Crea sito

BUBINOCINEMA: CONSIGLI SUI FILM DEL 31 LUGLIO IN TV

Oggi si chiude l’appuntamento con Manifest su Canale 5. Sfortunata la messa in onda, ma è un peccato: la serie avrebbe meritato molto di più. A provare a vincere la serata abbiamo SuperQuark su Rai 1, le serie americane su Rai 2 e una costumosa Mini Serie su Rai 3. in casa Mediaset, dalla Puglia, batte la musica con una produzione in collaborazione con Radio Norba. Un festival estivo che potrebbe avere maggiore appeal se fosse formulato con un vincitore, com’era per il Festavilbar. Poi, oltre alle inchieste sull’omicidio del piccolo Loris e della Mafia Nigeriana sul Nove, abbiamo solo film.

E sinceramente suggerisco a tutti di posizionarsi su IRIS e non lasciarla più dalle 21 in poi.

Rete 4 – Ch. 4 – SMS – Sotto Mentite Spoglie (film 2007)

Solita commediaccia italiana noiosa, sciatta, maschilista. In cui le donne tradiscono e si ride dei mariti cornuti. Tutto si dovrebbe basare sugli equivoci, ma qui si sbadiglia col rischio di farsi slogare la mascella. Come abbia fatto Salemme a passare dal buon teatro, che fa ancora e l’ho visto con i miei occhi che lì è un grande, a queste cose, per me resta un mistero. Tommaso conduce una vita matrimoniale soddisfacente, ma scopre con rammarico che la moglie, invece, la trova tragicamente monotona. Per movimentare un po’ la relazione, l’uomo comincia a inviarle sms come se fosse il suo amante: le cose si complicano quando per errore ne manda uno alla migliore amica della consorte.

1 stella.

La7 – Ch. 7 – Missione Tata (film 2005)

Commedia divertente, anche per l’effetto straniante di uno dei simboli dell’action (all’epoca sicuramente) in situazioni decisamente grottesche, per quanto quotidiane.sicuramente un film da guardare in pieno relax sul divano la domenica pomeriggio. Magari sgranocchiando patatine. Al marine Shane Wolf viene affidato l’incarico di proteggere i figli di uno scienziato assassinato mentre era al lavoro su un’invenzione segreta. Il compito non è facile come sembra, visto che Wolf deve vedersela con la teenager ribelle Zoe, il timido quattordicenne Seth, la scatenata Lulu e i piccoli Peter e Tyler. Un po’ ricorda “un poliziotto alle elementari”, solo che qui abbiamo una famiglia nello specifico da proteggere.

1 stella e mezzo.

TV8 – Ch. 8 – Entrapment (film 1999)

Sicuramente un film che strizza l’occhio al passato ma che si sviluppa in chiave un po’ troppo rosa. Il rapporto tra i due protagonisti rovina l’azione in un film che purtroppo si basa solo su di loro e che quindi ha solo questo rapporto da offrire. Per fortuna si movimenta nel secondo tempo, altrimenti sarebbe stato da buttare. Robert “Mac” Mac Douglas è considerato da tutti come uno dei migliori ladri del mondo, così quando viene trafugato un Rembrandt i sospetti si concentrano su di lui. L’investigatrice delle assicurazioni Virginia “Gin” si mette sulle tracce di Mac. Gin pensa di avere già un piano per incastrarlo, ma il ladro è talmente abile da non cadere nella trappola.

2 stelle e mezzo.

20 – Ch. 20 – US Marshals – Caccia senza tregua (film 1998)

Seguito de “Il fuggitivo” di cui però perde il ritmo e l’azione. Il risultato è un film piatto e banale. Si lascia vedere perché il cast e la regia fanno ciò che devono. Ma si dimentica facilmente. Del film non resta nulla. Un ricercato per omicidio, ferito in un incidente stradale, deve essere trasferito dall’ospedale civile a quello del carcere di New York. Durante il viaggio di trasferimento l’aereo cade e Mark scappa.

1 stella e mezzo.

Rai 4 – Ch. 21 – Addio fottuti musi verdi (film 2017)

Possiamo dire che il film mette in evidenza che alcuni Youtubers hanno qualcosa da dire. Ma allo stesso tempo il film ci dice anche che se alla base non hanno dei buoni autori e una buona regia non riusciranno a fare nulla di realmente buono. Ciro è un grafico ultra-qualificato disoccupato. In cerca di lavoro, si ritrova a mandare un curriculum nello spazio, dove troverà attenzione da una società aliena meritocratica.

Nessuna stella. Però se lo vedi come un prodotto di youtube, una stella gliela dai perché ti strappa qualche sorriso. (uso il tu perché solo una persona sceglierà di dare uno sguardo).

Iris – Ch. 22 – Che fine ha fatto Baby Jane? (film 1962)

CAPOLAVORO! Il miracolo reazionario della nuova immagine di diva. Non più la splendente Swanson sul Viale del Tramonto, ma una Davis che reca su se stessa i segni di un tramonto che scava nel fisico, oltre che nella mente. Eccezionale thriller psicologico in cui la verità viene camuffata abilmente ed inverte i ruoli di vittima e carnefice ,un duello tra la Crawford e la Davis pieno di sadismo e crudeltà. Bette Davis è perfetta in tutto. Baby Jane è una bambina prodigio che si esibisce sui palcoscenici dei teatrini e del varietà. Il successo però la fa diventare viziata e prevaricatrice nei confronti della sorella Blanche. Le parti si invertono quando, da adulte, è Blanche ad avere successo come stella del cinema, mentre Jane viene dimenticata. Un incidente interrompe la carriera di Blanche, costringendo le sorelle a una convivenza forzata piena di rimpianti, di odio e di acredine. Ottima interpretazione di Bette Davis e di Joan Crawford, dirette da un grande regista, Robert Aldrich, in una cruento duello sadomaso tra personaggi femminili. Da antologia.

5 stelle.

Rai Movie – Ch. 24 – Gli Invisibili (film 2014)

Film girato per l’attore protagonista, tutto si adatta a lui. Ma in questo caso non è un male. Mette in evidenza l’America delle promesse irrisolte, in cui i valori umani sono persi, ma sono gli unici antidoti per il nichilismo esistenziale che prevarica il resto. George, un uomo in declino, è costretto a venire a contatto con il sistema di aiuto ai senzatetto della città di New York. Senza altre ulteriori opzioni, cercherà di muoversi in un ambiente a lui molto lontano grazie all’aiuto di Dixon, un veterano che sta cercando di riallacciare i rapporti con l’estraniata figlia Maggie.

2 stelle e poco più.

Cielo – Ch. 26 – Monster Shark Attack (film 2012)

La Asylum colpisce ancora. Riesce a divertire nonostante una sceneggiatura inesistente che si basa su uno squalo a due teste, degli effetti speciali che li fa meglio mia nipote col das, errori da youtuber inesperto. Eppure il film scorre e diverte. Sarà anche merito del cast di bellocci e bellocce che fanno pensare più a quanto sia folto il parterre di aspiranti attori in America che al film stesso. Un gruppo di studenti, sopravvissuti a un naufragio causato dall’attacco di una specie di squalo a due teste geneticamente mutato, si rifugia su un atollo deserto. Quando oramai pensano di essere al sicuro, i giovani si ritrovano a dover fare i conti ancora una volta con la creatura e le sue fauci.

Nessuna stella. Ma se si pensa al film come ad un lavoro di contestazione del lavoro cinematografico attento solo agli aspetti tecnici, acquista qualche punto in più.

Spike – Ch. 49 – I cacciatori di tesori – Cronache della tribù fantasma (film 2015)

Fantascienza presentata con una veste diversa e per questo meno banale. Però pur sempre non perfetta. Nel 1979, sulle montagne di Kunlun, viene scoperta una caverna contenente gli scheletri di mostruose creature. Un gruppo di soldati viene mandato in esplorazione e rinviene alcune di queste antiche creature ancora conservate nel ghiaccio, ma dietro la scoperta si nasconde qualcosa di ancor più incredibile: quello che appare come un tempio sembra in realtà opera di una civiltà aliena.

2 stelle.

Italia 2 – Ch. 66 – The Defender (film 2004)

Le solite sparatorie con una trama discutibile. Di positivo c’è che spesso la macchina da presa si concentra sul ferito o morto e ne fa vedere i devastanti risultati, c’è anche il colpo di scena finale. Questo però arriva tardi. Nel senso che per vederlo siamo costretti a vedere tutto il film. Per porre fine alla lotta al terrore, il presidente degli Usa si reca in Romania per un incontro segreto. Con lui viaggiano Lance, veterano della guerra del Golfo, e pochi altri agenti: ma le cose vanno per il verso sbagliato. Lundgren mi ha sempre lasciato interdetto. Eppure è uno dei volti simbolo dei film action. E in questo caso ne dirige uno.

Nessuna stella.

Italia 7 Gold – Ch. diverso in base ai segnali regionali – Vendetta all’OK Corral. L’ora delle pistole (film 1967)

Ennesima versione della sida dell’OK Corral, la più celebre sparatoria della storia della corsa all’oro, anche se in questo caso era la corsa all’argento da poco scoperto in Arizona. In questo film si pensa a quello che è successo dopo. Ma decisamente romanzato. A Tombstone lo sceriffo Wyatt Earp si batte contro Clanton, un trafficante di bestiame. Lo affiancano nell’impresa i suoi due fratelli, Virgil e Morgan, e l’amico Doc Holliday. Clanton viene sconfitto in un duello e, per vendicarsi, uccide a tradimento i due fratelli di Earp. Doc Holliday cerca di convincere l’amico a rinunciare alla vendetta, ma Earp non si ferma neppure di fronte al pericolo costituito dal numero degli uomini al soldo di Clanton: forma un gruppo di pistoleri e affronta il rivale in uno scontro mortale presso l’Ok Corrall.

3 stelle.

Seconda serata

Rete 4 – Al cuore si comanda (film 2003) – Filmettino che racconta, ancora una volta, le crisi esistenziali e sentimentali dei trentenni. Un genere che ha ampiamente rotto le scatole, se non fosse che di trentenni in crisi ce ne saranno sempre e che quindi sempre ci sarà qualcuno che troverà questi film meravigliosi. Tutto sembra fuori posto e inutile. Non è nemmeno troppo melensa. Non è niente. Nessuna stella.

La7 – Ca$h (film 2008) – Un film che sembra voler riprendere il buono da tutti i film del genere di produzione americana. Ma volendo restare a casa, senza sporcarsi. Così viene fuori un film francese, a cavallo tra il noir e il Gangster, con un buon cast. Se lo si guarda in compagnia, senza scervellarsi troppo, scende che è una meraviglia. Come lo champagne. Se no qualche intoppo lo si trova. 2 stelle.

Rai 4 – The Final Girls (film 2015) – Teen Comedy che riporta il film ad un confronto con l’horror slasher. Il mix tra i generi lo rende interessante, ma il confronto con gli anni ’80, che tra l’altro è il tema del film, lo pone in svantaggio. Ed è un peccato, perché se non avesse avuto il freno tirato sarebbe stato un gran bel film. 2 stelle e mezzo.

Iris – Arsenico e vecchi merletti (film 1944)

Uno dei capolavori della storia del cinema. Capra in versione meno angelica, anzi piuttosto cattivello. Con Cary Grant forse al suo massimo. Ma le due ziette le vorrei avere accanto a me. Nonostante il film abbia 75 anni (75 ANNI), si mantiene giovane e diverte ancora, contrariamente a film che spesso non divertono nemmeno al primo giorno in sala. Per di più è a tutti gli effetti il capostipite della Black Comedy. Mortimer Brewster, critico teatrale, va con la fidanzata a trovare le due anziane e amabili ziette. Dopo che Mortimer ha scoperto un cadavere in una cassapanca, le due candide signorine gli confessano senza difficoltà di aver già ucciso una dozzina di vecchietti e di averli sepolti in cantina con la collaborazione del nipote mentecatto Teddy. Dall’omonima commedia di Joseph Kesselring una delle più celebri opere di Frank Capra, scritta in stato di grazia e recitata da un cast impeccabile. Le simpatiche vecchiette assassine e il ritmo dei loro misfatti dimostrano che Capra non è il regista “buonista” che si vorrebbe far credere.

5 stelle.

Rai Movie – A History of Violence (film 2005)

Un film denso e ispirato, in cui Cronenberg si discosta dalle imposizioni hollywoodiane degli ultimi anni. Ricco di significati e sicuramente inquietante, sottolinea che la violenza è disturbante e come tale va raccontata. Il film convince e colpisce anche, e soprattutto, grazie ad interpreti convincenti e ad una regia asciutta ma rigorosa. Più bello alla seconda visione che alla prima, e alla terza più che alla seconda. Per quanto la trama possa sembrare già vista, è il modo in cui viene affrontata che ne sottolinea la grandezza. Tom Stall, padre di famiglia dall’esistenza apparentemente tranquilla, per legittima difesa uccide due malviventi che tentavano di rapinare la sua tavola calda. Da quel momento la sua vita cambia radicalmente, e niente sarà più lo stesso. Il film analizza la violenza che è dentro di noi da cui nessuno può sfuggire. Non c’è nulla di sbagliato in questo film. Un capolavoro.

5 stelle.

Cielo – Mai stata meglio (film 2009) – Commedia simpatica, con una Victoria Abril sfruttata male. Il tema è l’infedeltà, ma non in tempi sospetti. Il tradimento in età adulta, dopo la menopausa, e si usa il sesso come soluzione a tutti i mali e come antidoto per affrontare la realtà che cambia. 2 stelle e mezzo.

Italia 7 Gold – Al di là della legge (film 1968) – Spaghetti Western che richiama i classici avendo la storia incentrata su un dissidio morale. Con i dilemmi interiori di un criminale che si ritrova davanti ai sensi di colpa, avendo conosciuto ed essendo debitore della vittima di un suo colpo. 2 stelle.

Sante Longo

Laureato in cultura teatrale e scienze dello spettacolo, appassionato di cinema e teatro, ma anche di televisione e musica