Crea sito

CHIARA CONTI: DAL BOOM DI BUTTA LA LUNA ALL’OBLIO. OGGI LA RINASCITA CON RICCIARDI E UN POSTO AL SOLE

Era il 2006 e il successo di “Butta la Luna” colse molti di sorpresa. Fiona May, Giampaolo Morelli e Chiara Conti. La gente in strada la chiamava Cosima tale era l’impatto mediatico della serie di Rai1, come ricorda lei stessa in una lunga intervista al settimanale Gente.

Sulla scia della fiction di Rai1, entra nel cast de “Le Ragazze di San Frediano” affiancando Vittoria Puccini, Martina Stella e Camilla Filippi. Un altro successo di ascolti. Sembrava la consacrazione, ma dopo la seconda stagione di “Butta la Luna”, che non replicò il successo, i ruoli si sono diradati. Da protagonista a piccole parti e anni in “panchina”.

Ora è tornata con due ruoli importanti. Ha interpretato la mamma del commissario Ricciardi, nell’omonima fiction di Rai1 appena terminata con quasi 6 milioni di telespettatori, ed è nel cast fisso di “Un Posto al Sole”, ogni sera su Rai3 nei panni della nuova cattiva, Lara Martinelli. Partiamo dal commissario Ricciardi.

Ho letto tutti i libri di De Giovanni e in passato gli avevo inviato una email per dirgli che, se mai il commissario Ricciardi fosse diventato una fiction, mi sarebbe piaciuto moltissimo interpretare Livia. Quando fui chiamata per il provino dal regista Alessandro D’Alatri venivo da un periodo molto difficile perché ero ferma da un po’ e mi stavo disinnamorando del mio lavoro.

Il provino per la parte di Marta è durato tantissimo, un paio d’ore, e ho sentito tutta la cura che la produzione, il regista e la troupe stavano mettendo in questo lavoro. Il pubblico sente che ognuno di noi ha lavorato con passione. Lo stesso Lino Guanciale, che avevo già incontrato per una piccola parte ne “L’Allieva”, è una persona che negli anni non si è montata la testa.

Il debutto in tv di Chiara Conti, come per diverse attrici e conduttrici che vediamo oggi come protagoniste tra tv e cinema, risale a “Non è la Rai”, lo show cult di Gianni Boncompagni andato in onda negli anni ’90 nel pomeriggio di Italia 1.

Boncompagni mi volle a tutti i costi. Ero timidissima, ma quel programma geniale mi aiutò a stare davanti a una telecamera. Era una vetrina eccezionale, ognuna di noi aveva molti fan che scrivevano lettere e mandavano regali. Una volta dissi che mi piacevano i cappelli e in camerino il giorno dopo me ne trovai 300!

Il successo personale più grande arriva con “Butta la Luna”, la serie andata in onda su Rai1 in due stagioni e che segnava il debutto di Fiona May nella recitazione. Una grande storia popolare che raggiunse, nell’ultima puntata della prima stagione, oltre 8,5 milioni di telespettatori e uno share superiore al 32%.

La gente mi fermava per strada, mi chiamava con il nome del mio personaggio, Cosima. Era un’emozione bellissima.

Da qualche mese, Chiara Conti è entrata nel cast della più longeva soap italiana, “Un Posto al Sole”. La sua Lara Martinelli si candida a diventare la nuova cattiva dopo l’uscita di scena di Marina, interpretata da Nina Soldano.

Lara è una dark lady. Una donna pianificatrice e pronta a tutto pur di raggiungere i suoi scopi. Non avevo mai vestito i panni di una persona così ed è divertente perché io sono proprio l’opposto.

1 Risposta

  1. Veu ha detto:

    Purtroppo ha un percorso comunissimo a moltissime sue colleghe, ce ne sono tantissime, bellissime e bravissime, che sono in panchina da anni oppure devono fare solo ruoli di secondo piano mentre altre meno belle e meno brave fanno sempre le protagoniste.
    Secondo me c’è una lobby dietro che impone sempre quei tot volti tra l’altro nemmeno più giovanissime altrimenti non si spiega il successo di alcune senza nè arte nè parte o comunque nè particolarmente brave e nemmeno particolarmente belle che ingiustificatamente si vedono di continuo con sempre ruoli da protagoniste o di primo piano.