Crea sito

LA CHAMPIONS LEAGUE RIMANE IN RAI, ANCHE NEL 2019-2020

DIRITTI TV CHAMPIONS LEAGUE: IN RAI ANCHE NEL 2019-2020

DIRITTI TV CHAMPIONS LEAGUE: RIMANE IN RAI ANCHE NEL 2019-2020

+++ Ultimora dal CdA Rai in corso a Viale Mazzini: La Rai eserciterà l’opzione per i diritti tv di Champions League per la stagione 2019-2020 +++

3 Risposte

  1. Enrick81 ha detto:

    Concordo e non oso pensare quando tra un anno/ un anno e mezzo usciranno i bandi per le prossime coppe che saranno 3

  2. Tex ha detto:

    Avrei preferito le olimpiadi integrali del giro

  3. Enrick81 ha detto:

    Aggiungo questa notizia che si collega a quanto sopra
    Domani, venerdì 25 gennaio, il nuovo direttore di Rai Sport, Auro Bulbarelli, famiglia di lunga tradizione leghista, presenterà il suo piano editoriale alla redazione. Lo sport della tv pubblica viene da un periodo assai travagliato: ha perso terreno sul fronte dei diritti (vedi Spy Calcio del 20 gennaio) ma il cda oggi, su proposta dell’ad Fabrizio Salini, ha deciso di esercitare l’opzione, in scadenza al 31 gennaio prossimo, per l’acquisto del pacchetto collegato ai diritti per la Champions League per la stagione 2019/2020. Come noto quest’anno, dopo sei anni, la Rai era tornata a trasmettere la Coppa europea più importante: ottimi ascolti su Rai 1 delle gare delle italiane nella prima fase (anche il 20 per cento) e ottimi ascolti anche per la trasmissione, pre e post partita, condotta da Paola Ferrari.

    Ora due italiane sono uscite (Inter e Napoli): la Rai da febbraio trasmetterà quindi la Juve con l’Atletico Madrid e poi la Roma col Porto (ma la prima gara del mercoledì sarà Ajax-Real Madrid). La Rai ha pagato 40 milioni per avere una gara di Champions (più il Gp di Monza di F.1 in diretta). I diritti della Coppa europea più importante, come noto, sono tutti di Sky che aveva rivenduto alla tv pubblica una gara a giornata. Ora la Rai eserciterà l’opzione anche per la prossima stagione (costerà più cara?). Bulbarelli si è battuto, si sta battendo: sta salvando il Giro d’Italia di ciclismo (ma costerà un po’ di più rispetto al passato), prodotto davvero da tv pubblica, e sta trattando per le Olimpiadi 2020 di Tokyo (ma verrebbero ridotti i tempi di trasmissione). Poi c’è la Champions: la Rai non può, non vuole perdere sedici prime serate su Rai 1 facendo infuriare chi è costretto a pagare il canone…