DOMINIQUE DEVENPORT: LA MIA SISSI È VERA. ROMY SCHNEIDER? NON CONOSCEVO I SUOI FILM

Sissi, anzi Sisi con una sola “s”, riprende vita grazie alla miniserie evento che Canale 5 trasmette questa sera, in contemporanea a Germania e Austria. Ad impersonare la principessa di Baviera diventata imperatrice d’Austria c’è Dominique Devenport. È lei a confrontarsi con la Sissi più famosa della storia, l’indimenticata Romy Schneider.

La trilogia degli anni ’50, più favola che ritratto storico, ha reso immortale il mito di Elisabetta. Grazie alle infinite repliche – in Germania è stata riproposta la sera della Vigilia – ha reso Sissi una delle sovrane più amate di ogni epoca. Ogni anno sono milioni i turisti da tutto il mondo che accorrono a Vienna per vedere i suoi palazzi e dove è sepolta.

Che emozione interpretare una figura intramontabile come la principessa Sissi, un mito che ha affascinato generazioni di ragazze. Non sono cresciuta con il mito di Romy Schneider, però conoscevo il personaggio dal punto di vista storico. I film li ho visti con Jannik Schümann, il collega tedesco che interpreta Francesco Giuseppe. Sono e resteranno dei classici, con cui però questa nuova serie non ha niente a che vedere. La nostra versione è più contemporanea, le persone vogliono identificarsi con i personaggi dal punto di vista umano.

Dominique Devenport, attrice e ballerina nata nel 1992 a Lucerna, in Svizzera, ha ammesso di aver visto la trilogia di Sissi con Romy Schneider solo dopo le riprese, per non farsi influenzare da un confronto che può sembrare perso in partenza da film tanto cult quanto romanzati. Il suo riferimento sono i testi storici, i copioni e qualcosa di suo.

Le ricerche storiche sono state una base di partenza, perché poi ho preferito aggiungere al personaggio qualcosa di più mio. So benissimo che l’imperatrice d’Austria per tutti è un mito, una sorta di divinità, ma ho voluto lo stesso mostrarne la vulnerabilità, gli errori e, perché no, anche il lato sexy.

L’appuntamento con la premiere di Sissi, in Germania paragonata alla risposta della tv free a Bridgerton di Netflix, è per questa sera, martedì 28 dicembre, su Canale 5. La serie nasce in più stagioni per arrivare, ascolti permettendo, a raccontare la Sissi più adulta, magari fino alla tragica morte avvenuta nel 1898 a Ginevra per mano di un anarchico italiano.