Crea sito

BARBARA D’URSO E LA LEGGE CONTRO L’OMOFOBIA: QUANDO HO VISTO QUESTO VIDEO MI SONO SENTITA MALE

Ieri sera a “Live: Non è la d’Urso” è stato mandato in onda un servizio con le immagini del brutale pestaggio di Novara con due ragazze percosse e pestate perché lesbiche. Il video ha fatto il giro del web. Ma non solo. Pestaggi all’aperto, pestaggi nei bar, il clima non è dei migliori in Italia… purtroppo.

Ma non solo percosse, anche insulti. Rosa e Ambra  sostengono che il pestaggio ai loro danni sia stato a sfondo omofobo. A Novara, le due ragazze di 22 e 29 anni sono state picchiate dai vicini di casa con pugni e calci e raccontano la loro versione dei fatti a Barbara d’Urso: “Tutto questo nasce per l’omofobia. È da tempo che ci offendono, che ci danno delle lesbiche di m***”.

Le due ragazze, che convivono da tre anni, raccontano di essere continuamente offese da molti dei loro vicini e la motivazione sarebbe la loro omosessualità. “Urlano dai balconi, lesbiche di m…a“, racconta Rosa a Barbara d’Urso che però legge una nota degli autori dell’aggressione che si difendono affermando di aver aggredito le ragazze perché sarebbero stati minacciati con un coltello.

Barbara d’Urso legge anche la versione degli aggressori secondo la quale una delle due ragazze avrebbe avuto un coltello in mano. “Barbara, tutti hanno paura di loro qui”, afferma Rosa,

“Bisogna avere paura di amare? Dobbiamo essere liberi di amare”