BALLANDO: SILERI DIFENDE LO SHOW MA DÀ UN CONSIGLIO A MIETTA. MEMO REMIGI SABATO IN PISTA

Non si arresta l’eco mediatico del caso Mietta e addirittura interviene il Governo per voce di Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, che assolve Milly Carlucci e la produzione di Ballando e dà un consiglio a Mietta, positiva al Covid e non vaccinata. Inoltre, si apprende che Memo Remigi, in quarantena per un tracciamento, sabato scenderà regolarmente in pista.

“Il virus circola in maniera aggressiva in molti Paesi”, ha sottolineato Sileri a Radio24, insistendo sull’importanza del Green Pass per accedere ai luoghi di lavoro e di svago come “incentivo alla vaccinazione” e al tempo  stesso per “evitare nuovi contagi”. Green Pass che del resto viene richiesto da Milly Carlucci a chiunque varchi la soglia dell’Auditorium Rai.

Non solo, perché se nei luoghi di lavoro e divertimento si richiede il solo lasciapassare, la Carlucci impone un tampone extra a tutti, anche a chi è vaccinato. Più di così…!  Torniamo a Sileri che aggiunge: “Fino alla fine dell’anno le mascherine al chiuso resteranno, poi valuteremo. Prima toglieremo la distanza, poi le mascherine”. I tempi? Dipende da contagi e vaccinati.

Il sottosegretario Sileri ricorda: “Meglio vaccinati che tamponati“. Poi torna a parlare di Ballando: “Non credo che la Rai abbia omesso dei controlli nel caso della positività della cantante Mietta”. Interviene Al Bano: “Io rispetto tutti ma il vaccino secondo me deve esser obbligatorio, spero Mietta ne esca presto e bene. I più bravi a Ballando sono Mietta, Arisa e Morgan”.

Oltre a Mietta, c’è Memo Remigi in quarantena per un tracciamento ma per pochi giorni (è vaccinato e negativo). La sua maestra Maria Ermachkova spiega che “sabato ci saremo sicuramente. Avremo meno giorni per prepararci ma come sempre io e Memo daremo il massimo. Volevo tranquillizzarvi, stiamo bene”. L’appuntamento con Ballando è per sabato sera su Rai1.