ENRICO PAPI: GLI SCHERZI VIP DELLE IENE? NON CONOSCO IL MOTIVO. IL CALCIO? NON SCAPPO

Enrico Papi è stato tra gli ospiti della prima puntata stagionale di TvTalk. Nell’occasione si è fatto un bilancio di Scherzi a Parte, lo storico show di Canale 5 in onda dal 1992. Da quest’anno c’è Papi come nuovo padrone di casa e anche autore. Tra le novità introdotte, l’apprezzato scherzo in diretta che dura per tutta la puntata.

Già negli anni ’60 e ’70 con Specchio Segreto di Nanni Loy sono state introdotte le candid camera alle persone comuni, dagli anni ’90 con lo show di Canale 5 le vittime sono diventati i vip. Da scherzi terribili e a tratti cattivi a quelli più simpatici e goliardici come nell’ultima stagione.  Poi una frecciatina alle Iene che da qualche anno fanno gli scherzi ai vip.

Lo scherzo vip è Scherzi a parte, quello è il brand. Gli altri sono scherzi a persone comuni. Le Iene ultimamente fanno gli scherzi ai vip. Fanno qualcosa che non è nel format. I motivi non li conosco…

L’analista di TvTalk Silvia Motta sottolinea che rispetto alla scorsa edizione è cresciuta molto la fascia 8-14 anni che ha superato il 23% mentre la classe socio-economica bassa va oltre il 26%. Papi sottolinea il grande onore nel “mettere le mani” in un format celebre come Scherzi a Parte, puntualizzando di voler regalare sorrisi ed emozioni. No alla cattiveria o mettere i vip in cattiva luce.

Bisogna ridere e sorridere. Il chiave del successo è la risata, dalla nonnina al nipotino. Niente crudeltà, non andiamo a cogliere i difetti dei vip. Noi manteniamo la leggerezza.

Papi sottolinea che la domenica sera si fatica, c’è tanta concorrenza ma lui non scappa, neanche di fronte alla finale di Nations League.

La domenica fatichiamo. Domenica c’è la finale di calcio Spagna-Francia ma non ci tiriamo indietro.

La prossima edizione di Scherzi a Parte, visti i dati confortanti, sarà ancora condotta da Enrico Papi che svela di essere già al lavoro su nuovi scherzi e forse ci sarà anche lo scherzo ad un politico, anzi “più di un politico”, ma non aggiunge altro per ovvi motivi. Su un nuovo preserale per Canale 5, Papi fa finta di non sentire la domanda ma si sa che ci sta lavorando e ha trovato qualche format interessante.