Crea sito

ELENA CAPPARELLI (RAIPLAY): L’OPERAZIONE #FIORELLO VALE FINO ALL’ULTIMO CENTESIMO

Elena Capparelli, direttrice di RaiPlay, ha fatto il punto sull’operazione Fiorello dalle pagine di Libero, intervistata da Francesca D’Angelo.

Adesso la partita si fa dura.

«Vero, ma partiamo da ottime premesse. Sono entusiasta dei risultati ottenuti: Fiorello non solo è riuscito a traghettare sulla piattaforma RaiPlay il pubblico over 50, ma ha anche scompaginato il linguaggio di Rai1, fondendolo con quello del web, e attirando sul primo canale il pubblico più giovane. L’ultima puntata ha per esempio registrato il 26% sul target ragazze 20-24 anni».

A voi però serviva fare presa sul pubblico over 50.

«L’aspetto incredibile è proprio questo: è stata un’operazione circolare, che ha centrato l’obiettivo dell’alfabetizzazione digitale (gli utenti over 50 della piattaforma sono aumentati del +30%), contaminando al contempo la rete generalista. La capacità di Fiorello di innovare si è trasferita anche a Rai1».

Cosa replica a chi sottolinea che, rispetto all’esordio, Viva RaiPlay ha perso quasi un milione di spettatori?

«Era nelle previsioni. Ci aspettavamo che la prima puntata registrasse gli ascolti più alti, spinta dall’effetto curiosità. Dal secondo giorno gli ascolti si sono consolidati, reggendo la controprogrammazione. Non dimentichiamo inoltre che la possibilità di vedere lo show anche su RaiPlay ha dato un senso diverso alla diretta in esclusiva».

Su RaiPlay com’è andata?

«Il risultato ha superato le più rosee aspettative: la mia ambizione era di riuscire a incrementare i visitatori del +30%. Grazie a Fiorello, la percentuale è schizzata al +50%. Durante la settimana di messa in onda di Viva RaiPlay, i video visualizzati sono aumentati del 40%, gli utenti registrati del +30%. Non è lievitato solo il bacino complessivo: le visualizzazioni medie giornaliere sono cresciute del +30%».

Perché avete scelto di realizzare uno show così breve per gli standard di Rai1 e un programma invece così lungo per il mondo digital?

«Abbiamo volutamente invertito le due pezzature. Prevedere un appuntamento tv più lungo di 15 minuti avrebbe tolto il sapore dell’anteprima. Quanto ai 50 minuti di Viva RaiPlay, non è vero che on demand funzionano solo i format brevi. Questa regola vale semmai per gli smartphone».

Mi tolga una curiosità: quanto vi è costata tutta quest’operaione? Fiorello ha invitato tantissimi ospiti, da Rovazzi a Giorgia, e immagino che non siano venuti sempre gratis…

«Non posso sbilanciarmi sul budget, ma Fiorello è riuscito a fare quello che nessuna campagna di comunicazione avrebbe mai potuto realizzare: ora tutte le persone sanno che la Rai ha una sua piattaforma on demand. Il risultato trascende gli ascolti (ottimi) del singolo programma e vale fino all’ultimo centesimo».

5 Risposte

  1. EffeG ha detto:

    L’HD!
    Direttrice Capparelli, una supplica: metta i programmi in HD!
    Facciamolo, sto balzo qualitativo che la concorrenza ha fatto già da anni, ormai.
    Non si faccia guardare dietro da Mediasetplay!

  2. Jacke's ha detto:

    ………

  3. Ital ha detto:

    A me Fiorello piace, mi diverte ….
    Lo trovo da rete ammiraglia e da prima serata ….
    I risultati su Rai 1 sono buoni …quelli sulla piattaforma ….web ….da valutare ….
    Comunque Fiorello confinato ….a Raiplay…e’ come portare il CAVIALE al PICNIC …e non a una SERATA di GALA….
    Tutto questo …arrabattarsi poi …..di dirigenti ….a dare numeri …per ora solo poco significativi ….mi PUZZA un po’ …..
    Vedremo ….fra qualche mese ….se davvero Raiplay …ha fatto il salto VOLUTO ….e auspicato .
    Comunque….si e’ glissato ….sui costi ….dell’operazione….che sono decisamente ALTI tra cachet ( meritato) di Fiorello , produzione e ospiti ….
    E la dice lunga …..Fiorello su Raiplay, Clerici in panchina , Fazio depotenziato su Rai 2 ….sulle politiche “economiche” di questa attuale dirigenza….

  4. Il binocolone di Amadeus ha detto:

    Strasuccesso! Alla faccia delle malelingue.

  5. La Mummia ® ha detto:

    Sicuramente l’operazione Fiorello è stata un successo sotto tutti i punti di vista, comunque credo che all’attuale aumento delle visualizzazione su raiplay stia contribuendo, al momento, molto anche il collegio che fa numeri da capogiro sul web!