Crea sito

BUBINOCINEMA: CONSIGLI SUI FILM DEL 25 GIUGNO IN TV

A distanza di un anno quasi preciso dall’arrivo del “dottorino” su Rai 1, giunge sui nostri schermi un altro Medical-Drama d’impatto che potrebbe avere lo stesso successo, sperando che non venga scippato anche questo dalla cadetta. Andrà a scontrarsi con le repliche di Rosy Abate, in attesa di avere una nuova stagione, su Canale 5. Rai 2 ricorda il concerto rock più importante della storia (e non me ne vogliano i cultori del Live Aid del 1985) attraverso i ricordi di Rita Pavone che 50 anni fa era una spettatrice lì a Woodstock. Continua invece la sfida tra Talk tra Bianca Berlinguer su Rai 3 e Myrta Merlino su La7, mentre prova a farsi strada la trasmissione ideata e condotta da Francesco Facchinetti su Nove, durante la quale presenta mete turistiche italiane per far sì che si possa scegliere la vacanza perfetta. Mentre Facchinetti ci porta in Italia, Giacobbo ci fa scoprire i misteri del Museo Egizio più importante del mondo, proprio al Cairo, nella sua Freedom su Rete 4.

Per chi si fosse perso il debutto degli aspiranti traditi o traditori sull’isola delle tentazioni, ricordo che La 5 la replica stasera, ma sinceramente credo che non ce ne siano molti.

Per gli altri, interessati al cinema in TV, c’è anche oggi vasta scelta.

Italia 1 – Ch. 6 – Transformers – La vendetta del caduto (2009)

Questa volta si punta già ad un ibrido, ben consapevoli (regista, produttori e sceneggiatori) che se avessero ripetuto pedissequamente la formula del primo capitolo, sarebbe stato un flop. E così si punta sul divertimento: un mix tra azione ed elementi da commedia che permettono di non pensare troppo che si sta guardando una mezza ca**ta. Per due ore e mezzo abbiamo il fracasso che stordisce, come negli intervalli tra un concorrente e l’altro ad ATN, scene d’azione sempre in crescendo ma decisamente di qualità inferiori alla precedente prova, la sempre bellissima Megan Fox. I Decepticon tornano sulla Terra con una missione speciale: fare prigioniero Sam Witwicky, il giovane eroe che ha scoperto le origini dei Transformers, e che ha appena varcato la soglia del college. Unica cosa buona di tutto il film: gli effetti speciali.

1 stella e mezzo.

TV8 – Ch. 8 – Infelici e contenti (1992)

Renato Pozzetto pochi anni prima di questo film era stato il protagonista di una commedia che è stata mutuata da Hollywood e il suo ruolo fu coperto da Tom Hanks. Questa volta è invece il co-protagonista di una commedia scialba che scopiazza la prova irriverente americana (Non guardarmi, non ti sento) da cui prende spunto. Aldo, bancario, ex campione di pallanuoto, ora vive in carrozzella per colpa di un incidente automobilistico. Vittorio, mezzo mariuolo, non vedente, si arrangia a vivere con piccole truffe. I due si conoscono per caso e per caso si cacciano in varie disavventure che li conducono fino al casinò di Sanremo dove Aldo ritrova Petrilli, l’uomo responsabile del suo incidente d’auto. Insieme Pozzetto e Greggio non sono male, tanto da rappresentare il fattore positivo del film, nonostante il primo sembri un po’ sottotono. Invece a rovinare ciò che cominciava bene è il moralismo di fondo.

2 stelle.

20 – Ch. 20 – Il luogo delle ombre (2013)

Fantasy-thriller paranormale che non sa bene se andare verso l’horror, verso la commedia rosa o verso il drammatico. Inoltre la sceneggiatura banalotta e gli effetti poco convincenti non permettono al film di prendere la sua strada e decollare. Se non ci si aspetta nulla può sorprendere, ma da un film ci si deve almeno aspettare che sia fatto bene, a meno che non sia girato col cellulare dal vicino di casa che non conosce la differenza da cineamatore e cinoamatore. Nonostante si sforzi di condurre un’esistenza normale, lavorando in un fast food e avendo una relazione con la giovane Stormy (Addison Timlin), Odd Thomas (Anton Yelchin) non può far a meno di ricevere la visita dei defunti che non riescono ancora a staccarsi dalla vita terrena. Tra un’apparizione di Elvis Presley o una di Frank Sinatra, Odd vede soprattutto le anime di chi cerca la risoluzione dei crimini di cui è rimasto vittima o di chi preannuncia episodi di violenza futuri. Ma, quando in città arriverà uno straniero attorniato da ombre sinistre, tutto ciò che gli spiriti gli forniranno sarà solo una data e il ragazzo avrà a disposizione poco tempo per scoprire quale tragedia dovrà evitare. Se il film fosse venuto bene, forse avremmo avuto anche un sequel, dato che il romanzo da cui è tratto ha un seguito.

2 stelle

Rai 4 – Ch. 21 – Desconocido – Resa dei conti (2015)

Film d’azione iberico sicuramente adrenalinico e ricco di suspense, ma decisamente improbabile. Un film che già nella prima parte sembra avviato alla conclusione dato che è tutto già scritto, ma si allunga fin troppo stemperando la minima tensione che sembrava aver accumulato. I difetti però vengono facilmente rivalutati dalla bravura degli attori e del regista. Un giorno Carlos, dirigente di banca, riceve una telefonata anonima mentre cammina in macchina per portare i figli a scuola. Il misterioso individuo che sta dall’altro capo del telefono gli chiede un’ingente quantità di denaro da racimolare in poche ore. Se Carlos non lo farà, la sua macchina esploderà. Pur non essendo un film che consiglierei, si caratterizza come un’opera di genere curata e senza eccessi che sicuramente piacerà agli amanti del genere.

2 stelle e mezzo.

Iris – Ch. 22 – Una pistola per Ringo (1965)

Uno spaghetti-western che è diventato simbolo di un sottogenere senza però essere all’altezza di titoli memorabili come quelli di Sergio Leone. Questo film, con un bellissimo Giuliano Gemma, è mediocre, elementare, quasi accademico, ma ha di buono che sembra quasi essere il precursore di quel Western comico che si farà strada più avanti e che decreterà la morte del genere. In una cittadina del Texas, al confine con il Messico, alcuni fuorilegge hanno rapinato una banca e si sono rifugiati in un ranch prendendo in ostaggio i contadini. Il pistolero Ringo riesce a entrare nel ranch dicendo di essere un ricercato; ma in realtà è d’accordo con lo sceriffo e agisce in vista della taglia. Giuliano Gemma, sino a quel momento, era stato un oscuro caratterista in film d’avventura. Sulla scia di Leone, ma con un gusto più ironico e scanzonato. I risultati dell’esperimento non furono male, Gemma fu lanciato, il film ebbe un seguito l’anno dopo. Nonostante i confronti con gli altri film del periodo lo lascino sconfitto nell’angolo, non è un film da buttare, né da sottovalutare.

2 stelle e mezzo.

Rai 5 – Ch. 23 – I sogni segreti di Walter Mitty (2013)

Un film che vuole stimolare la fantasia e l’immaginazione. Che ne mostra il potere e che ha come obiettivo quello di dimostrare che se si vuole si può. Anche quando il primo freno siamo noi stessi. La storia è leggera e i connotati da giallo iniziale servono solo per mostrare l’evoluzione emotiva del protagonista che grazie alla sua sfrenata immaginazione si fa sempre più consapevole di sé. Walter Mitty (Ben Stiller), timido photo-editor per riviste, è incapace di vivere nel mondo reale e conduce un’esistenza di fantasia, rifugiandosi in un universo in cui è totalmente all’opposto di ciò che egli è realmente e vive avventure fantastiche. Quando però un importante negativo scompare, Walter è costretto ad imbarcarsi in una vera avventura alla sua ricerca.

3 stelle

Rai Movie – Ch. 24 – Smetto quando voglio (2014)

Dopo aver assistito alla trilogia su Rai 3, eccola riproposta, dopo un mese, anche qui. Un film che sembra rubare a mani basse dal cinema americano, ma è un gioco di citazioni venuto bene da parte degli sceneggiatori. Il film è simpatico e anche se si parte dal presupposto che essendo italiano farà ca**re (non mentite, lo fate in molti), riesce a far cambiare idea regalando sorrisi e stupendo con le trovate tutte italiane in situazioni tutte d’oltreoceano. Un gruppo di nerd geniali usa le loro competenze che spaziano dalla letteratura classica alla neurobiologia, dall’economia alle scienze sociali, per spacciare una droga sintetica che non è ancora nella lista nera del ministero. Un finale aperto che ha dato vita a due sequel interessanti e carucci, come caruccio è il cast.

3 stelle

Cielo – Ch. 26 – Nikita (1990)

Da assoluto NON amante del genere, quando vidi Nikita la prima volta me ne innamorai. Mi innamorai della regia, dell’azione, della sensualità della protagonista, fino a farne un riferimento, un confronto, con tutti gli altri film del genere, che puntualmente per il più delle volte, ne esce “sconfitto”. Il film è originale e ben costruito, si sviluppa come dramma psicologico che vede una donna col passato da dimenticare, diventare facilmente una macchina di morte. Nikita, condannata all’ergastolo, in carcere viene ingaggiata dai servizi segreti: ufficialmente dichiarata morta, in realtà viene sottoposta a tre anni di training durissimo, agli ordini di Bob. Dopo un brillante battesimo del fuoco, Bob le dà una nuova identità come infermiera. Nikita conosce Marco, che lavora in un supermarket. I due vanno a vivere insieme, senza che Marco sospetti di nulla. La ragazza vorrebbe smettere, ma i suoi capi non glielo permettono. Intenso e doloroso nel totale cinismo e nell’atarassia che sembra aver divorato ogni personaggio nel film.

4 stelle.

TV2000 – Ch. 28 – Sunday School Musical (2008)

Filmetto di chiara produzione non più che televisiva, decisamente sotto anche gli standard nostrati, parlando di film per la TV.

Per salvare la chiesa a cui fanno riferimento, un gruppo di ragazzi che la frequentano timo l’ACR (YMCA) decide di iscriversi ad una gara di canto e ballo per poter vincere il premio che riuscirebbe a salvare la chiesa e i loro pomeriggi fatti di noia.

Nessuna stella.

Focus – Ch. 35 – Pianeta Rosso (2000)

Film per appassionati di genere, che riesce a rendere indigesto anche un argomento interessante come la conquista di Marte che successivamente, anche in tempi più recenti, ha saputo regalare prodotti sicuramente più interessanti. Corre l’anno 2050: la sopravvivenza del genere umano è in grave pericolo, e un gruppo di scienziati mette a punto un progetto che prevede di utilizzare il suolo di Marte per la semina di alghe in grado di produrre ossigeno. Un equipaggio composto dal comandante Kate Bowman e da altri cinque astronauti parte per una ricognizione: appena effettuato l’atterraggio, però, cominciano i problemi. Purtroppo niente di eccezionale che piacerà agli appassionati e deluderà gli altri, pur ispirandosi a vecchi film di fantascienza.

2 stelle.

Top Crime – Ch. 39 – Delitti a… – Delitto nel vigneto (2016)

Film per la TV che rientra in quella che è una sorta di serialità, ma se presento i True Justice come se fossero film, lo voglio fare anche con queste simpatiche pagine francesi. In procinto di ospitare una degustazione di vino, Julian Mathis, il giovane erede di un prestigioso vigneto, scopre il cadavere del padre in una botte con gli occhi incollati. Katel Leguennec, capo della polizia criminale di Strasburgo, deve condurre le indagini sul caso a stretto contatto con l’ex fidanzato Maxime Keller, a capo del dipartimento di medicina legale. Scopriranno così elementi che portano alla leggenda di Ottilia di Hohenbourg, una ragazza nata cieca e abbandonata dai genitori divenuta la santa protettrice dell’Alsazia.

2 stelle.

Cine Sony – Ch. 55 – Pawn – Fai la tua mossa (2013)

Thriller che inizialmente prova a tenere alta l’attenzione grazie ad incasinamenti vari che attorcigliano la trama, creando quindi anche il motivo principale per cui il film non funziona: i nodi creati DEVONO venire al pettine e qui avviene con sviluppi talmente inverosimili da lasciare quantomeno perplessi. Una rapina di piccolo conto si trasforma presto nel rapimento di alcuni ostaggi quando tre uomini armati irrompono durante una cena in un ristorante. Il poliziotto Will (Forest Withaker) accorre sul posto ma ciò che è accaduto prima della rapina e ciò che accadrà dopo gli riserveranno parecchie sorprese. In un continuo susseguirsi di eventi e giochi sporchi, niente è come sembra: i sequestrati sono meno innocenti del previsto e i sequestratori hanno agito perché provocati da chi non ci si aspetterebbe mai.

1 stella e mezzo. Ma posso scendere facilmente a 1.

Italia 2 – Ch. 120 – Scuola di ladri (1986)

Commedia popolare tra le più riuscite di Neri Parenti e di Massimo Boldi, mentre rappresenta quasi un Neo per Paolo Villaggio e per Lino Banfi, che hanno dimostrato in passato di saper gestire commedie corali in maniera decisamente migliore. È una chiara e farsesca risposta a “Scuola di Polizia” che in quegli anni creò un franchise incredibile, e riesce a divertire per quanto sia proprio di alta qualità. Tre poveracci campano arrangiandosi. Un tal Aliprando, che si fa passare per loro zio, assolda i tre per costituire una società a delinquere: devono imparare a svaligiare gioiellerie sotto la sua guida. La commedia non ha pretese e presenta maschere ben note, il trio Villaggio-Banfi-Boldi alle prese con tre figure di balordi, e Salerno nel ruolo inaspettato del perfido zio che si muove in carrozzella. Le trovate però sono vecchiotte e la comicità è fatta di sketch piuttosto slegati tra loro. Va a collocarsi leggermente al di sopra della media di quel filone di commedie a buon mercato che negli anni ’80 erano solite cercare (e trovare) il successo mettendo assieme tre o quattro nomi noti del cinema comico Italiano.

2 stelle.

Sante Longo

Laureato in cultura teatrale e scienze dello spettacolo, appassionato di cinema e teatro, ma anche di televisione e musica

12 Risposte

  1. Sante Indignato Longo ha detto:

    Oggi in ritardo, ma pur sempre in tempo 🙂

  2. Sante Indignato Longo ha detto:

    Unico film che suggerisco davvero oggi è Nikita.
    Una delle prove più riuscite di Luc Besson.
    Per il resto si può scegliere tra commedie italiane che hanno fatto la storia.

  3. marta70 ha detto:

    Nikita!!! Capolavoro.

  4. Sante Indignato Longo ha detto:

    Decisamente da guardare

  5. Vins ha detto:

    lo guarderò sicuramente oggi, grazie mille come sempre per il post 🙂

  6. Sante Indignato Longo ha detto:

    Grazie a chi lo legge.

  7. Elisa ha detto:

    Magari guarderò Nikita, che ancora mi manca. così sarà la mia terza serata consecutiva su Cielo.

  8. Ital ha detto:

    Stasera cinema poco interessante tranne Nikita …vedo …

  9. Ital ha detto:

    Vi segnalo …per la cucina in Tv ….
    1) su La 7 d ( can. 29 ddt) …la gara di pasticceria … Un dolce da maestro condotto da Rosolino
    2) su Food Network il piacevole tour cittadino …di Simone Rugiati in Food Advisor ….
    Buona serata….

  10. Sante Indignato Longo ha detto:

    Vedi bene…

  11. Sante Indignato Longo ha detto:

    Io stasera cinema

  12. Ital ha detto:

    Io ho ancora 10 minuti per decidere …