Crea sito

CONTI DIFENDE AMADEUS E FIORELLO: STANNO FACENDO UN MIRACOLO! I SOCIAL? SPARLANO DI TUTTO…

“Quando ho fatto Sanremo mi sono divertito, non è stato facile. Sia ad Amadeus sia a Baglioni, quando hanno avuto l’incarico di condurlo e ci siamo sentiti per fargli l’in bocca al lupo, ho detto: Ricordatevi che a Sanremo uno starnuto diventa una broncopolmonite, qualsiasi cosa è amplificata”. Così Carlo Conti ai microfoni del programma di Massimo Giletti su Rtl 102.5.

Noi commentiamo tutto, facciamo polemica su tutto, ma bisogna essere dentro alle cose per viverle e per poterle commentare al meglio”, ha aggiunto Conti, che ha condotto le edizioni 2015, 2016 e 2017. “Quella di Sanremo è una settimana di folklore, di allegria, di follia, difficile, quest’anno un po’ manca tutto quello che c’è intorno, soprattutto per Sanremo, che è anche un problema economico, ma permette comunque a tutti di commentare, perché lo guardiamo tutti”.

Conti prosegue la difesa: “Amadeus e Fiorello stanno facendo un miracolo in questa situazione, senza il pubblico non si riesce a creare l’evento, è tutto più difficile. Detto questo la vita deve andare avanti, dobbiamo dare un segnale altrimenti vince il virus e in quest’ottica Sanremo deve esserci anche senza pubblico, perché c’è un’economia che va avanti con il Festival, non pensiamo solo al cantante che è sul palco”.

Per Conti, “tutte le polemiche che adesso ci sono intorno al Festival avvengono al giorno d’oggi sulla piazza dei social che ci permette di parlare e sparlare di tutto e di tutti”.

Fonte: Huffington Post, Rtl 102.5

14 Risposte

  1. pigiamotta over ha detto:

    Non si dovrebbero aspettare le 2 per sentire un cantante! Non è rispettoso ne’ per il cantante ne’ per il pubblico.

  2. Alessio12 ha detto:

    Nono mi piace molto ma vorrei si desse spazio ad altri, lui ne ha già fatti tre 😂

  3. hermes83 ha detto:

    Secondo me hanno ragione, sia lui, sia Amadeus. Di Sanremo a me intriga tutto il carrozzone, tutto ciò che fa da contorno, le polemiche, l’atmosfera del grande evento, che solitamente mi spinge a guardare qualche serata, seppure non interamente. Quest’anno non c’è nulla di tutto ciò, non c’è l’atmosfera e non ho per nulla voglia di guardarlo…

  4. Grad ha detto:

    Io darei la colpa solo ai punti 2, 3.

    Il cast è totalmente sbagliato e, la qualità dei cantanti, non giustifica la loro scelta. I “big” sono per buona parte sconosciuti che, alle volte, cantano anche peggio delle Nuove Proposte. E, per questo, si può incolpare solo Amadeus (e chi l’ha supportato nella scelta degli artisti) e le case discografiche che probabilmente hanno fatto pressioni per avere comunque quei cantanti.
    I protocolli sono frutto di una polemica inutile scaturita a livello politico. Qualsiasi idea che era girata (dalla nave da crociera al pubblico di medici/infermieri vaccinati) sarebbe stata valida per avere, anche se in maniera molto ridotta, un minimo di pubblico in platea così da rendere meno “freddo” il teatro. Se poi si pensa che, fra 20 giorni, riapriranno i teatri l’imposizione di Speranza è stata una cavolata che ha penalizzato inutilmente il Festival. Così come le 75 pagine di protocolli saltati già alla seconda serata.

    Per il resto il clima nel paese (e lo dimostra comunque una crescita nei programmi che trattano di Sanremo) ha accolto comunque bene il festival ed il calo della prima serata è stato, ovviamente, influenzato da quanto detto prima. C’è anche da considerare che prima o poi, dopo anni in cui si cresceva, un crollo ci poteva essere. E in quale anno aspettarselo se non questo in cui il Festival è azzoppato? Sulla chiusura a tarda notte, l’anno scorso c’era lo stesso problema e non c’è stato un problema del genere sugli ascolti. La differenza è che l’anno scorso magari uno faceva anche piacevolmente le 2 beccandosi dei cantanti che sapevano almeno cantare (o erano conosciuti). Quest’anno si rischia di fare le 2 per cantanti semi sconosciuti e che cantano male. In quanti sono disposti a questo?

  5. cisco_bolle ha detto:

    “RAI pubblicità” aveva stimato il festival in crescita e di conseguenza venduto gli spazi pubblicitari ad un costo differente

  6. Sabato ha detto:

    Davvero era previsto un +2%? Mi chiedo sulla base di cosa… la situazione (pandemia) è totalmente inedita e nessuno poteva prevedere il riscontro di questo Festival!

  7. Davide ha detto:

    come mai non ti piace?

  8. Alessio12 ha detto:

    Ma anche no

  9. Palinsesto ha detto:

    Va difeso il lavoro di tutti, ci mancherebbe, ma questo festival al netto delle difficoltà è oggettivamente brutto.
    Inoltre manca l’effetto sorpresa. Troppa continuità con lo scorso anno. Troppo deja vue

  10. Arci ha detto:

    I problemi di questo Festival sono molteplici:
    1. Il clima nel Paese, forse questo Festival non era atteso
    2. Il cast dei big è completamente indie
    3. I protocolli COVID hanno solo azzoppato la trasmissione: niente ospiti, niente pubblico (ieri la mancanza si avvertiva terribilmente), scenette nella prima serata per le buste e il carrello dei fiori, poi sfanculati…
    4. Il calo della prima puntata ha seminato il gelo all’Ariston. Perché se gli ascolti fossero stati alti, ci sarebbe stato entusiasmo sui social e sui giornali…
    5. La chiusura a tarda notte uccide i VA, vero dato deludente del Festival. E’ vero che ci sono fiction che fanno 8 milioni, ma queste chiudono alle 23.30.

  11. Groove ha detto:

    Ha ragione.
    Il clima di evento, la straordinarietà, l’ atmosfera aurea non si sono mai avvertite: nè durante nè soprattutto prima.
    Sembra un normale show, un infinito varietà.
    Il contorno rappresenta tanto: ovvio il calo.

  12. cisco_bolle ha detto:

    Sicuramente non è facile fare il festival dopo questo difficile anno, senza pubblico ecc ecc, però dai… non esageriamo ora. I numeri son palesi. La stessa Rai aveva stimato una crescita del 2% rispetto allo scorso anno… siamo oggettivi Carlo

  13. Veu ha detto:

    Farebbero più bella figura a non dire nulla invece queste “difese” non richieste mostrano ancora di più il disastro del Festival di quest’anno.

  14. Davide ha detto:

    Vedremo se il prossimo anno sarà l’anno giusto per il ritorno di Conti al festival