Crea sito

COMUNICATI STAMPA 12 GENNAIO 2015 E NEWS TV | LE PROPOSTE PER IL PRIME TIME SONO, PER LA RAI, BRACCIALETTI ROSSI, L’ACCOPPIATA NCIS / NCIS LOS ANGELES E IL RITORNO DI PRESA DIRETTA. PER MEDIASET, IL SEGRETO, LA MUMMIA-LA TOMBA DELL’IMPERATORE DRAGONE E IL PADRINO

COMUNICATI STAMPA 12 GENNAIO 2015 E NEWS TV | LE PROPOSTE PER IL PRIME TIME SONO, PER LA RAI, BRACCIALETTI ROSSI, L'ACCOPPIATA NCIS / NCIS LOS ANGELES E IL RITORNO DI PRESA DIRETTA. PER MEDIASET, IL SEGRETO, LA MUMMIA-LA TOMBA DELL'IMPERATORE DRAGONE E IL PADRINO CS_12012015

COMUNICATI STAMPA 12 GENNAIO 2015 E NEWS TV

Prima dei prossimi comunicati, seguono i link dei post contenenti i comunicati stampa Mediaset che sono stati pubblicati solo lunedì mattina. Ecco i link:

Comunicati stampa 11 gennaio 2015

Comunicati stampa 10 gennaio 2015

Nel palinsesto di domenica 11 gennaio 2015, in un day time stravolto dalla programmazione della manifestazione di Parigi per i gravi fatti di cronaca che hanno sconvolto il mondo, la prima serata dei principali canali generalisti resta invariata. L’unica segnalazione riguarda il ritorno di Presa diretta che saluta il suo pubblico in maniera decisamente insolita. Un black out nella programmazione di Rai 3 ne impedisce il normale svolgimento influenzandone sicuramente l’andamento.

Ma veniamo ai comunicati stampa che, per l’azienda di Stato, avrà nel day time la grande assente del giorno festivo, Paola Perego, che ha lasciato lo spazio dedicato alla sua Domenica in per una domenica inedita dedicata alla manifestazione di Parigi seguita da L’Arena televisiva di Massimo Giletti. In prime time, vede schierare su Rai 1, la replica della terza puntata di Braccialetti rossi, su Rai 2 il consueto appuntamento con NCIS e NCIS Los Angeles in prima visione tv. Su Rai 3 come anzidetto partenza difficile per Presa diretta che ha avuto un black out durato 15-20 minuti, che avrà azzoppato e non poco l’ottimo programma di Riccardo Iacona.

Per i comunicati stampa di Mediaset, salutiamo il ritorno di Barbara D’Urso nel suo Domenica Live mentre nel prime time di Canale 5 troviamo un nuovo e imperdibile appuntamento per i fan de’ Il segreto con la puntata della condanna di Gonzalo / Martin che in extremis è stato scagionato da Maria, tra lo stupore generale dei cittadini di Puente Viejo. Italia 1 programma la pellicola del 2008 diretta da Rob Cohen, e interpretata da Brendan Fraser e Jet Li, dal titolo La mummia – La tomba dell’imperatore dragone, mentre Rete 4 trasmette il film cult Il padrino, prima pellicola della trilogia omonima firmata dal regista Francis Ford Coppola e interpretato, tra gli altri, da Marlon Brando

COMUNICATO STAMPA RAI

Rai 1 Rai 2 Rai 3
Rai 4 Rai 5 Rai Movie
Rai Premium Rai Gulp Rai YoYo

Image and video hosting by TinyPic

ASCOLTI DOMENICA 11 GENNAIO 2015

La serata televisiva di ieri, domenica 11 gennaio, prevedeva su Rai1 un nuovo appuntamento con la fiction “Braccialetti rossi” che ha ottenuto 3 milioni 409 mila spettatori e uno share del 12.86.
Su Rai2 l’episodio del telefilm “N.C.I.S.” ha raggiunto 2 milioni 390 mila spettatori e uno share dell’8.00, mentre l’episodio del telefilm “N.C.I.S. Los Angeles” ha segnato 2 milioni 667 mila con il 9.26.
Su Rai3 “Che tempo che fa” ha fatto registrare 3 milioni di spettatori e il 10.20 di share; a seguire “Presa diretta”ha totalizzato 1 milione 817 mila e il 7.16.
In seconda serata si conferma vincente su Rai2 “La domenica sportiva” con 1 milione 695 mila spettatori e l’11.01 di share.
Ancora primo nell’access prime time “Affari tuoi” con 5 milioni 572 mila spettatori e il 18.87 di share.
Nel pomeriggio su Rai1 grande attenzione di pubblico per la “Marcia contro il terrore” a Parigi che è stata seguita da 2 milioni 991 mila spettatori e il 15.92 di share. Miolto bene anche la diretta su Rainews 24 a partire dalle 13.10 fino alle 17.48 che è stata vista da 322 mila e l’1.64.
La consueta programmazione del pomeriggio Rai ha visto dalle 14.00 alle 15.00 “L’Arena” con 4 milioni 273 mila spettatori e uno share del 20.30; alle 17.10 la seconda parte ha segnato 2 milioni 779 mila con 15.17; alle 18.00 “L’Arena protagonisti” ha totalizzato 2 milioni 901 mila e il 14.71.
Su Rai2 “Quelli che il calcio” ha realizzato 1 milione 540 mila spettatori e l’8.38; alle 17.15 “Stadio sprint” ha registrato 1 milione 391 mila e il 7.50 e a seguire “Novantesimo minuto” 2 milioni 130 mila e il 10.16.
Su Rai3 “In mezz’ora” ha ottenuto 1 milione 177 mila spettatori e uno share del 5.77.
Netta vittoria delle reti Rai in prima serata con 10 milioni 938 mila spettatori e uno share del 37.45 e nell’intera giornata con 5 milioni 119 mila e il 38.54.

Banner Comunicato stampa

COMUNICATO STAMPA MEDIASET

Image and video hosting by TinyPic

ASCOLTI DOMENICA 11 GENNAIO 2015

AUDIENCE: CANALE 5 OTTIMI ASCOLTI PER LA SOAP “IL SEGRETO” LEADER ASSOLUTA DELLA PRIMA SERATA CON OLTRE 4.300.000 SPETTATORI

CANALE 5
OTTIMI ASCOLTI PER LA SOAP “IL SEGRETO” LEADER ASSOLUTA DELLA PRIMA SERATA
CON OLTRE 4.300.000 SPETTATORI

“PAPERISSIMA SPRINT” SI AGGIUDICA L’ACCESS PRIME-TIME SUL PUBBLICO ATTIVO

PREMIUM CALCIO – SERIE A:
LE PARTITE POMERIDIANE AL 6.70% DI SHARE
RECORD STAGIONALE CON “NAPOLI-JUVENTUS”: 1.324.000 TELESPETTATORI

Ieri, domenica 11 gennaio 2015, le Reti Mediaset si aggiudicano la seconda serata con 4.371.000 telespettatori totali (share del 34.19% sul target commerciale).

Canale 5 leader in prima e seconda serata sul target commerciale con, rispettivamente, il 13.02% di share (4.251.000 telespettatori totali) e il 9.75% di share (1.542.000 telespettatori totali).

Il Tg5 delle ore 13.00 l’edizione più seguita sul pubblico totale con 3.339.000 spettatori totali (17.40% di share sul target commerciale). Il Tg5 delle ore 20.00 è la più vista sul pubblico attivo con una share del 19.50% (4.791.000 telespettatori).

L’edizione delle ore 18.30 di “Studio Aperto” realizza 1.327.000 telespettatori (share del 7.52% sul target commerciale)

Il Tg4 delle ore 18.55 seguita da 1.089.000 telespettatori totali.

Da segnalare in particolare:
Su Canale 5, “Paperissima Sprint” si aggiudica l’access prime-time sul pubblico attivo con il 14.43% di share (4.285.000 telespettatori totali).
Ottimi ascolti per la soap “Il Segreto”, che si conferma leader assoluta della prima serata con 4.314.000 telespettatori totali (share del 12.59% sul commerciale).
In day-time, “Melaverde” e “L’Arca di Noè” raggiungono i seguenti ascolti: 1.815.000 telespettatori, (share commerciale dell’11.92%) e 2.433.000 telespettatori (share commerciale del 12.31%).
Bene la prima puntata della nuova stagione 2015 di “Domenica Live”: “Attualità” ottiene 1.695.000 telespettatori (8.49% di share commerciale), “Storie” 2.130.000 telespettatori (10.60% di share sul pubblico attivo), “Prima parte” 2.242.000 spettatori (share commerciale dell’11.40%) e “Seconda parte” 2.504.000 telespettatori (12.26% di share sul target commerciale).
“Avanti un altro – Pure di domenica” è il preserale più seguito sul pubblico 15?64 anni con una share del 18.52% e 4.028.000 spettatori totali.

Su Italia 1, in prima serata, il film “La mummia – La tomba dell’imperatore dragone” ottiene 1.747.000 telespettatori totali (share commerciale del 7.79%).

Canali tematici Mediaset:
Su Iris, in prima serata, il film “This must be the place” di Paolo Sorrentino realizza 384.000 telespettatori, con una share dell’1.37%.
Su La5, in prima serata, il film “In cucina niente regole” raggiunge 389.000 telespettatori, con una share dell’1.37%.

Premium Calcio – SERIE A – 18ª GIORNATA:
Le partite pomeridiane realizzano un ascolto complessivo del 6.70% di share pari a 1.260.000 telespettatori totali; in particolare, bene “Roma-Lazio“, che ottiene una share del 4.34% e 815.000 telespettatori totali; l’anticipo “Inter-Genoa“: 3.90% di share e 788.000 telespettatori totali.
In prima serata, “Napoli-Juventus“, con 1.324.000 telespettatori totali, share del 4.55%, realizza il record stagionale di ascolto.

Cologno Monzese, 12 gennaio 2015

16 Risposte

  1. Sanfrank ha detto:

    MEDIASET:

    _____________________________________________

    Paolo Bonolis conduce Scherzi a parte canale5

    Paolo Bonolis conduce Scherzi a parte

    Le Iene presentano in due serate evento lo storico show di Canale 5 … con Paolo Bonolis. Stasera alle 21.10

    _____________________________________________

    "Shooter"italia1

    “Shooter”

    Mark Wahlberg è un ex tiratore scelto della Marina che viene ingiustamente incolpato di complotto… Alle 21.10

    _____________________________________________

    QUINTA COLONNArete4

    QUINTA COLONNA

    Torna Paolo Del Debbio per approfondire i temi centrali della settimana in compagnia di politici e opinionisti. Appuntamento…

    _____________________________________________

    IL RAPPORTO PELICANiris

    IL RAPPORTO PELICAN

    Darby Shaw ha assistito a due omicidi e ha la certezza che gli assassini la stiano cercando…Alle 21.00

    _____________________________________________

    Torna "Covert Affairs"topcrime

    Torna “Covert Affairs”

    Proseguono in prima TV le avvincenti indagini della giovane spia della CIA Annie Walker… Alle 21.10

    _____________________________________________

    La terza stagione di Grimmitalia2

    La terza stagione di Grimm

    L’imperdibile terza stagione di Grimm arriva su Italia2 alle 21.10!

    _____________________________________________

    Due amiche, un pittore e la sua ex...la5

    Due amiche, un pittore e la sua ex…

    Due amiche americane in vacanza in Spagna, su La5 alle 21.10

    _____________________________________________

    Uno show di Enrico Brignanomediasetextra

    Uno show di Enrico Brignano

    Enrico Brignano torna su Mediaset Extra alle 21.15… ci sarà da ridere!

    _____________________________________________

  2. Sanfrank ha detto:

    RAI:

    _____________________________________________

    Ragion di Stato

    Ragion di Stato

    Rai 1LUNEDÌ ALLE 21.15

    Luca Argentero nei panni di un affascinante e integerrimo uomo dei servizi segreti per la nuova miniserie in due puntate diretta da Marco Pontecorvo. Questa sera e domani alle 21:15

    _____________________________________________

    Boss in incognito

    Boss in incognito

    Rai 2LUNEDÌ ALLE 21.10

    Quarto appuntamento con il reality di Rai2 che vede gli imprenditori lavorare sotto mentite spoglie all’interno delle loro stesse aziende. Conduce Costantino della Gherardesca

    _____________________________________________

    Ulisse

    Ulisse

    Rai 3LUNEDÌ ALLE 21.05

    La puntata di oggi racconterà quello che è, oggi, il Colle al centro delle cronache: il Quirinale. Quale la sua storia? Quali i Re che vi hanno abitato? Come vive il Presidente della Repubblica? Sarà un viaggio dietro le quinte del cuore delle nostre istituzioni e della storia del Palazzo. Alle 21:05

    _____________________________________________

    Elephant white

    Rai 4LUNEDÌ ALLE 21.10

    Nei panni del protagonista c’è la star afro-franco-americana Djimon Hounsou, indimenticabile volto di Amistad (1997) e Il gladiatore (2000), poi due volte in nomination agli Oscar per In America (2002) e Blood Diamond (2006); al suo fianco, un altro divo di lungo corso come Kevin Bacon, nel ruolo di un avventuriero inglese buon conoscitore del sottobosco – o forse meglio della giungla – della criminalità locale.

    _____________________________________________

    Tom Horn

    Rai MovieLUNEDÌ ALLE 21.15

    Wyoming, 1901. L’ex militare dell’esercito Tom Horn viene reclutato da alcuni ranchers  per difendere i loro capi di bestiame, frequenti vittime di razzie da parte dei fuorilegge locali…

    _____________________________________________

    Crossing lines

    Crossing Lines

    Rai PremiumLUNEDÌ ALLE 21.10

    Le avventure di una squadra di uomini pronti a tutto per contrastare il crimine organizzato a livello globale. Protagonista italiana del cast internazionale,Gabriella Pession.

    _____________________________________________

  3. Sanfrank ha detto:

    LE IENE PRESENTANO SCHERZI A PARTE

    DA LUNEDI 12 GENNAIO ALLE 21.10 – Due serate evento condotte da Paolo Bonolis

    Torna in due serate evento lo storico programma di Canale 5 in una nuova versione targata “Le Iene”.
    Nello show, condotto da Paolo Bonolis, gli scherzi saranno più elaborati e i telespettatori potranno assistere a tutte le fasi preparatorie.
    “Gli scherzi sono fatti con uno spirito diverso – ha raccontato il conduttore a Tv Sorrisi e Canzoni – Le Iene hanno fatto un gran lavoro preventivo per individuare le fragilità e le debolezze della vittima. E poi la preparazione è interessante – continua – Per esempio per Paolo Ruffini c’è stata tutta una mappatura tecnica alla ‘Mission Impossible’ su come si è arrivati a portare determinati oggetti sul luogo. Gli scherzi sono azzeccati perché si capisce qualcosa di te che altrimenti sarebbe stata impercepibile”.
    Chi sarà cascato nella trappola di Scherzi a parte? Scopritelo con noi lunedì 12 e 19 gennaio in prima serata.

  4. Sanfrank ha detto:

    SHOOTER

    LUNEDÌ 12 GENNAIO ALLE 21.10 – Un ex tiratore dell’esercito lascia la carriera dopo una missione andata male. Richiamato e nuovamente ingannato, Swagger inizia la sua vendetta.

    Bob Lee Swagger, marine pluridecorato, nonché cecchino infallibile, vive in esilio dopo una missione militare fallita.
    La sua ricerca di pace e serenità viene bruscamente interrotta quando si trova ad essere ingiustamente accusato di aver complottato contro il Presidente degli Stati Uniti d’America.
    Ferito gravemente e braccato, Swagger dovrà cercare di sopravvivere e, nel frattempo, capire chi ha cercato di incastrarlo…

    Curiosità:
    Le armi da fuoco (particolarmente i fucili) sono le vere protagoniste del film.

    Durante il film vengono infatti utilizzati: nella scena iniziale, Swagger usa un fucile di precisione M40A3 in 7,62 × 51 mm  ed un Barrett M82  per abbattere l’elicottero; le milizie nemiche usano fucili d’assalto AK-47 calibro 7,62 x 39, mitragliatrici Browning M2 e mortai Type 97;

    Nella scena del tiro al barattolo da un miglio di distanza, Swagger utilizza un fucile CheyTac M200 calibro .408 Chey Tac;

    Shooter è stato, probabilmente, uno dei maggiori ispiratori del videogame Call of Duty 4: Modern Warfare, uscito nel novembre 2007.

  5. Sanfrank ha detto:

    QUINTA COLONNA

    Ogni lunedì alle 21.15 dal 12 gennaio 2015

    Il programma

    Quinta Colonna è un programma di attualità condotto da Paolo del Debbio che approfondisce i temi di politica ed economia. In questa analisi il conduttore è affiancato da politici ed opinionisti, il dibattito è arricchito anche dal contributo della gente comune in studio e in collegamento dalle piazze. Questo confronto riporta i grandi temi al quotidiano e sposta l’attenzione sui problemi reali delle persone e sulle conseguenze che determinate scelte economiche e politiche hanno sulla vita di tutti noi.

    Lo studio
    Lo studio è stato realizzato in modo che tenda ad assomigliare ad un’arena: i colori dello studio e della sigla hanno come sfumatura principale l’arancione, che è anche il colore del logo di Rete4.

    La sigla
    La sigla di questo programma è tratta dalla Nino Rota Suite di Roberto Molinelli, ed è eseguita dal quintetto I Filarmonici di Busseto, tali musicisti sono stati invitati a suonare dal vivo durante tutta la trasmissione serale di lunedì 27 maggio 2013.

  6. Sanfrank ha detto:

    IL RAPPORTO PELICAN

    LUNEDI 12 GENNAIO ALLE 21.00

    Darby Shaw, studentessa di legge, elabora un rapporto controverso riguardante la morte violenta di due giudici della Corte Suprema avvenute in circostanze sospette: il primo, Rosenberg, ucciso con un colpo di pistola; il secondo, Jensen, ucciso in un cinema a luci rosse. Il rapporto ipotizza che dietro gli omicidi ci sia la mano di un potente industriale che aveva finanziato la campagna elettorale del presidente in carica degli Stati Uniti. Il rapporto finisce nelle mani dell’FBI tramite Thomas Callahan, professore di legge e amante della studentessa. A causa dello scomodo fascicolo Darby diventa l’obiettivo da eliminare per evitare lo scandalo.
    Il che dimostra che il rapporto afferma il vero. Grazie all’aiuto e al sostegno di Gray Grantham, giornalista del Washington Post, Darby riesce a sopravvivere e i colpevoli vengono incriminati.

  7. Sanfrank ha detto:

    COVERT AFFAIRS IV – PRIMA TV

    LUNEDÌ ALLE 21.10 – Annie Walker, giovane spia della CIA, risolve nuovi intriganti casi…

    Annie Walker decide di arruolarsi nella CIA per superare la rottura con il suo fidanzato e superare il momento di abbattimento e delusione. Verso la conclusione dell’addestramento, viene inaspettatamente promossa ad agente operativo, nonostante lei non possieda ancora le conoscenze e l’esperienza adatte.

    Episodio 9 LA VENDETTA
    Annie viene mandata a Copenhagen con l’obiettivo di fermare Teo, che è li’ per uccidere Henry.
    Riesce nel suo intento, ma Teo viene ferito. Calder interroga Auggie, che così scopre che non lavora per Henry. Arthur chiede a Bianca Manning una strategia per riabilitare il suo nome e quello di Teo, ma, quando scopre che è rimasto ferito, vola anche lui a Copenhagen…

    Episodio 10 L’USCITA DI SCENA
    Mentre Annie si reca in Germania alla ricerca di prove contro Henry Wilcox, Auggie viene sospeso dalla CIA per aver perso le staffe proprio con quest’ultimo. Intanto Calder, scoperta l’ubicazione di Annie, parte per la Germania per riportarla indietro.Mentre Joan ha un malessere e viene portata all’ospedale e Auggie si divide tra lei e il suo bisogno di aiutare Annie, questa s’incontra con Calder…

  8. Sanfrank ha detto:

    GRIMM III

    Foto 5
    DA LUNEDÌ 12 GENNAIO ALLE 21.10 IN 1^ TV – Ancora una volta, il detective della squadra omicidi di Portland Nick Burkhardt (David Guintoli) è chiamato ad indagare con il suo partner,Hank Griffin (Russell Hornsby) sulle continue misteriose morti.

  9. Sanfrank ha detto:

    VICKY CRISTINA BARCELONA

    Il soggiorno spagnolo di Vicky e Cristina si rivelerà per entrambe una scoperta: tra le bellezze della città di Oviedo e due guide d’eccezione, il pittore Juan Antonio e  la sua ex María Elena, le due amiche vivono intriganti avventure sentimentali…

    Foto 2
    JAVIER BARDEM E PENELOPE CRUZ

    Vicky e Cristina sono buone amiche anche se hanno visioni completamente differenti dell’amore. Vicky (Penélope Cruz) è fedele all’uomo che sta per sposare e ancorata ai propri principi. Cristina (Scarlett Johansson) invece è disinibita e continuamente alla ricerca di una passione amorosa che la sconvolga.
    Vicky riceve da due amici di famiglia l’offerta di trascorrere una vacanza in casa loro a Barcellona durante l’estate. La ragazza pensa così di poter approfondire la propria conoscenza della cultura catalana sulla quale sta lavorando per un master. Propone a Cristina di accompagnarla, così forse potrà superare meglio il trauma di una storia finita di recente.
    Una sera, in una galleria d’arte, Cristina incrocia lo sguardo di un uomo estremamente attraente. Si tratta del pittore Juan Antonio (Javier Bardem), finito di recente su giornali e televisione per un furibondo litigio con la moglie Maria Elena (Penelope Cruz) nel corso del quale uno dei due ha cercato di accoltellare l’altro.
    Le due ragazze lo ritroveranno nel locale in cui cenano, anzi sarà lui ad avvicinarsi al loro tavolo con una proposta molto chiara: partire subito con il suo aereo privato per recarsi in un hotel ad Oviedo dove potranno visitare il luogo, apprezzarne tradizioni e cultura (anche culinaria) e fare entrambe l’amore con lui.
    Se Cristina non ha alcun ripensamento nell’accettare la proposta, le regole che Vicky si è imposta la spingono a rifiutare in modo seccato. Cristina l’avrà vinta ma l’amica vuole avere la certezza di camere separate. Dopo una giornata trascorsa con una prima visita della città, giunge finalmente la notte con l’invito più intrigante. Vicky torna a respingere l’offerta mentre Cristina accetta. Ma…
    Woody Allen fa recitare due delle sua muse: Scarlett Johansson e Penélope Cruz.

  10. Sanfrank ha detto:

    BRIGNANO CON LA ‘O’

    DOMENICA 11 E LUNEDÌ 12 GENNAIO ALLE 21.10 – Lo spettacolo che ripercorre la carriera artistica del comico romano

    Lo spettacolo teatrale di Enrico Brignano ripercorre la produzione artistica dei primi anni 2000 del comico, dal racconto a puntate del matrimonio al pezzo sui dialetti, fino a cimentarsi in numeri da storia del varietà e sketch scritti dal comico quando era agli esordi.
    Monologhi sperimentati, perfezionati, cresciuti sui palcoscenici di tutta Italia che hanno decretato il successo di un vero “mattatore”.
    Vuoi sapere che rapporto c’è tra i romani e il cibo? E come se la cavano con le canzoni? Enrico Brignano ti risponde!
    Due serate all’insegna della risata!

  11. Sanfrank ha detto:

    Luca Argentero torna su Rai1 con “Ragion di Stato”

    Rgion di stato
    Luca Argentero torna nella prima serata di Rai1 il 12 e 13 gennaio nei panni di un affascinante e integerrimo uomo dei servizi segreti, protagonista della miniserie “Ragion di Stato” per la regia di Marco Pontecorvo.

    La miniserie è una spy-story che combina un tema di grande attualità, quello degli gli equilibri geopolitici contemporanei e la sicurezza dell’Occidente, con una storia d’amore di forte impatto drammatico (la relazione tra un uomo dei servizi segreti e la moglie di un grande trafficante d’armi orientale). Diversi gli scenari che faranno da sfondo alla storia, a cominciare dall’Italia fino alle sconfinate terre dell’Afghanistan, passando poi per il Libano ed altri paesi europei.

  12. Sanfrank ha detto:

    RAI2: BOSS IN INCOGNITO CON SANDRO FERRONE

    RAI2: BOSS IN INCOGNITO CON SANDRO FERRONE

    Sarà Sandro Ferrone, a capo di un importante marchio nel mondo della moda e nel panorama del Fast Fashion Made in Italy, il protagonista della quarta puntata di Boss in incognito, il programma condotto da Costantino della Gherardesca, in onda lunedì 12 gennaio su Rai 2  alle 21.10.
    Il marchio nasce nel dopoguerra e si sviluppa negli anni del boom economico dell’Italia, fino a trasformarsi in una S.p.A. negli anni ‘90. Ha subito trasformazioni, ristrutturazioni, fusioni, ma il cardine principale dell’azienda è rimasto sempre lui: Sandro Ferrone. Con oltre 2 milioni di capi venduti, la sua azienda vanta un fatturato di circa 30 milioni di euro l’anno, dispone di circa 90 dipendenti diretti, conta 100 punti vendita in franchising ed è presente in oltre 500 negozi multimarca, in Italia e in 25 paesi all’estero.
    La filosofia del suo marchio si ispira alla grande distribuzione, le collezioni si trasformano continuamente con l’andare avanti della stagione, tutto viene fatto in presa diretta con il mercato e c’è una produzione studiata anche durante i saldi. Si tratta di “un sistema pronto moda, tutto in velocità, con i tempi ravvicinati rispetto alle esigenze del mercato, per assecondare ogni giorno i gusti e le tendenze delle donne italiane”, spiega Ferrone, che non è preoccupato dalle crisi economiche. Il suo segreto è: “utili bassi e il guadagno deriverà dall’intensità della produzione e dal lavoro svolto con passione”, al quale, attualmente, lui stesso dedica sei giorni su sette.
    Ma, proprio per questo motivo, e perché è un perfezionista, Sandro Ferrone ha deciso di partecipare a Boss in incognito. “Passo tutta la giornata in azienda e spesso non capisco perché molte volte non mi arriva il prodotto come lo avevo pensato, perché alcuni prodotti in diversi punti vendita non danno gli stessi risultati”.  Per una settimana Sandro Ferrone lavorerà in incognito, ma in prima linea, in alcuni segmenti della sua produzione: affiancherà un fattorino addetto alle consegne e poi un rappresentante in uno show-room del Veneto, sarà un commesso in uno dei suoi punti vendita in un centro commerciale alle porte di Roma, passerà una giornata di lavoro accanto a una modellista, e in un’altra taglierà abiti della sua collezione. Sarà un esperienza che gli consentirà di osservare criticità e difficoltà, in modo da trovare ancora possibilità per migliorare e ottimizzare la sua azienda e la qualità del lavoro dei suoi dipendenti.

  13. Sanfrank ha detto:

    RAI3: ULISSE IL PIACERE DELLA SCOPERTA RACCONTA IL QUIRINALE

    RAI3: ULISSE IL PIACERE DELLA SCOPERTA RACCONTA IL QUIRINALE

    Nella puntata di “Ulisse“, in onda su Rai3 lunedì 12 gennaio alle 21.05, si racconterà quello che è, oggi, il Colle al centro delle cronache: il  Quirinale: quale la sua storia? Quali i Re che vi hanno abitato? Come vive il Presidente della Repubblica? Quante persone vi lavorano? Sarà un viaggio dietro le quinte del cuore delle nostre istituzioni e della storia del Palazzo.
    L’Italia è a una svolta per l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica. Napolitano, dopo 9 anni da Capo dello Stato, lascia l’incarico a un successore sul cui nome si stanno confrontando i partiti. Il successore, come tutti i nostri Presidenti, risiederà nel Colle più famoso, il Quirinale.
    Un Palazzo che tutti gli italiani conoscono, ma nessuno ha mai potuto visitare completamente.  E’ un palazzo straordinario. La sua struttura, la sua architettura, persino i suoi splendidi giardini, riflettono fedelmente la storia d’Italia. Ogni epoca, vi ha lasciato una sua impronta.
    Ulisse ha ottenuto permessi speciali della Presidenza della Repubblica con la collaborazione di Rai Quirinale. Ha avuto la preziosa consulenza dello staff di studiosi, diretto dal Prof. Louis Godart, consigliere del Presidente per la conservazione del patrimonio artistico e la collaborazione di tutto il personale della grande macchina istituzionale che è oggi la Sede della Presidenza della Repubblica Italiana.
    Alberto Angela condurrà in un viaggio alla scoperta dei vari aspetti del Quirinale. Il più insolito è forse quello  di sito archeologico. Nell’antichità vi sorgeva un tempio dedicato al dio Quirino, che ha lasciato il nome al colle e poi al Palazzo.
    Ma sono riemersi recentemente  i resti di un’antica villa di età romana con preziosi mosaici,  che descrivono il colle quando non c’era ancora il Palazzo né i suoi Giardini, ma ville e templi, in uno dei quartieri più eleganti dell’Antica Roma.
    Proseguiremo poi con l’epoca d’oro, quando il Palazzo diventato sede papale,  si trasforma in uno dei palazzi più ricchi di opere d’arte d’Italia. In tre secoli ospiterà trenta Papi. Sono di quell’epoca la Sala Regia, un salone immenso lungo 37 metri, oggi detto Sala dei Corazzieri e utilizzato  per le udienze pubbliche e le premiazioni. La Cappella Paolina, gemella della Cappella Sistina, dove si tenevano i conclavi. La più intima Cappella dell’Annunziata con gli affreschi di Guido Reni.
    La visita proseguirà  nel Cortile d’onore, lungo la stupenda Scala elicoidale del Mascarino, fino al celebre Torrino, su cui oggi sventola la bandiera presidenziale.
    Il Quirinale , è stato testimone o protagonista di molti capitoli della Storia, che hanno dato il volto alla nostra Nazione, alcuni anche curiosi.
    Caduta Roma il 20 settembre del 1870, il Papa Pio IX si ritira in Vaticano e fa svuotare il palazzo. Si racconta che si portò via persino la chiave del portone , per cui per entrare si dovette chiamare un fabbro. Per i Savoia si trattò di trovare i mobili per l’enorme palazzo.
    Vittorio Emanuele  non amerà mai il Quirinale, dirà, in piemontese, “A m piàs nen. Al’è na cà d’ preive” (Non mi piace, è una  casa da  preti). Per restituirlo allo splendore degno di una dimora reale furono saccheggiate le residenze di tutta Italia. La reggia che fu più depredata fu quella di Maria Luigia a Parma. Da Torino fu trasportato uno dei gioielli della corona sabauda: la biblioteca intarsiata del famoso ebanista Piffetti.
    Il Quirinale fu la residenza di quattro  Re d’Italia. Del periodo sabaudo  racconteremo le feste, i matrimoni e anche gli svaghi. La regina Elena per esempio fece allestire nel Salone delle feste un campo da tennis. Per i cavalli del re fu fatta costruire nei giardini una gigantesca scuderia.
    Ma durante la Prima Guerra Mondiale il Palazzo venne anche trasformato per volere del Re e soprattutto della Regina, in un ospedale per i soldati feriti.
    L’ultimo Re, Umberto II, lasciò per l’ultima volta il Palazzo, che dal 1948 conobbe nuovi inquilini: i Presidenti della Repubblica. Il Quirinale diventa allora il punto centrale per il funzionamento delle nostre istituzioni, della nostra politica, ma anche fondamentale riferimento di rappresentanza internazionale.
    Il Quirinale ha le dimensioni di un quartiere: è una piccola città che conta 600 persone. Alcune garantiscono il funzionamento e la manutenzione del palazzo, altre lavorano per l’attività del Presidente, altre ancora per la sua protezione. Incontreremo i Corazzieri, un corpo antichissimo: oggi assicurano la guardia d’onore al Capo dello Stato e danno solennità con la loro imponenza  ad ogni cerimonia, ma sono un corpo speciale, altamente qualificato dell’Arma dei Carabinieri.

  14. Sanfrank ha detto:

    RAI4: ELEPHANT WHITE

    Film action

    Titolo originale: Elephant White
    Produzione: Usa/Thailandia
    Anno: 2011
    Regia: Prachya Pinkaew
    Cast: Djimon Hounsou, Kevin Bacon, Jirantanin Pitakporntrakul

    Regista e produttore di punta della new wave thailandese delle arti marziali – basti citare Ong-Bak – Nato per combattere (2003), The Protector – La legge del Muay Thai (2005) e Chocolate (2008) – Prachya Pinkaew debutta in una produzione americana con Elephant White (2011), ingaggiato, non a caso, da una società leader del mercato dell’action-movie come la Millennium Films di Avi Lerner.
    Anche se lo scontro fisico cede in varie occasioni il passo ad esplosivi e fucili di precisione, Pinkaew continua comunque a “giocare in casa”, raccontando la battaglia personale di un infallibile killer mercenario contro una banda di Bangkok dedita alla prostituzione minorile.
    Nei panni del protagonista c’è la star afro-franco-americana Djimon Hounsou, indimenticabile volto di Amistad (1997) e Il gladiatore (2000), poi due volte in nomination agli Oscar per In America (2002) e Blood Diamond (2006); al suo fianco, un altro divo di lungo corso come Kevin Bacon, nel ruolo di un avventuriero inglese buon conoscitore del sottobosco – o forse meglio della giungla – della criminalità locale.
    Se la dinamica dell’azione – con un coraggioso solitario, una spalla riottosa e due feroci bande contrapposte, delle cui divisioni gli eroi sapranno approfittarsi – giustifica pienamente la definizione di “western metropolitano”, al personaggio della baby-prostituta Mae (Jirantanin Pitakporntrakul) spetta l’inevitabile, visto il tema, nota drammatica.

  15. Sanfrank ha detto:

    RAI MOVIE: TOM HORN

    Tom Horn (Tom Horn)
    di William Wiard (USA, 1980)
    con Steve McQueen, Linda Evans, Richard Farnsworth

    Wyoming, 1901. L’ex militare dell’esercito Tom Horn viene reclutato da alcuni ranchers  per difendere i loro capi di bestiame, frequenti vittime di razzie da parte dei fuorilegge locali. Horn fa piazza pulita e si innamora della maestrina Glendolene, suscitando l’ira dello sceriffo Joe. Intanto gli allevatori lo abbandonano e l’uomo finisce incriminato per la morte di un ragazzo… Western finale per Steve McQueen, tornato sugli schermi in ruolo tradizionale dopo l’esperimento sui generis del dramma ibseniano Un nemico del popolo. La sceneggiatura di Thomas McGuane e l’accurato trattamento plastico del direttore della fotografia John A. Alonzo si combinano con la recitazione introspettiva e concentrata di McQueen per rendere il senso di un’epopea al limite dell’implosione.

  16. Sanfrank ha detto:

    RAI PREMIUM: CROSSING LINES

    Crossing Lines

    Crossing Lines, scritto ed ideato dal creatore del celeberrimo “Criminal Minds” Edward Allen Bernero, racconta la nascita di un’unità speciale anti crimine, che opera a livello globale, i cui membri vengono reclutati dalle forze di polizia di diverse realtà geografiche nel mondo. La globalizzazione ha eliminato i confini agevolando il commercio e la mobilità, ma purtroppo anche l’opportunità per i criminali di sfruttare questo sistema andando a minare la sicurezza globale. In particolare l’Europa rappresenta il territorio perfetto per sfuggire alla giustizia e poter utilizzare molteplici rotte geografiche per traffici illeciti. L’unità speciale anti crimine può operare a livello globale per contrastare e fermare questa illegalità senza frontiere. Crossing  Lines racconta la storia di uno di questi team, composto da cinque poliziotti disposti a correrre rischi e pericoli per rendere il mondo più sicuro.