Crea sito

DEL BROCCO (RAI CINEMA): L’USCITA DI TINNY ANDREATTA DEVE APRIRE UNA SERIA RIFLESSIONE

Paolo Del Brocco, ad di Rai Cinema, non nasconde il dispiacere per il passaggio di Tinny Andreatta a Netflix e apre un’ampia riflessione sulla Rai.

A margine della presentazione dei nuovi film in uscita per Rai Cinema e 01 Distribution, Del Brocco ha definito l’uscita della Andreatta:

Un brutto colpo per la Rai, è preoccupante e impone una seria riflessione. Tanti dirigenti e direttori di valore andati ultimamente a ricoprire posizioni importanti in grandi aziende: da un lato è positivo, evidentemente la Rai è una grande scuola di management.

Tre i motivi alla base dell’addio di vari dirigenti dalla Tv di Stato, riferisce Del Brocco al Sole24Ore.

  • L’enorme burocratizzazione del nostro lavoro, una complicazione infinita di lacci e lacciuoli sulla realizzazione del prodotto, regolato dal Codice degli appalti come se facessimo strade e non prototipi di audiovisivo;
  • La continua erosione delle risorse destinate ad alimentare contenuti culturali, produzione audiovisiva e centinaia di posti di lavoro che la Rai produce con i propri investimenti;
  • La “norma delle norme” ovvero la famosa legge sul taglio agli stipendi dei dirigenti Rai (il tetto dei 240mila euro lordi, ndr).

6 Risposte

  1. Giugiola ha detto:

    Non sarebbe una cattiva idea, del resto quando le risorse diminuiscono è meglio accorpare! Del Brocco, secondo me, sarebbe l’uomo giusto alla guida! Ciau Bubino!

  2. Ital ha detto:

    Dove e’ finoto lo staffista sotto esame?

  3. Giugiola ha detto:

    Perchè non unificare Rai Cinema e Rai Fiction in un’unica fortissima direzione di produzione?

  4. Ital ha detto:

    Condivido la preoccupazione di Del Brocco ….

  5. Bubino ha detto:

    Ho letto che ci sarebbe tra le idee….

  6. Dancing with the Queen Milly ha detto:

    Colpa del populismo della destra e di leggi fatte male