Crea sito

BUBINOCINEMA: CONSIGLI SUI FILM DEL 9 GIUGNO IN TV

A cura di Sante Longo – Le grandi generaliste oggi offrono di tutto e di più. Il grande sport tra Rai 1 con la finale della Nation League tra Portogallo e Olanda, quindi di poco appeal ma di grande qualità, e il Gran Premio di Formula 1, dal Canada su TV8. La solita serie su Rai 2, il confronto tra Chiambretti su Rete 4 e Giletti su La7,

Canale 5 propone la serialità fictionara, mentre su Nove il docu-reality con il viaggio tra i ristoratori italiani a New York. La novità più interessante è la proposta di Rai 3, ideata da Bosso, per un racconto sulla musica alta, che viene completata anche dal concerto sinfonico su Rai 5. Solo Italia 1 offre film tra le 9 “sorelle”, mentre sulle digitali in chiaro, come sempre, abbondano.

Italia 1 – Ch. 6 – La Furia dei Titani (2012)

Il film è stato girato contemporaneamente rispetto s “Scontro tra Titani”, nel 2010, ma la produzione lo ha completato 2 anni dopo per regalare al pubblico un film banale e senza guizzi, solo tecnicamente senza sbavature. Dialoghi che sembrano frasi fatte o al massimo ideati da ragazzini pre adolescenti in fissa con i videogame. I personaggi principali sono gli stessi del film precedente, a cui si aggiunge Andromeda, che nel precedente era solo citata. Già nella mitologia greca, secondo Esiodo e Apollodoro, si fa confusione tra Titani, Uranidi, Giganti, Ciclopi, Cronidi e tra dei, semidei e comuni mortali. Qui Perseo si ficca nel tenebroso mondo sotterraneo del Tartaro per sconfiggere i Titani ribelli e malefici. Wow, che bello. 2 stelle e anche meno.

20 – Ch. 20 – Knock Knock (2015)

Anche oggi sul 20 ci ritroviamo un film andato solo 10 giorni fa su Italia 1. La curiosità potrebbe spingere a vedere il film per Eli Roth che ha saputo creare molta suspense in passato e Keanu Reeves che difficilmente sbaglia. Ma… la storia sembra tratta da un teen thriller degli anni ’90, con un professionista amato e stimato, sempre morigerato, che appena moglie e figli partono va alla ricerca del divertimento sfrenato. Si porta a casa due ragazzine con cui vorrebbe darci dentro, beate loro, ma che da timide e impacciate si trasformano in assatanate ninfomani che poi vorranno tenerlo sotto scacco, anche minacciando la sua vita. Tutto appare senza senso, ed effettivamente un senso non c’è. 1 stella.

Rai 4 – Ch. 21 – The Impossible (2012)

Un film che parla di sentimenti e che colpisce dritto al cuore di ogni spettatore. Un film che narra la drammatica storia di una famiglia, come tante altre, che si recò in Thailandia per le vacanze e si ritrovò a lottare per uscire da un incubo. Il film parte subito con la famiglia di Maria, Henry e i loro 3 figli che atterrano in Thailandia e arrivano in una località marittima la vigilia di Natale, festeggiando serenamente la giornata natalizia. Ma purtroppo la calma e tranquillità che regna sovrana nel paradiso per famiglie verrà spezzato bruscamente il 26 dicembre 2004 quando un muro d’acqua si abbatte sulle coste in pochi attimi ma con tanta violenza causando morte e devastazione ovunque. E partendo da questo tragico evento, realmente accaduto, “The Impossible” si concentra nel seguire la storia di questa famiglia di come si siano tutti miracolosamente salvati ed infine ritrovati. 3 stelle.

Iris – Ch. 22 – …E fuori nevica! (2014)

Il film è sicuramente gradevole e divertente, ma come altre opere del Salemme regista, risulta troppo teatrale, procedendo per eccesso di gag, giochi di parole e nonsense, un mix perfetto di comicità e malinconia, che riesce a far ridere nonostante si parli anche di malattia e solitudine ed è la trasposizione dell’omonimo spettacolo teatrale del 1995 dello stesso Salemme che però al contrario ebbe un grandissimo successo. Enzo Righi è un immaturo cantante da crociera, costretto a tornare a Napoli a seguito della morte della madre, per la lettura del testamento. Per poter disporre dell’eredità, Enzo dovrà rispettare l’ultima volontà della defunta genitrice: vivere coi due fratelli Stefano e Cico come una vera famiglia. Quasi 2 stelle.

Rai Movie – Ch. 24 – Mr. Deeds (2002)

Non si direbbe, ma questa commedia senza né capo né coda è tratta da uno dei grandi classici della commedia mondiale, diretta da un eccezionale Frank Capra nel 1936. ma in questa trasposizione moderna resta solo una sinossi simile e si perde tutto il resto. In sintesi è la storia di un ragazzo di provincia, dalla vita semplicissima che diventa inaspettatamente erede di un’immensa fortuna e si trova all’improvviso catapultato nell’alta società di New York. Naturale che qualcuno trami per impossessarsi del malloppo, mettendogli alle costole anche la tradizionale tentatrice. Ma alla fine i buoni sentimenti trionfano, con l’accompagnamento non sgradito di un miliardo di dollari. Dispiace vedere Winona Ryder in un film che non merita nemmeno una nota positiva. Nessuna stella.

Cielo – Ch. 26 – Star Trek (1979)

Il primo film cinematografico dell’universo Star Trek. Diretto dal vetusto Robert Wise con una regia lenta e distensiva, questo primo capitolo della saga inizia dove la serie TV finisce. La prima versione cinematografica di Star Trek è sicuramente la più fedele alle serie televisiva originaria, con le atmosfere, le immagini, i suoni, i dialoghi, i rapporti interpersonali e anche la storia scelta. Nel 2300 circa, a bordo della nave spaziale Enterprise , un gruppo di volonterosi si addentra nel complesso di sconosciute energie che costituiscono un terribile nemico che si sta dirigendo verso il pianeta Terra. Un film che di notevole non ha niente, ma che è rimasto nella storia della cinematografia mondiale. 2 stelle e mezzo.

Paramount Channel – Ch. 27 – Ricominciare a vivere (1998)

Una commedia romantica che secondo me non aggiunge nulla al genere, per quanto si sviluppi diversamente dal solito, con dei bei personaggi secondari. Durante una trasmissione televisiva, una casalinga scopre in diretta di essere costantemente tradita da suo marito con la sua migliore amica. Decide così di abbandonare la casa coniugale con la figlia per tornare nella cittadina in cui è cresciuta e tornare a vivere. 1 stella e mezza.

La 5 – Ch. 30 – Le sorelle perfette (2015)

Una commedia dal taglio più televisivo che cinematografico che mostra due sorelle costrette a collaborare per svuotare la casa in cui sono cresciute, dato che i genitori l’hanno messa in vendita. Loro due sono agli antipodi, ma durante questa convivenza forzata scoprono di essere meno distanti di quanto credessero. Viva l’originalità. Però alla fine ciò che conta è che il film riesca comunque a divertire e intrattenere. 2 stelle.

Rai Gulp – Ch. 42 – Asterix e Cleopatra (1969)

Secondo film della saga dedicata ad Asterix. Animazione classica e racconto fintamente storico che mostra, come sempre, la stupidità di chi ha ottenuto il potere. Qui si narra il racconto di una sfida anomala tra Cesare e Cleopatra, una sfida che vede coinvolti anche Asterix, Obelix e gli altri guerrieri gallici che non si sa perché si trovino in trasferta in Egitto. Cleopatra ha scommesso che riuscirà a fare costruire un palazzo in tre mesi dal suo architetto Numerabix, e ce la farà grazie ad Asterix. 3 stelle.

Spike – Ch. 49 – Messi – Storia di un campione (2014)

Probabilmente un film che avrei evitato a priori perché detesto le agiografie, soprattutto di chi è ancora in vita e ancora attivo nella sua professione, ma va ammesso che il Documentario sulla vita di Lionel Messi non è poi così brutto. Assistiamo alla vita di Messi, dalla lotta contro i problemi fisici che hanno compromesso la fase iniziale della sua carriera, ai numerosissimi palloni d’oro vinti che lo hanno reso il miglior giocatore della storia, almeno per numero di premi individuali vinti. Un racconto fatto attraverso immagini del passato e le parole di chi gli è stato vicino in passato e nel presente. 2 stelle e mezzo.

Rai Storia – Ch. 54 – La Duchessa (2008)

La Duchessa è un film che parla di una donna dalle idee liberali, intrappolata in un periodo storico in cui certe caratteristiche non erano ben accette dalla società. Lady Georgiana Spencer è una giovane rampolla destinata in sposa al duca del Devonshire che spera che la sua nuova moglie possa generare un figlio maschio. Forse è vero che la sceneggiatura di questa pellicola tenta di rivoluzionare la figura femminile settecentesca, ma, a un primo sguardo, non si nota nulla di sorprendente nello schermo. In realtà il film vive anche di momenti interessanti, per lo più incentrati sulle svolte narrative che duca e duchessa si trovano di fronte. A volte l’uno, a volte l’altra, riescono ad emergere con la struttura dei loro personaggi, mettendo in atto qualche spunto interessante.

Ciò non toglie che la vicenda narri del classico triangolo amoroso di corte, con la protagonista orgogliosa vittima della prepotenza maschile e la concubina che si approfitta della situazione per trarne un vantaggio personale. È forse il tipo più classico di narrativa al quale si può andare incontro. In definitiva una pellicola un po’ così, che alterna grandi fasi da sbadiglio ad altre interessanti, senza che riesca mai a fare davvero breccia. Gli amanti del genere, però, potrebbero persino amarlo. 2 stelle e mezzo.

Cine Sony – Ch. 55 – Intrigo a Damasco (2012)

Un thriller che affonda le radici nei conflitti in medio oriente. Il film racconta la storia di Adib. Un pomeriggio, in una giornata tipica di lavoro, l’uomo apprende una notizia devastante: sua figlia maggiore, Muna, giornalista, è scomparsa a Damasco. Adib, che non è più tornato nel suo paese natale da più di trent’anni, è costretto a partire per la Siria facendo i conti col suo passato segreto, solo per trovare la ragazza. La storia assume a tratti sfumature da thriller nel mostrare la ricerca disperata di un padre per la figlia all’interno del caos che il Medio Oriente ha lasciato nell’animo del suo popolo. 1 stella e mezza.

VH1 – Ch. 67 – Desperado (1995)

Un film d’azione che si perde nell’esagerazione, fino a diventare noioso e ripetitivo. Il protagonista perde la donna della sua vita e gira per il Messico a uccidere chiunque. Una carneficina senza senso. Unica cosa buona è la bellezza scenografica di Salma Hayek e il machismo di Banderas, che però ormai non vedo più credibile dopo averlo visto parlare con Rosita, la gallina, mentre faceva i biscotti… Mezza stella, se proprio devo essere buono arrivo ad una.

6 Risposte

  1. Bubino ha detto:

    L’avevo già vista, le premiere delle fiction cerco sempre di vederle, poi continuo a guardarle se mi “prendono”.

  2. Sante Indignato Longo ha detto:

    Volendo puoi vedere la fiction su premium, con uno dei film TV della serie purché finisca bene

  3. Bubino ha detto:

    Ormai fanno il giro di tutte le reti ogni volta.

  4. Federico ha detto:

    Knock knock di nuovo dopo il flop di italia1 di appena due settimane fa….

  5. Bubino ha detto:

    Questa sera la fiction, torno ai film estivi presto però.

  6. Padre Alessio Gaudino ha detto:

    Bel film The Impossible