Crea sito

BUBINOPEDIA – ARCHIVIO STORICO AUDITEL #19: MARIA DE FILIPPI STORY (1992-1997) — AMICI, AMICI DI SERA, AI MIEI TEMPI, EVA CONTRO EVA

BUBINOPEDIA - ARCHIVIO STORICO AUDITEL #19: MARIA DE FILIPPI STORY (1992-1997) — AMICI, AMICI DI SERA, AI MIEI TEMPI, EVA CONTRO EVA

BUBINOPEDIA – ARCHIVIO STORICO AUDITEL #19

State cercando degli ascolti di qualche programma in particolare e proprio non riuscite a trovarli tra Google e Wikipedia? L’archivio storico di BubinoPedia cercherà di raccogliere in un posto facile da consultare i dati più introvabili o che richiederebbero ricerche avanzate per tutto il web, compresi gli ascolti televisivi dei film di cui di solito non si tiene traccia. Potrete così conoscere l’andamento degli ultimi passaggi televisivi di determinati prodotti o aiutarvi anche nella previsione del Totoshare: ogni volta che ne avrete bisogno potrete consultare l’apposita categoria o effettuare una ricerca all’interno del sito sfruttando l’apposito spazio nella colonna di destra. I tag che applichiamo dovrebbero agevolare questo tipo di ricerca anche a distanza di tempo.

Oggi iniziamo una serie di appuntamenti dedicati alla carriera televisiva di Maria De Filippi, un buon modo per iniziare l’anno, anche in vista della prossima partenza di C’è Posta per Te. Il debutto televisivo avviene il 26 settembre 1992 – il caso vuole che sia anche la data di nascita di chi vi scrive (permettetemi la nota di colore!) – con la seconda edizione del talk pomeridiano Amici in onda su Canale 5 alle ore 15:00, subentrando a Lella Costa. Il programma cresce sempre di più in ascolti, raggiungendo la quota share del 23% pari a tre milioni di spettatori. Come vedremo anche in seguito, Maria ha sempre fatto del sociale e delle storie della gente il suo punto di forza principale: infatti le prime puntate di Amici sono ben lontane da quelle che noi immaginiamo con il talent “Amici di Maria De Filippi”.

In studio ci sono circa settanta ragazzi e spesso i temi riguardano anche i genitori, visto che l’età su cui ci si concentrava era quella dai vent’anni in su: un mondo diviso tra il passato e il futuro, tra lo studio e l’incoscienza. Ma non solo, anche casi forti che mettono al centro le paure, come la sieropositività di una giovane di 31 anni che racconta la sua storia e dialoga con il pubblico di ragazzi e ragazze da 15 anni in su, ma anche tossicodipendenza e le sofferenze del carcere. Il programma è firmato con Alberto Silvestri e la regia è di Grazia Michelacci, un prodotto che verrebbe da definire quasi “nordico”, pur presente nell’Italia di più di vent’anni fa e che invece non si ritrova nel 2014, ormai 2015. Verrebbe da dire: un peccato. Se riproposto al giorno d’oggi verrebbe spedito in seconda, se non in terza serata.

A tal proposito, in questa fascia oraria Maria condurrà su Rete 4 il talk “Ai miei tempi” per un totale di 13 puntate ogni sabato a partire dalle 23. Il programma trattava argomenti di vario genere mettendo a confronto tre generazioni differenti tra pro e contro e le opinioni del pubblico in studio. Ad esempio uno dei primi temi fu quello della castità, in cui scopriamo che Rita dalla Chiesa è a favore, al contrario di Massimo Ghini: i due erano ospiti della prima puntata, al fianco di un ventenne e di un anziano, entrambi sconosciuti. Tra gli altri argomenti, tradimenti, risparmio e figli. Il talk non nasceva per far concorrenza ad “Harem” di Caterine Spaak su Rai Tre, ma per proporre una trasmissione differente su una rete che a quell’ora solitamente occupa(va) il palinsesto con dei film. Insomma, a sentire le dichiarazioni dell’epoca di Paolo Vasile (Fininvest Roma), “Ai miei tempi” nasceva come progetto alternativo per un pubblico maturo.

Veniamo quindi ad “Amici di Sera” che continua il filone del daytime, dedicandosi ancor di più all’attualità, ad esempio ospitando in una puntata gli amici di varie vittime del sabato sera, raccontando le esperienze nelle discoteche e il rapporto che c’era stato con loro fino a prima dell’incidente, oltre alla raccolta di testimonianze del personale che denunciano lo spaccio di droga. La prima stagione del 1995 è particolarmente sofferta a causa della concorrenza di Rai 1 con il programma di Pippo Baudo “Numeri Uno” che ogni sera raccoglie circa il 30% della platea televisiva. La media di Amici di Sera 1995 è di 4.434.000 spettatori e il 16% di share.

Dal 1996 la trasmissione passa al mercoledì ed è subito boom di ascolti. La media finale è di 6.089.000 telespettatori. Vediamo nel dettaglio alcune delle puntate:

Messa in onda Orario Rete Tlsp Share Rank Gen
Mer 24/01/1996 20:45 Canale 5 5.912.000 21,64% #2
Mer 31/01/1996 20:45 Canale 5 7.099.000 26,22% #1
Mer 07/02/1996 20:45 Canale 5 6.458.000 23,02% #2
Mer 14/02/1996 20:45 Canale 5 6.337.000 24,80% #2
Mer 21/02/1996 20:45 Canale 5 4.765.000 17,28% #2
Mer 13/03/1996 20:45 Canale 5 7.262.000 26,99% #1
Mer 08/05/1996 20:45 Canale 5 6.986.000 27,24% #1
Mer 15/05/1996 20:45 Canale 5 7.385.000 28,98% #1 | Fine

Curiosità: Mara Venier si è scontrata contro Maria De Filippi il 14 febbraio 1996 con uno speciale di Domenica In su San Valentino, vincendo la serata, anche se soltanto in termini di telespettatori (6.705.000 – 24,62%). La puntata del 21 febbraio va contro il Sanremo ’96 di Pippo Baudo, mentre il 13 marzo 1996 Maria batte Rai 1 che trasmetteva la partita Italia – Portogallo (7.250.000 – 25%).

Mentre l’appuntamento quotidiano anticipava sempre più di orario fino a consolidarsi nello slot delle 13:40, la versione serale di Amici chiuderà con la stagione 1997 sia a causa dei riscontri in calo sia per colpa di alcune normative che ostacolavano la spettacolarizzazione di vicende famigliari nella fascia di prima serata. La media è di 4.749.000 telespettatori, inficiata da numerosi scontri con le partite della Supercoppa Europea (Italia 1), della Nazionale di calcio (Rai 1) e ancora della Coppa Italia (Rai 1), tutti incontri che si disputavano il mercoledì sera; di seguito i dettagli di alcune puntate.

Messa in onda Orario Rete Tlsp Share Rank Gen
Mer 08/01/1997 20:50 Canale 5 6.255.000 23,39% #1 | Inizio
Mer 13/02/1997 20:50 Canale 5 4.325.000 15,20% #2
Mer 15/05/1997 20:50 Canale 5 4.523.000 19,29% #1

Dal 4 all’8 marzo 1996 Maria conduce in via sperimentale il talk “Eva contro Eva” approfittando della settimana dedicata alla festa delle donne e confermando l’orario delle 14:15. Il format è più o meno simile alle precedenti avventure: da una parte gli uomini, dall’altra le donne e temi ed esperienze di vita di cui parlare. “Eva contro Eva” non era nato come un progetto a lungo termine, e invece dal settembre dello stesso anno diventerà quel che noi conosciamo tutt’ora con il nome “Uomini e Donne”. Ma di questo parleremo meglio nei successivi appuntamenti.

A partire dal settembre 1997 Amici trasloca su Italia 1 nello slot che va dalle 14 alle 16, ma per lei non è una retrocessione. Gori infatti passa dalla direzione di Canale 5 a quella del canale giovanile, e in un rapporto di reciproca stima e riconoscenza Maria deciderà di portare Amici sul tasto 6 del telecomando. Inoltre, Gori salvò la prima edizione serale Amici dalla cancellazione nel ’95 perché non soddisfaceva i vertici di Publitalia, l’agenzia che gestisce la pubblicità delle reti Mediaset.

NOTE DI COLORE

Tra le altre note di colore da segnalare in ambito televisivo ci sono la causa a “Forum di Sera” e il rumor del passaggio in Rai, entrambe risalenti al 1994.

A “Forum di Sera”, Maria De Filippi è protagonista di una causa della puntata del 28 giugno 1994 in cui la conduttrice denuncia il suo salumaio di fiducia reo di non aver inserito il prosciutto nella busta della spesa, che invece risulta pagato nello scontrino fiscale. Tornata nel negozio, l’equivoco viene chiarito, ma la De Filippi all’uscita viene “beccata” dalla Guardia di Finanza ed entrambi vengono multati. Così Maria chiede al giudice Licheri di Forum di far pagare al salumaio entrambe le multe: come sarà andata a finire la famosa causa? Sicuramente dal punto di vista Auditel niente di eccezionale: classica serata vinta da Rai 1, che aveva il traino della super-partita dei Mondiali USA ’94, Italia-Messico, andata in onda nel preserale con 23.807.000 spettatori e l’85,55% di share (26.846.000 alle 20:20).

A fine aprile dello stesso anno un pazzo rumor del giornale “Avvenire” dava per certo il contratto firmato con la seconda rete Rai per portare Maria De Filippi a Viale Mazzini insieme a tutti i suoi programmi. Già si dava per certa anche la fuga di Maurizio Costanzo, come parte del pacchetto. La realtà dei fatti invece la conosciamo, ma non tutto era falso: Maria era stata corteggiata dai direttore di Rai 2 e Rai 1 con proposte simili (un programma da daytime, con una possibile seconda serata). L’offerta di Minoli era decisamente interessante per la De Filippi, ma c’erano numerose tessere del puzzle da incastrare, anche perché nel daytime di Canale 5 scalpitava anche Alberto Castagna con “Sarà vero”, mentre Marta Flavi era preoccupata per il suo “Agenzia matrimoniale”. Alla fine Maria resterà a Canale 5 e il programma che doveva condurre per Rai 2, “Davvero”, fu affidato a Sveva Sagramola.

Ovviamente da non dimenticare il matrimonio con Maurizio Costanzo avvenuto il 23 agosto del 1995, stesso giorno del compleanno del celebre conduttore, dopo almeno quattro-cinque anni fidanzamento, dato che i primi incontri risalgono al 1990. Maria, più giovane di 24 anni rispetto a Maurizio, si sposava, non senza alcune resistenze e dubbi da parte dei suoi genitori come era lecito aspettarsi, di fronte ad un esercito di fotografi che definì “un incubo”. Diversi dettagli dell’avvenimento si possono ritrovare in quest’articolo d’epoca de La Repubblica: clicca qui. Ancora oggi, dopo quasi 20 anni di matrimonio, l’amore è grande e il rispetto reciproco, ed entrambi rifarebbero tutto.

Segno che il destino fa di noi quel che vuole ma anche che noi facciamo quel che vogliamo di lui, le ambizioni di Maria non riguardavano certo la carriera televisiva: figlia di un rappresentante di farmaci e di un’insegnante di greco, la De Filippi si è laureata in Giurisprudenza con 110 e lode e il suo obiettivo era ovviamente quello di entrare nel mondo della giustizia. In una puntata de “Il Senso della Vita”, Maria spiega che nessuno rispondeva mai alle sue richieste e che in un concorso venne bocciata in diritto civile. La madre, premurosa, contattò il suo primo amore pur di trovarle un lavoro: inizia così come redattrice di tesi, poi collaboratrice per l’Istituto di Ricerca Sociale e infine offre aiuto in un servizio legale di una società di videocassette. In un convegno contro la pirateria a Venezia del 1989, Maria incontra Costanzo che dopo alcuni mesi le offrirà un lavoro nella Simco, società di immagine e comunicazione, fino a diventarne sua assistente personale. Il resto della storia è nota.

Prossimo appuntamento questo sabato!

6 Risposte

  1. amazing2015 ha detto:

    io ricordo che tipo alla 3/4 edizione,le puntate del sabato pomeriggio avevano una media di circa il 33%

  2. darkap ha detto:

    Amazing, purtroppo si sa solo una media approssimativa che è quella riportata nel post. Il resto dei dati e’ difficilissimo da recuperare, almeno io non li ho trovati

  3. darkap ha detto:

    Pongo, non ti preoccupare arrivano anche quelli appena arriviamo al 2000 😉

  4. pongo ha detto:

    vorrei conoscere tutti i risultati delle puntate delle prime edizioni di c’è posta??grazie

  5. amazing2015 ha detto:

    si possono sapere gli ascolti dei pomeridiano di amici nella prima edizione e delle puntate del sabtao?

  6. bamba ha detto:

    Boom Mariah con Amici talk. Io ce lo vedrei bene il sabato prima di Amici talent, con gli stessi ragazzi, evitando BB e anteprime varie.

    Esperimento dimile pare essere 120 con la Toffa dei boom, vedremo come sarà