Crea sito

BUBINOCINEMA: CONSIGLI SUI FILM DEL 5 GIUGNO IN TV

A cura di Sante Longo – Una giornata estiva anche nelle programmazioni televisive, dalla musica, con i premi a chi ha venduto di più, su Rai 1, alle inchieste sociali su Rai 2 e su Nove, passando per lo storico programma di cronaca du Rai 3 e lo sviluppo delle storie di Pratiful e di Carta is the new Black, su Canale 5, che credo monopolizzerà la maggior parte del pubblico, ma anche l’amichevole calcistica su Italia 1 e i documentari sulle grandi battaglie su La7. Oggi le proposte cinematografiche sono meno del solito, ma non meno interessanti.

Rete 4 – Ch. 4 – Troy (2004)

Moderno Peplum figlio del revival del genere dovuto al grande successo del Gladiatore. Purtroppo non è che liberamente tratto dall’Iliade, ma a pensarci meglio, forse è un bene, dato che non dovendo a tutti i costi essere legati ad un testo si riesce ad elaborare meglio immagini e caratteristiche dei personaggi. Qui sono assenti gli Dei, solo citati, ma sono presenti gli uomini, le azioni, i sentimenti, le emozioni. Un lavoro tecnico di alto livello e un ottimo esempio registico con un gran bel cast. 3 stelle.

TV8 – Ch. 8 – Revenant – Redivivo (2016)

Un western crudo e iper-realista che mette in mostra il tema della sopravvivenza con la sete di giustizia. Un apparato tecnico che tocca livelli di perfezione che contrastano con la semplicità della storia raccontata. Siamo nel 1823 e un cacciatore di frodo con trappole (si chiamerebbero trappers, ma poi mi viene il rigetto al pensiero che possano essere consufi con i nuovi “divi della musica”) è ridotto in fin di vita da una cruenta lotta contro un Grizzly. Dopo aver assistito all’uccisione di suo figlio da parte di chi doveva seguirlo fino alla morte, riesce a sopravvivere e a trovare vendetta. 4 stelle e mezzo! Tutto è perfetto.

20 – Ch. 20 – Getaway – Senza via di fuga (2013)

Un film che si è saltato il confronto con altri simili ma più avvincenti nelle sale cinematografiche, anche se in realtà non è proprio da buttare. Un ex pilota di auto da corsa è costretto, sotto minaccia a causa del rapimento della moglie, a commettere un importante furto (una chiavetta USB che contiene informazioni dal valore di miliardi). Controllato a distanza è obbligato a seguire indicazioni assurde, ma sappiamo bene che in realtà nemmeno agli sceneggiatori importava dare un senso alla trama, quanto mettere momenti d’azione collegati verosimilmente tra loro, senza dare l’impressione che si trattasse di un collage. 1 stella e mezza, 2 stelle se ti piace il genere.

Rai 4 – Ch. 21 – Trespass (2011)

Un film che ha delle premesse interessanti, dalla regia alla protagonista femminile, ma anche alla presenza di Nicholas Cage in un ruolo a cui non siamo abituati e per il quale finalmente recita un po’ decentemente. Il problema di questo film è che non ha originalità e quindi non riesce a conquistare il pubblico che sa già come si evolverà il tutto. Moglie e marito vengono presi in ostaggio da un gruppo di criminali in cerca di soldi facili, ma non è tutto così lineare. Meno di 2 stelle, ma più di una e mezza.

Iris – Ch. 22 – Volver – Tornare (2006)

Un film perfetto. Secondo me il migliore dell’universo di Almodovar, e proprio ieri ne parlavo con un mio amico musicolo mentre lui beveva vino e io una birra, ed una nostra amica gli faceva i grattini. Un film che parla della famiglia e della solidarietà interna alla famiglia stessa. Un film che trasuda malinconia e forza matriarcale, in cui tutto è nelle mani delle donne e gli uomini sono o secondari o da tenere lontani. Un film maturo e armonioso che unisce la bruttezza del vissuto con la gioia di vivere, l’innocenza con la forza, il tenero con il grissino che vorrebbe ferirlo. Un cast che commuove e sorprende. Spesso mi sorprende che i migliori film in onda vadano su Iris. 5 stelle!

Rai Movie – Ch. 24 – Sei mai stata sulla Luna? (2015)

non posso liquidarlo come una gran Ca***ta, perché non sarebbe giusto, anche perché Sergio Rubini e Solfizzi ci stanno tutti nei loro ruoli. Ma il film è un’accozzaglia che sembra infinita di banalità e luoghi comuni. Una donna snob e bella che ha avuto tutto dalla vita eredita anche una masseria in Puglia. Va a vedere di che si tratta e si scontra con la vita di campagna di cui si innamora, e non solo della masseria. 1 stella, ma forse meglio mezza.

Cielo – Ch. 26 – The Philadelphia Experiment (2012)

Film per la Tv che altro non è che un remake del film del 1984, con lo stesso titolo, ma che almeno era fatto bene. Questo è debole e inutile. Un progetto segreto studia il modo di riportare in auge il Philadelphia Experiment, che durante la seconda guerra mondiale cercava di creare un’arma invincibile attraverso una nave sperimentale. Che con il riavvio dell’esperimento torna in azione e porta morte e distruzione. Nessuna stella.

La 5 – Ch. 30 – Quando meno te l’aspetti (2004)

Una commedia leggera e vuota, diretta da un regista che ha non pochi successi, nessuno dei quali è merito suo. Una frivola agente di moda si ritrova di punto in bianco costretta a fare i conti con una realtà che non è sua, quando le vengono affidati i tre figli della sorella rimasta uccisa, insieme al marito, in un brutto incidente stradale. Una situazione nuova che la vede impreparata che se sviluppata diversamente avrebbe potuto dare un bel risultato. Invece il lutto è elaborato come se non fosse successo nulla, con una mielosa falsificazione della realtà che dà poco alla storia. 1 stella e mezzo.

Cine Sony – Ch. 55 – L’ultima speranza di Hallie (2006)

Partiamo dal presupposto che è già la quarta volta che Cine Sony lo propone nel 2019 (a gennaio, ad aprile, a maggio e stasera), anche se non sempre in prima serata, quindi quanto meno cerchiamo di capire cosa ci trovano di bello… Ma in realtà è un thrillerino scialbo in cui tutto sembra telefonato. Una giovane donna è costretta a darsi alla fuga con la figlia per mettersi al sicuro, dopo aver scoperto che il patrigno è stato assassinato da un gruppo di poliziotti corrotti. Arriva in una piccola cittadina dove nasconde il suo passato e si innamora di un Ranchero (si chiamano così?) in cerca del lieto fine. Mezza stella, 1 perché c’è Kevin Sorbo.

Italia 2 – Ch. 120 – Fuga di cervelli (2013)

Commedia scorreggiona di quelle che non fanno ridere nemmeno mio nipote di 6 anni. Cinque amici falsificano i documenti e si iscrivono all’insaputa dell’Ateneo più prestigioso d’Inghilterra (Oxford) alla facoltà di medicina che ospita. Il tutto perché vogliono aiutare un loro amico a conquistare la ragazza di cui è innamorato. Una serie di gag e situazioni talmente idiote che dopo averle viste preferireste cavarvi gli occhi. Nessuna stella, anzi rivoglio indietro tutte quelle date oggi, così con questo film andiamo a – 20 stelle.

4 Risposte

  1. Bubino ha detto:

    Con i nostri orari italiani ballerini… fatica sprecata, magari come già fai solo se iniziano alle 20.30 o 22.30 come capitato.

  2. Sante Indignato Longo ha detto:

    Meritava almeno altre 4 o 5 volte.

    Comunque dai, ho spiegato un po’ che parlo della rubrica mentre bevo.

  3. Sante Indignato Longo ha detto:

    Domandina:
    Volete anche l’orario della messa in onda?
    Io non lo indico per un generico orario standard che va dalle 21 alle 21.30 per la prima serata, segnando solo se comincia prima o dopo

  4. Beppe ha detto:

    Sante, ma che ce frega a noi della tua amica che fa i grattini al tuo amichetto mentre prendevate un drink (tra l’altro sembra stessi descrivendo una scena di un film di Almodovar!! 🤣 🤣).
    Scherzi a parte, il film per cui è stato premiato con l’Oscar, Di Caprio, onestamente non mi è mai piaciuto! Ma vuoi mettere “The Wolf” con quel western scontato e inutile? Altro che “Grizzly” , lo dovevano premiare per il “lupo” quegli idioti dell’ Academy!