BIANCA GUACCERO: DOPO IL COVID HO VUOTI DI MEMORIA. FINO ALL’ULTIMO BATTITO? UN RUOLO SUDATO

Splendida come sempre a Detto Fatto, il grande ritorno alla fiction con Fino all’Ultimo Battito (“un grande regalo, era dal 2017 che non recitavo in una fiction e mi mancava molto”) ma c’è qualcos’altro che Bianca Guaccero svela in un’intesa intervista a DiPiù Tv. Lo scorso aprile ha preso il Covid e a distanza di sei mesi ha ancora alcuni postumi della malattia. Dichiarazioni importanti e un ulteriore invito a vaccinarsi.

Fino all’Ultimo Battito

“Quello di Rosa è un ruolo che mi sono sudata. Per ottenere questa parte, infatti, ho sostenuto un provino che è durato ben tre ore e mezza. E, visto che eravamo nel pieno della pandemia, ho dovuto farlo a distanza, tramite il telefono cellulare. È stata dura ma ne è valsa la pena: quello di Rosa è un personaggio che ho amato subito e mi ha permesso di mettere in luce dei lati di me che avevo sempre tenuto nascosti”.

“Ho giocato con la mia femminilità senza paura di apparire inadeguata o di essere giudicata. E se ci sono riuscita devo dire grazie soprattutto a una persona. La regista della serie Cinzia TH Torrini. Era la prima volta che venivo diretta da una donna e tra noi è nata una grande intesa”.

Il Covid e i vuoti di memoria

“Quando, ad aprile, i miei genitori si sono vaccinati, io ho preso il Covid. Per fortuna mi sono potuta curare a casa, senza andare in ospedale. Però ho avuto una sinusite fortissima, giramenti di testa, nausea. Ho perso completamente gusto e olfatto e ancora oggi li ho recuperati solo al 50%. E poi, dopo la malattia mi capita di avere dei vuoti di memoria”.

“Mi succede all’improvviso, è come se il mio cervello si spegnesse per un momento. Non mi ricordo più che cosa sto facendo, a che cosa sto pensando, vado nel panico. Per fortuna mi capita solamente quando sono rilassata, mai quando mi concentro. Se dovesse succedere mentre conduco Detto Fatto sarebbe un disastro. Il medico mi ha detto che col tempo questi vuoti dovrebbero passare”.