Crea sito

CORONAVIRUS – IL CONFINE CON LA REALTA’, LO SPECIALE (NO VIDEONEWS) SU RETE 4

Mercoledì 29 aprile, in seconda serata su Rete 4, va in onda uno speciale sull’Emergenza Coronavirus con il racconto di un medico della terapia intensiva, un militare dell’ospedale da campo e un paziente di Bergamo.

StaseraRete 4, la rete diretta da Sebastiano Lombardi propone in seconda serata dalle 23.30 lo speciale NewsMediaset Corona Virus, il confine con la realtà, per raccontare l’emergenza attraverso gli occhi, la fatica e le emozioni di un medico, di un militare e di un paziente.

Corona Virus, il confine con la realtà ha compiuto un viaggio straordinario dentro l’emergenza, spingendosi oltre il limite di quel confine. Ventiquattro ore non stop nella surreale vita di un medico impegnato in terapia intensiva a Cremona, faccia a faccia con il morbo; nella giornata di un militare dell’Esercito Italiano, operativo all’ospedale da campo di Piacenza fin dall’allestimento; con un pazienze Covid-19 mentre lotta per sopravvivere, a Bergamo.

Tre episodi tricolore, con protagonisti il medico Elena Grappa, il militare Daniele Damiano e il paziente Nello Odierna, che si raccontano in prima persona, alternando un linguaggio sporco, in soggettiva, in modalità selfie col proprio telefono, a un linguaggio più pulito e professionale. Tre persone come noi, che documentano la loro giornata, le preoccupazioni, le tensioni, la solitudine, lo sconforto, l’adrenalina che li avvolge, mentre – consapevoli di camminare sul filo del rasoio – sanno di vivere una situazione eccezionale.

3 Risposte

  1. Ital ha detto:

    Credo che piu semplicemente…quello che viene trasmesso stasera…sara un docu che racconta l’ emergenza….vissuta sul campo …
    Meglio degli show di Giordano, Del Debbio , Porro …e compagnia cantante …

  2. Ital ha detto:

    Quindi spalare melma …sul governo e il premier e’ simbolo di buona informazione….e non di parte …
    Andiamo bene ….

  3. Alextv ha detto:

    Sapete se sii spalerà merda sul governo e sul premier? Perché se si lo vedo…
    Mi informo molto con l’informazione plurale e non di parte. La trovo molto costruttiva