Crea sito

CIAK, SI GRAFFIA! – 50 SFUMATURE DI NERO

CIAK, SI GRAFFIA! - 50 SFUMATURE DI NERO

CIAK, SI GRAFFIA! – LE RECENSIONI DI MICENE

Carissimi amici, eccoci al secondo appuntamento con CIAK, SI GRAFFIA! Dopo il grande successo del primo articolo dedicato alle avventure di Belle, oggi cambiamo totalmente genere. Ci tuffiamo nelle perversione e nell’erotismo di una delle saghe (non seghe, è tutto sotto controllo, cit.) più controverse del nostro cinema. Quelle sfumature che hanno conquistato tutti gli spettatori porcellini e non solo. Benvenuti nel mondo (o meglio nel letto) di 50 SFUMATURE DI NERO.

Partiamo subito dal presupposto che il film cade nell’errore tipico delle pellicole ispirate a dei libri, ossia il distaccarsi in maniera troppo netta dal testo originale. Ciò provoca da un lato la perdita delle caratteristiche intrinseche dei personaggi e dall’altro la scarsa approvazione degli accaniti lettori verso l’opera cinematografica. Non lo definirei assolutamente un capolavoro, ma per essere un film a bassissimo budget (57 milioni di dollari), direi che la pagnotta se la porta quasi a casa. Passiamo ai top e flop di questo secondo capitolo della storia di Anastasia Steele e Christian Grey.

TOP

L’interpretazione intensa di Kim Basinger (Mrs Robinson): calmi, non è affatto la protagonista della canzone di Simon e Garfunkel, bensì l’iniziatrice di Christian Grey. Colei che per la prima volta l’ha fatto entrare nel mondo della perversione, la milf che tutti vorrebbero accanto. Kim appare in una decina di scene ma conquista tutti anche solo coi suoi silenzi. Non la scopriamo (non toglieteci la r please) di certo oggi. La sua carriera è costellata di successi che parlano per lei. Un’icona di stile e di classe che rimarrà sempre nell’immaginario collettivo come la donna che ha messo in piedi lo spogliarello storicamente più sexy della storia, ciò che in 9 settimane e ½. ha provocato svenimenti a catena, citofonare a Mickey Rourke (e poi non dite che non accontento voi etero).

Le musiche giovanili: musiche azzeccatissime al target a cui il film si rivolge (vecchietti allupati a parte). Sapientemente scelte da un ottimo team, coinvolgono lo spettatore sottolineando la forza e l’importanza di ciascuna scena. Non c’è che dire, Danny Elfman (American Hustle, Alice in Wonderland) colpisce ancora.

La sequenza thriller tra Leila e Anastasia: un’ ex schiava di Christian (Leila) torna alla ribalta minacciando Anastasia con una pistola. Ma come nei film d’amore che tanto i nostri over amano, arriva lui e salva la sua dama. Una volta uscita di scena Anastasia, vediamo Christian che costringe Leila ad inginocchiarsi, ma l’immagine stacca e non sappiamo cosa succeda dopo (vibratore, frustino o collare? Non ci ho dormito la notte). E’ il momento della svolta. Anastasia capisce che una vita con Christian è da considerarsi come un’utopia. Eppure dopo il brillante da 30 mila carati che lui le regala, la bella moretta comincia a riconsiderare la propria posizione, ehm…. intenzione. E che caso! (cit.)

FLOP

Il cambiamento di Christian Grey: dimenticatevi l’uomo dominante del primo film. In questo secondo capitolo non ve n’è traccia. Molte volte chiede addirittura il permesso per fare sesso, e tutti i nostri sogni erotici di farci sculacciare dal bel Jamie Dornan vanno in frantumi, sostituiti dalla voglia di schiaffeggiarlo per dargli na svegliata. Ecco perché gli incassi son calati da 577 milioni di dollari a 377, abbiamo perso la quota maial sadica. La mia reazione nel vedere un ex porcellone come Mr Grey trasformato in un teletubbies è stata su per giù questa…

Tanti momenti di noia mortale: manca totalmente il ritmo, per 100 minuti il divano diventa il nostro migliore amico, si so addormentati pure i pop corn che ho preparato per l’occasione zzzzzzzzz. Unici sussulti negli ultimi 20 minuti riguardano il calcolo della media geometrica delle spupazzate dei due protagonisti, media comunque molto in calo rispetto al primo film, ahi ahi ahi (no, non voleva essere un’imitazione della protagonista giuro).

Buchi narrativi come se piovesse: dopo la grande polemica sul primo film, stavolta quella furbona della scrittrice E.L.James (che ricorderemo sempre come una delle donne più scaltre della storia, colei che ha venduto i diritti di tutti e 3 i libri in un pacchetto unico prima di constatarne il successo spropositato) risulta presente sul set alla cifra modica di 25 mila dollari al giorno, eppure la situazione non cambia molto. Buchi narrativi a iosa, personaggi spuntati praticamente dal nulla (come la Basinger, mai veramente introdotta). Curioso pensare che la Basinger si chiami Elena nel film, mi aspettavo a sto punto che la Goggi uscisse dalla stanza dei giochi e urlassee ELENAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH.

Voto al film: 5+

Anche per oggi siamo giunti alla fine del nostro appuntamento, vi lascio come al solito il trailer del film. Alla prossima con Ciaaaaaaaaaaaaaaak, si graffia! Ciauuuuuuuuuuuu

35 Risposte

  1. Micenedisagitter ha detto:

    Ciao Fede.

    La verità? E’ quasi impossibile giudicarla per questo film specifico. I dialoghi sono talmente imbarazzanti che l’attrice oltre a 4 gemiti e due piegate a 90 praticamente non è tenuta a fare niente.

    Non la ritengo malaccio, totalmente sprecata qui. Ma pure lui eh, andrebbero valutati in ruoli più complessi.

  2. Fede ha detto:

    Elenaaaaaahhh! Micene, una tua valutazione su Dakota Johnson?

  3. Nuzzler ha detto:

    Ahahah mi fischiano le orecchie ghghgh

  4. GP9⚽⚽⚽ ha detto:

    Concordo sulla Milfinger Micenedisagitter, gazie per aver pensato a noi

  5. Micenedisagitter ha detto:

    Perchè il terzo libro (50 sfumature di rosso) è basato sull’innamoramento totale di lui, diventa una storia ancor più banale.

  6. Micenedisagitter ha detto:

    Nuz a sto giro mi viene sul serio ihihihihi

  7. #PEPPE ha detto:

    Che dici di recensire La la land????

  8. Modica2 ha detto:

    Perché?

  9. Micenedisagitter ha detto:

    Grazie Effy, è un piacere ricevere un commento da te che sei una grande cinefila 🙂

  10. Micenedisagitter ha detto:

    Grazie darkap 🙂

    Il live sarà uno spasso da bollino rosso

  11. Micenedisagitter ha detto:

    Grazie Modica 🙂 speriamo facciano il terzo hot, ma non credo

  12. Micenedisagitter ha detto:

    Grazie Giu 🙂

  13. Micenedisagitter ha detto:

    Grazie Gianlu 🙂

  14. Micenedisagitter ha detto:

    Grazie capo 🙂 alla prossima

  15. Micenedisagitter ha detto:

    Compaesano speriamo.

  16. Micenedisagitter ha detto:

    Grazie Veu 🙂

  17. Micenedisagitter ha detto:

    Certo Peppino 🙂

  18. Micenedisagitter ha detto:

    Grazie Max

    Era doveroso un omaggio alla Goggi

  19. Micenedisagitter ha detto:

    ahahahahha Grazie Nuz :*

  20. Effy ha detto:

    Inizio dicendo che secondo me meriti degli applausi anche solo per essere riuscito ad arrivare alla fine di questo film ahahha. Ho cercato di vedere il primo, ma trovavo tutto così ridicolo. I dialoghi sono imbarazzanti davvero, da rivalutare le fiction ares (almeno lì ridi). Ho amato la descrizione dei momenti flop!

  21. MasterBB ha detto:

    capito! grazie.

  22. Micenedisagitter ha detto:

    No, per loro è un costo basso.

    Le commedie americane hanno un costo di 40 milioni di dollari per dire.

    I Kolossal costano dai 100 in su, dipende

  23. MasterBB ha detto:

    Si
    Non parlo pero degli incassi, ma del costo in sè.
    Tolti i Kolossal che sicuramente costano cifrone, 57 mln di dollari mi pare un costo medio

    mica son poveracci come noi, che fan film da 5 mln di costo e poi si aspettano pure incassi alti

  24. Micenedisagitter ha detto:

    Più o meno quelle cifre.

    Questo ha una grandissima resa e costa poco, ma principalmente perché la maggior parte delle scene son girate nell’appartamento di lui.

    Poche scene in esterna e alcune ricostruzioni, ma non è costoso come film.

    Per dirti, barriere di Denzel Washington è costato 34 milioni di dollari ma ne ha incassati 60.

  25. MasterBB ha detto:

    Micene, ma 57 milioni di euro è basso budget?

    quanto spendono gli americani per un film non kolossal?

  26. Micenedisagitter ha detto:

    Sale tu sei minorenne, non so manco se potessi leggerla ihihihih

  27. SALE ha detto:

    Bravissimo Micene!

    Amo queste recensioni hot!

  28. Nuzzler ha detto:

    Micene Micene
    Il tuo nickname farebbe rima col protagonista vero di questo film ma mi contengo ahahahah
    Sei bravissimo e torno a ripetertelo. Commenti oggettivamente ma con ironia e goliardia!
    I doppi sensi e le citazioni fictionarie AHAHAH
    Grazie per aver pensato anche a noi, minoranza su queste pagine! Ghghgh

  29. max31 ha detto:

    Bellissima questa recensione, complimenti Micene sempre ironico, bravooo ahahahah

    la citazione di sorelle Elenaaaa ahahahah

  30. #PEPPE ha detto:

    Aglia,che graffio zac zac zac !!!
    Sono morto dal ridere sulla Goggi che entra in stanza e urla Elenaaaaaa ahhhhaaa voglio subito questa scena in Sorelle mentre la Valle imbosca Marchesi
    Grande Yuri,ora te ne consiglio un’altro ahhhaa

  31. Veu ha detto:

    Bravissimo Micene, mi hai fatto morire già da subito alla terza riga e poi alla quinta!
    Non ho visto il film, ma già non ho visto nemmeno il primo, anche se mi hanno riferito che non è poi esageratamente sconcio come il libro.
    La recensione è perfetta, simpatica, senza mezzi termini, graffiante, con la giusta dose di ironia e critica, praticamente ottima!
    Ancora complimenti Micene!

  32. Bubino ha detto:

    Eccoci al secondo articolo di Ciak si graffia!

    Sempre efficace e simpatico!

  33. GP9⚽⚽⚽ ha detto:

    Ahahahah complimenti per il post io ho tolto la r ahahahah

  34. Giuseppe Belviso (GiuTv) ha detto:

    Complimenti per il post

  35. darkap ha detto:

    Ahahahah bellissima questa recensione. Aspetterò il momento in cui lo manderà in onda Canale 5 per un Live storico ahahah