Crea sito

CARTA D’IDENTITA’: ENRICO MENTANA

http://www.dagospia.com/img/foto/06-2016/maratona-mentana-811052.jpgFra pochi minuti partirà su La7 la nuova, immancabile #maratonamentana (dalle 16 alle 20) con il mitologico Enrico Mentana. Quando la politica chiama, non ci sono feste, ponti o altro che tengano… Chicco risponde sempre, e con lui Alessandra Sardoni che in diretta dal Quirinale ci aggiornerà sull’esito degli ultimi colloqui – Forza Italia con Silvio Berlusconi in testa, Movimento 5 Stelle e Partito Democratico – prima della nascita del nuovo governo.

Ecco la carta d’identità by Crypto!

NOME: Enrico
COGNOME: Mentana
SOPRANNOME: Mitraglietta ma per gli amici Chicco
PROFESSIONE: Maratoneta

Enrico Mentana, giornalista di spicco per l’informazione di La7, è una garanzia per professionalità, competenza e rispetto di ogni parte politica.

Ha cominciato in Rai la sua carriera ma è alla corte di Berlusconi dove ha iniziato la sua ascesa mediatica, prima fondando il telegiornale più importante delle reti Mediaset e poi come conduttore di programmi di approfondimento politico e sociale come Matrix.

Il suo passaggio a La7 nel 2010 segna per lui un nuovo inizio, tornando a svolgere il ruolo di anchorman dell’edizione delle 20. Il successo, per quanto non scontato visto lo scontro con i titani TG1 e TG5, è immediato, e l’edizione da lui condotta ottiene ascolti medi del 7.5% con punte che vanno oltre l’11%. Ascolti importanti, soprattutto se si valuta il crollo degli altri telegiornali concorrenti, in primis il tg1, e la mancanza di traino che invece i suoi competitors possono sfruttare. Negli anni successivi gli ascolti si sono ridimensionati, restando comunque ottimi.

Tratta principalmente di politica nostrana e internazionale e di economia, con spazio alla cronaca del giorno senza però cadere mai nella retorica e nel cattivo gusto che contraddistingue altre testate.

Conduttore di molti speciali in prima e seconda serata, come Bersaglio Mobile e Sì’ o No, è famoso per le sue lunghe maratone in diretta durante le elezioni più importanti. Sono diventate un punto di riferimento per molta platea televisiva, tanto da ottenere nell’ultimo speciale di domenica 4 dicembre un 11.5% con picchi oltre il 20% e un seguito sui social fenomenale con quasi 240.000 interazioni tra facebook e twitter, lasciandosi alle spalle toptrend come Xfactor e Braccialetti Rossi.

E’ un accanito utilizzatore dei social, dove espone senza remore le sue opinioni, rispondendo in prima persona a messaggi e critiche. Risponde a quasi tutti, provate per credere, soprattutto se non si condivide una sua idea o la si valuta in modo sbagliato.

Seguirlo è sempre un piacere, anche quando arriva in studio in ritardo e col fiatone si mette a presentare i titoli. I servizi sono sempre ben curati e chiari, il suo modo di appassionarsi agli argomenti politici, quasi ossessivo, crea nel telespettatore medio, anche poco avvezzo a seguire questi temi, interesse e senso critico.

Ha costruito attorno a sé una squadra di giornalisti di tutto rispetto, da Gaia Tortora e Paolo Celata che lo sostituiscono nei weekend, ad una Alessandra Sardoni che con la sua competenza ha saputo ritagliarsi ruoli importanti, da inviata prima a conduttrice del tg e di programmi poi.

Uno stacanovista come lui non poteva farsi mancare nemmeno un’appuntamento quotidiano in radio su RDS.

Che aggiungere ancora? Ah sì, è tifoso dell’Inter, peccato davvero, ma ci piaci talmente tanto che ti perdoniamo questo piccolo difetto.