierati che l’hanno vista protagonista negli ultimi tempi.

Intervistata dal settimanale Chi, Diletta Leotta ha aperto il suo cuore ai lettori, mostrando il lato più intimo della sua vita e svela che:

Sono single. Sono sempre stata fidanzata. Dovevo trovare il coraggio di ritagliarmi uno spazio per conoscermi nel profondo e fare scelte importanti, per riuscire a stare da sola sul divano a vedere un film senza dover rendere conto a nessuno.

Al centro del suo presente oggi c’è solo lei. Il suo definirsi “single” promette di rendere felice la lunga fila di pretendenti ma dall’altra infrange il cuore del pugile Daniele Scardina, che in un ritorno di fiamma ci aveva sperato (si sono rivisti in Sardegna ad agosto).

Non rinnego niente, con Daniele c’è stato un amore profondo. Perché ho descritto nel mio libro Toretto come “il mio amore” nonostante fra noi sia finita? In fondo, quando ho iniziato a scrivere il libro stavamo ancora insieme e in quel momento erano i miei sentimenti, quindi non sarebbe stato giusto toglierlo.

Per la prima volta da quando le loro strade si sono separate, Diletta Leotta ha scelto di parlare apertamente della sua relazione con il pugile. Una storia vissuta intensamente e a chi ha insinuato che la “colpa” fosse di Zlatan Ibrahimovich, la Leotta ha replicato:

Stare con un uomo impegnato è una cosa inaccettabile per i miei principi, con tutta la scelta che c’è nel mondo devi avere la lucidità di non metterti in situazioni sbagliate.

La conduttrice ora si concentra sul lavoro anche se, agli esordi, non sono state tutte rose e fiori.

All’inizio non è stato facile, una collega mi aveva anche detto: “Ti hanno presa solo per le tette”. Ma non ho certo lasciato Sky per questa ragione. Ho scelto di andare a Dazn perché era una nuova sfida e perché sentivo che il mercato della tv satellitare stava cambiando.