BLANCA: MARIA CHIARA GIANNETTA NELLA PRIMA FICTION GIRATA IN OLOFONIA. ECCO IL CAST COMPLETO

Blanca è la nuova serie di Lux Vide per Rai1. La protagonista è Maria Chiara Giannetta, come vi abbiamo anticipato su BubinoBlog lo scorso novembre, così come il coprotagonista è Giuseppe Zeno. Ecco il resto del cast e qualche nota sulla fiction tratta dai romanzi di Patrizia Rinaldi. Continua la trasposizione tv delle saghe letterarie.

La sovrintendente Blanca Occhiuzzi è una ipovedente dai sensi molto spiccati, specialista in intercettazioni. È una donna contemporanea, non ha un carattere facile e non le interessa averlo. Rappresenta la fragilità che diventa forza. Ad impersonarla è Maria Chiara Giannetta, la capitana Anna Olivieri in “Don Matteo”.

La regia di Blanca è affidata a Jan Maria Michelini, regista di molte produzioni Lux Vide. Da Don Matteo a Un Passo dal Cielo passando per Doc – Nelle tue Mani, nonché firma delle serie internazionali “I Medici” e “Diavoli”.

Ad affiancare Maria Chiara Giannetta in “Blanca”, le cui riprese sono in corso a Genova, troviamo Giuseppe ZenoEnzo PaciGualtiero BurziAntonio OrnanoMargareth Madè e Pierpaolo Spollon.

“Blanca” è inoltre il primo serial televisivo interamente girato in olofonia, la tecnica di registrazione del suono a 360 gradi che replica l’esperienza sonora delle persone non vedenti, e con particolari effetti speciali visivi.

Così come per “Petra”, la serie Sky con Paola Cortellesi originariamente ambientata a Barcellona, anche per “Blanca” le cui vicende narrative si svolgono a Pozzuoli, Genova diventa contorno e sostanza degli eventi grazie agli scorci inconfondibili, i saliscendi, il mare, il porto, le zone industriali, il centro storico e le molte insolite locations.

La soddisfazione di Cristina Bolla, presidente di Genova Liguria Film Commission: “Sono passati vent’anni dalla serie “Vento di Ponente” premiata la scorsa estate con l’Onda d’Oro al Digital Fiction Festival. Nel 2021 torniamo a girare nel terminal Messina con un’altra serie TV della Rai, “Blanca”, che sancisce la vocazione della Liguria e di Genova a diventare sempre più “Terra da Fiction”.