Crea sito

DANIELE CESARANO: ECCO LE LINEE GUIDA PER LE NUOVE FICTION DI CANALE 5, CAMBIA TUTTO!

DANIELE CESARANO: ECCO LE LINEE GUIDA PER LE NUOVE FICTION DI CANALE 5, CAMBIA TUTTO!

“Il 23 febbraio, alla Casa del Cinema, Daniele Cesarano, nuovo direttore della fiction RTI, ha incontrato gli autori per illustrare le nuove linee editoriali cui si ispirerà il suo mandato. È stato un incontro estremamente interessante, sia per la sua portata simbolica, che per la chiarezza con cui Cesarano ha esposto i contenuti e le finalità che intende dare al suo mandato” illustra in una nota 100autori.

“Ha spiegato che la scelta di nominare uno sceneggiatore a capo della fiction è motivata dal desiderio, da parte degli amministratori di RTI, di rilanciare questo settore a partire proprio dalla ricerca di storie forti e proiettate verso il futuro, in grado di intercettare un desiderio che magari il pubblico non sa ancora di avere” prosegue l’Associazione degli autori.

Si continua quindi: “Una sfida che, se sarà vinta con l’aiuto di produttori e autori, porterà a un aumento progressivo di risorse investite. Facendo rinascere, di fatto, un polo alternativo a RaiSky. Cesarano ha anche annunciato che non verranno più acquistati format stranieri da adattare, ma si cercheranno in particolare:

– Personaggi originali e tridimensionali, dai tratti chiari e precisi, che si muovano in mondi definiti e riconoscibili.”
– Serie aperte, 10/12 episodi di media, in grado di svilupparsi su più stagioni, a protagonista unico. Ma sono accettate anche storie chiuse (un paio di stagioni) nel caso siano convincenti.
– Episodi da 50 minuti (in realtà da 40/45 per integrare le interruzioni pubblicitarie).
– Niente Crime né Civil, generi di cui si occupa, per RTI, la Tao2. Si a tutti gli altri generi.
– Preferenza netta per racconti proiettati nel futuro. Quindi no ai period drama a meno che, nello stile, non si proiettino, appunto, nel futuro (‘Sherlock’).
– Preferenza per i Procedural.
Spazio anche per tv movie se concepiti come parte di Collection tematiche (‘Black mirror’)
– In futuro si aprirà la possibilità di pensare anche formati da 25 minuti per Italia 1.

“Cesarano ha invitato gli autori a impegnarsi fortemente in questa sfida insieme a lui, immaginando e selezionando idee davvero innovative e compatibili con le linee di indirizzo fornite durante l’incontro. Ha raccomandato anche di presentare i progetti preferibilmente attraverso un produttore. I quali produttori, ci ha tenuto a sottolineare con chiarezza, saranno tenuti a dimostrare di aver riconosciuto all’autore la giusta remunerazione. Chi volesse inviare un progetto a RTI può da oggi scrivere a: [email protected]” viene precisato in conclusione.

Fonte: Mainfatti.it