Crea sito

BUBINOCINEMA: CONSIGLI SUI FILM DEL 15 GIUGNO IN TV

Cominciamo a guardare le repliche: su Rai 1 la coppia Al Bano e Romina Power, mentre su Canale 5 la scorsa edizione di Ciao Darwin. Poi possiamo dividerci tra la cronaca nera su TV8, il giallo tratto da Agatha Christie su La7, l’inedita serata tutta dedicata a Una Vita su Rete 4 e i documentari naturalistici su Rai 3.Poi, come sempre, i film per tutti i gusti, anche se guardando le proposte sembra quasi che ogni emittente si sia messa d’accordo con le altre per spingere gli spettatori ad uscire.

Rai 2 – Ch. 2 – Tutti i segreti della mia famiglia (2017)

Un tempo il giallo del sabato sera su Rai 2 era di produzione tedesca, adesso si punta in alto e la produzione è americana, ma la qualità non cambia. Giallo/thriller di qualità televisiva che però fa il suo dovere e intrattiene. Emily deve prendersi cura dei suoi fratelli più piccoli dopo che i loro genitori sono morti a seguito di un incidente stradale che però ha molti punti ambigui. Anche se non è convinta che sia andata come le dicono, decide di mettere tutto alle spalle e di trasferirsi in una cittadina più tranquilla con i fratelli. Ma qui cominciano ad accadere cose strane e hanno la sensazione di essere osservati e dopo nuovi cadaveri, indaga da sola prima che sia tardi.

2 stelle.

Italia 1 – Ch. 6 – Alla ricerca dell’isola di Nim (2008)

Tratto da un romanzo che non ho letto, è un film che mescola realtà e fantasia per poter raccontare le paure che ognuno ha dentro di sé, il passaggio dall’infanzia all’età adulta, il superamento dei propri limiti. È un film d’avventura rivolto ad un pubblico al massimo di adolescenti, per cui è un po’ annacquato, ma anche sotto quest’ottica non è proprio il massimo. Una scrittrice di romanzi d’avventura viene contattata da una sua lettrice che le chiede aiuto perché suo padre, biologo, risulta essere sperduto al largo dell’isola in cui vive. La scrittrice però è una fobica che ha paura di tutto, per quanto decida di mettere da parte le sue paure per aiutare la sua nuova amica.

2 stelle solo perché c’è Jodie Foster.

Nove – Ch. 9 – Rush Hour _ Due mine vaganti (1998)

Tipica commedia fracassona di Jackie Chan, che come al solito mescola il genere slapstick (per intenderci quello in cui la comicità è affidata soprattutto al corpo come avveniva nelle comiche di Stanlio e Ollio), l’azione e le arti marziali, che però qui si vedono meno. Questo è tra i primi film che vede il protagonista di Hong Kong in un Buddy Movie e va comunque detto che il bello dei film di Jackie Chan è proprio il legame che crea con il co-protagonista di turno. Qui abbiamo Lee, poliziotto di Hong Kong, chiamato a Los Angeles per indagare sul rapimento della figlia del suo amico Han, console cinese. Sul rapimento indaga anche l’FBI che affianca a Lee un agente incaricato di tenerlo lontano dalle indagini, ma che si accorge presto di quanto sia capace.

2 stelle.

20 – Ch. 20 – Brick Mansions (2014)

Un film Action fracassone che ho visto solo per la presenza di Paul Walker e per quanto è fregno, ma per il quale non mi aspettavo nulla. Invece non è fatto malissimo, le scene di lotta sono girate bene, ci sono inseguimenti al cardiopalma, il parkour riempie la narrazione dove la sceneggiatura fa acqua. Certo, non ci si aspetta un film di alta levatura, ma fa il suo e gli appassionati apprezzeranno. Le autorità hanno circondato con alte mura il quartiere popolare di una città per separare i cittadini modello dalla feccia. Damien viene infiltrato per indagare su Tremaine, boss con in mano i traffici di stupefacenti. Tutto fila liscio fin quando Tremaine fa rapire la Fidanzata di Lino, avvocato che difende i diritti della comunità rinchiusa tra quelle mura, tra cui quelli dello stesso boss. A questo punto Damien e Lino si alleano.

2 stelle.

Rai 4 – Ch. 21 – Attacco al potere – Olympus Has Fallen (2013)

Film catastrofico che offre ancor meno del poco che ci si potrebbe aspettare. È prevedibile, demagogico e al limite della propaganda per i livelli estremi di patriottismo a cui si assiste. Mike era la guardia del corpo del Presidente degli Stati Uniti, fin quando per salvarlo “sacrifica” la First Lady e due agenti in un incidente stradale. Questa azione lo fa sollevare dall’incarico facendolo relegare ad una vita d’ufficio a cui non sa abituarsi. Quando la Casa Bianca è attaccata da un gruppo terrorista Nord Coreano, torna ad agire risolvendo da solo il caso bellico.

1 stella.

Iris – Ch. 22 – La delicatesse (2011)

Nathalie perde il suo sorriso dopo la morte improvvisa di suo marito. Si chiude in se stessa per anni, fin quando si apre nuovamente all’amore baciando un suo collega, decisamente fuori dalla norma. Da questo momento la commedia prende una strada sentimentale che vede lei ostinata sulla decisione presa e i colleghi che tra perplessità e dubbi, la ostacolano. Una commedia divertente, simpatica, leggera, e decisamente ben recitata.

3 stelle

Rai Movie – Ch. 24 – Vulcano – Los Angeles 1997 (1997)

Film catastrofico senza arte né parte in cui a farla da padrona sono gli effetti sonori, frastornanti, e una serie di effetti visivi simili a quelli della Asylum. Il direttore dei lavori civili di Los Angeles scopre, coadiuvato da una scienziata, che si sta risvegliando un gigantesco vulcano sotto la città. Sarà l’apocalisse.

Nessuna stella.

Cielo – Ch. 26 – Maliziosamente (1969)

Continua la saga del proibito su Cielo, e ancora una volta il film scelto è di un erotismo di serie Z. il film non ha una brutta trama, ma si sa che poi deve essere sceneggiata per bene e messa in scena ancora meglio, ma in questo caso ci si ferma ad un bel soggetto. Gisele viene notata e sedotta dall’amante della zia con cui vive, motivo per cui viene allontanata e si trasferisce a Parigi dove sarà la cameriera personale di un ricco e vuoto dandy che la sottopone alle sue perversioni fisiche e morali. Quando lui non c’è però Gisele scopre la bellezza dell’amore saffico con un’amica del suo “aguzzino”.

Nessuna stella.

Paramount Network – Ch. 27 – Il regno proibito (2008)

Il film credo sia arrivato in Italia come “L’impero Proibito”, anche se poi in TV ha preso la traduzione letterale del titolo originale. Rivolto ad un target adolescente, va osservato soprattutto con quest’ottica, quindi non bisogna aspettarsi la bellezza coreografica che per esempio abbiamo visto in “La tigre e il dragone” o “La foresta dei pugnali volanti”. Qui abbiamo un ragazzino appassionato di arti marziali che riesce ad entrare in possesso, senza saperlo, di un bastone magico che lo riporta nella Cina medievale, ai tempi del conflitto tra il Re Scimmia e L’Imperatore di Giada. Il ragazzino capisce che il suo compito è quello di restituire il bastone al suo proprietario. Vedere Jet Li e Jackie Chan insieme è l’unico vero motivo per vedere il film.

1 stella e mezza.

La7 D – Ch. 29 – Il Giardino Segreto (1993)

Tratto da un romanzo di formazione rivolto soprattutto alle giovani lettrici, il film è un bell’esempio visivo di come mettere in scena un romanzo senza perdere il filo del racconto e denaturarlo. Anche se vedendolo dopo la serie animata “Mary e il giardino dei misteri”, l’ho trovato meno interessante di quanto forse è. È la storia di Mary che dall’India va a stare a casa di un suo ricco zio, che però impone regole e modo di vivere che lei non riesce a digerire. Col suo modo di fare riporta la gioia di vivere nel maniero, riesce a far camminare di nuovo il cugino malato e scopre i segreti di un vecchio, magnifico giardino, chiuso da quando è morta la zia che lo curava.

2 stelle.

La 5 – Ch. 30 – Cooper – Un Angelo inaspettato (2011)

Jake è costretto a prendersi cura di Cooper dopo che la sua famiglia è rimasta vittima di un grave incidente stradale. Il fatto che sia sopravvissuto solo il cane fa crescere in Jake la rabbia e il rancore che sfoga, nei limiti, verso Cooper che però riesce a aiutare Jake a superare il lutto e lo spinge ad andare avanti, grazie alla sua presenza costante ed affettuosa. Una storia melensa e che nemmeno un amante degli animali può digerire fino in fondo.

Nessuna stella.

Rai Storia – Ch. 54 – Banditi a Orgosolo (1961)

Esempio della scuola realista, vede in De Seta un ottimo direttore, non di attori ma di persone. Infatti tutti gli attori sono pastori sardi e la storia vede proprio il loro modo di vivere scontrarsi con la realtà. Un pastore dà asilo a 3 banditi e per questo viene sospettato e braccato dalla polizia. Non ha altra strada se non il banditismo. L’assenza di musiche aggiunte rende il tutto ancora più realistico, per quanto non rivolto ad ogni tipo di pubblico.

4 stelle.

Cine Sony – Ch. 55 – La musica che non ti ho detto (2011)

Una commedia drammatica delicata che prova a farti empatizzare con il protagonista, malato di cancro. Gabriel è ricoverato per un tumore al cervello che gli impedisce di interagire normalmente e gli annulla la memoria a breve termine. I suoi genitori, che non sanno nulla di lui da quando ha deciso di andarsene 20 anni prima, vengono contattati e, grazie all’aiuto della dottoressa Dianne, capiscono che solo la musica rock degli anni ’60 e ’70 riesce a dare emozioni al ragazzo. Così cercano con quella di riavvicinarsi al suo mondo e tornare ad avere un rapporto con lui.

2 stelle.

Italia 2 – Ch. 120 – Trauma (1993)

Un giallo tradizionale che si discosta dalle opere precedenti, fino a pochi anni prima, a cui Dario Argento ha abituato il suo pubblico. Un film che raccoglie spunti psicologici e un realismo interessanti. Aura è una ragazza anoressica di origine rumena ed è fuggita da una clinica. Incontra per caso David che le salva la vita. Viene però riportata a casa. La madre, medium, organizza una seduta spiritica. Dopo una rivelazione in stato di trance viene assassinata col marito. La polizia affida Aura alle cure di uno psichiatra del quale ha paura. Sarà David che l’aiuterà a uscire dall’incubo e che le offrirà il suo amore.

3 stelle, anche se non è il mio film preferito di Dario Argento.

Sante Longo

Laureato in cultura teatrale e scienze dello spettacolo, appassionato di cinema e teatro, ma anche di televisione e musica

10 Risposte

  1. Federico ha detto:

    Il giallo di rai2 sembra interessante 🙂

  2. marta70 ha detto:

    Complimenti a Sante per la cura e la meticolosità della rubrica. Qui 30 gradi anche di sera e tv spenta. Però si possono sempre prendere appunti. Grazie.

  3. Ital ha detto:

    In questo bello spazio …da intenditori ….voglio ricordare un grande della nostra cultura, del cinema e del teatro….che oggi ci ha lasciato : il maestro Zeffirelli…
    Speriamo lo ricordino con qualche film tra oggi e domani..

  4. Bubino ha detto:

    Pronto per il giallo di Rai2, troppo caldo per film da vedere con maggior concentrazione.

  5. Sante Indignato Longo ha detto:

    Grazie a bubino che mentre ero a lavoro ha anticipato la pubblicazione togliendomi un onere 🙂

    Io col caldo non esco di casa se non per raggiungere l’ufficio con l’aria condizionata

  6. Beppe ha detto:

    Stasera proprio nessun film che mi interessi…. Probabilmente uscirò.
    Che mi ha fatto tornare alla mente, caro Sante, con “Mary e il giardino dei misteri”! Adoravo quella serie animata.

  7. Bubino ha detto:

    Ci mancherebbe, a te grazie!

  8. Sante Indignato Longo ha detto:

    Se vuoi te la giro tutta.

    Pian piano sto caricando i suggerimenti di citazioni pop della mia infanzia, facendone uno spazio meno serioso…

  9. Bubino ha detto:

    Ottima aggiunta!

  10. Ital ha detto:

    Cambio di programma all’ammiraglia Rai …con La Traviata …l’omaggio di Rai 1 ….a un grande maestro di arte , cultura , cinema e teatro …che ci ha lasciato oggi ….l’immenso Zeffirelli …
    Quanti ricordi di tv, cinema e opere …a lui legato …
    L’intenso ( piu di tutti quelli realizzati per la tv) …Gesu di Nazareth…che al di la dei piu di 40 anni rimane uno dei capolavori della fiction Tv …di tutti i tempi apprezzato a livello mondiale ….al cinema i bei Romeo e Giulietta, Fratello Sole Sorella Luna ( sulla vita di San Francesco ) , il piu leggero ma molto amato …Il Campione con Ricky Schroder, l’interessante Te con Mussolini , La bisbetica domata con la straordinaria coppia …Richard Burton e Elisabeth Taylor oltre a Storia di una capinera …
    Impossibile…non aver visto almeno una di queste opere famose elencate ….
    Grazie Franco …per le emozioni che ci hai regalato …