Crea sito

INTERVISTA A VALERIA GRACI: DA PEPPIA PIG A BARBARA D’URSO PASSANDO PER MICHELLE BONEV (ESCLUSIVA BUBINOBLOG)

INTERVISTA A VALERIA GRACI: DA PEPPIA PIG A BARBARA D'URSO PASSANDO PER MICHELLE BONEV (ESCLUSIVA BUBINOBLOG)

Grazie di cuore (o col cuore, cit.) a Valeria Graci per aver risposto in maniera positiva al mio invito per questa intervista esclusiva su BubinoBlog. Complimenti ancora per l’ironia e per la gentilezza che ti contraddistinguono.

Ciao Valeria e benvenuta su BubinoBlog. Come e quando è iniziata la passione per il tuo lavoro?

È iniziato tutto molto presto… quando da piccolina ho detto a mia mamma che volevo fare l’attrice. La mia non è solo una passione, è un motivo di vita, una scelta difficile, un amore e un odio al tempo stesso, un sentimento spesso ricambiato ma anche ostacolato. Ma è così il mio lavoro, è tutta la mia vita, anche se da cinque anni a questa parte è passato leggermente in secondo piano, ma solo perché è arrivato Pierluigi… mio figlio!

Come ti trovi a lavorare nell’ambiente di Striscia la notizia? E nei panni di Peppia Pig?

Peppia rimarrà per sempre nel mio cuore. E’ legata ad un periodo  della mia vita molto particolare, è nata dopo interminabili pomeriggi davanti alla tv insieme a mio figlio Pierluigi, ed è solo grazie a lui se mi si è accesa la “famosa lampadina delle idee”. Sai a volte la disperazione… A Striscia ci sono capitata quasi per caso ed è stata una grandissima emozione. Ricci ha fatto diventare la mia Peppia Pig un personaggio vero e proprio! A lui devo moltissimo.

Hai recitato per diversi film e fiction. Che rapporto hai con il mondo della recitazione?

Ma quello che faccio è recitare! Non penserete mica che la mattina mi sveglio con il naso da maiala? Per me non fa molta differenza onestamente, alla fine le maschere mi servono a nascondere solo un po’ di timidezza. Che sia a Montecitorio con Peppia o sul palco di Colorado con una parrucca bionda e una spazzola in mano, o sul set di un film, che differenza c’è?

http://media.tvblog.it/7/781/PEPPIA-PIG-620x350.jpg

Valeria Graci – Peppia Pig

Sei una bravissima imitatrice: a quale personaggio da te imitato sei legata di più?

Non mi ritengo imitatrice, gli imitatori veri sono ad un altro livello. A me piace solo partire da quell’idea ed esasperarla, farla mia, farla vivere dentro un mondo che appartiene solo a me. Tutti i miei personaggi in realtà parlano, si muovono e agiscono diversamente da come li interpreto, diventano al limite del grottesco. Ed è li che nasce la parodia.

Come riesci a immedesimarti nei personaggi da te imitati?

Ogni personaggio deve trasmettermi qualcosa, quando ho visto la prima volta Michelle Bonev ospite da Santoro (dove denunciava Berlusconi, Francesca Pascale ed il sistema lavorativo dello spettacolo italiano, di cui lei stessa è stata protagonista) sono rimasta incollata davanti alla tv, pensavo fosse la presa in giro di qualcosa o qualcuno, invece era tutto vero. Me ne sono innamorata artisticamente ed è nata pochi giorni dopo la mia personale interpretazione di Michelle. È andata in onda pochissimo, da li a poco sono stata diffidata. Voglio ringraziare Bonev per la diffida, ma soprattutto per avermi ispirata. Grazie Michelle, è stato breve ma intenso (ahahahah).

Nelle ultime settimane stai spopolando con l’imitazione di Barbara D’Urso, come ti trovi a imitarla?

Partiamo dal presupposto che io amo alla follia la signora della tv, e non mi riferisco a Maria De Filippi perché lei è la regina assoluta. Ma Barbarona nazionale non la batte nessuno! Mi piace, mi fa ridere ed è ironica (autoironica soprattutto). Non era facile prenderla in giro evitando i soliti clichè, così insieme al mio autore (David Lubrano) ci siamo inventati la strada dei miracoli… ma non quella di Safiria Leccese!!! Con tutte quelle apparizioni mi sono divertita tanto.

http://www.oggi.it/wp-content/uploads/sites/10/video_wordtube/2013/12/valeria_graci_imita_michelle_bonev.jpg

Valeria Graci – Michelle Bonev

Hai avuto qualche problema o fraintendimento con qualcuno dei personaggi da te imitati?

A parte la diffida della signora Bonev e la rimozione di tutto il mio materiale relativo all’esibizione a Made in Sud (ti prego mamma Rai, mandami almeno un dvd lo guardo da sola promesso) per il momento nessun fraintendimento con nessuno. Concluderò questa domanda nello stesso identico modo in cui Barbarona mi ha presentata in studio da lei…”Ci sono persone che amano essere prese in giro e altre invece che si offendono e snobbano…”.

Come ti sei trovata al fianco di Katia Follesa? Torneresti a lavorare con lei?

Con Katia sono stati dieci anni bellissimi. Ci siamo divertite e siamo cresciute moltissimo. Purtroppo solo in ambito artistico, perché la statura è rimasta quella per entrambe. Certo che tornerei a lavorare con lei, ma solo se ci fossero dei reali progetti.

In quale ambiente ti trovi maggiormente al tuo agio, la recitazione o le imitazioni?

L’unico ambiente dove davvero mi trovo al mio agio è la domenica a pranzo da mia suocera. Perché fingo sempre di essere a dieta, recitando la parte di quella che ci tiene alla linea. Puntualmente assumo le sembianze di uno scaricatore di porto che non mangia da tre giorni.

Ci puoi anticipare qualcuno dei tuoi progetti futuri?

L’unico progetto che al momento posso condividere e che vedrà luce tra poco è… la torta di mandorle che ho appena infornato. Se viene bene vi mando la ricetta. Chissà mai se nei ritagli di tempo possa aprire anche io l’ennesimo blog di cucina. Così, giusto per distinguermi.

Grazie ancora davvero a Valeria, scherzosa e divertentissima anche nelle risposte. Un grosso saluto da tutto lo staff e la community del blog e alla prossima!

http://images.movieplayer.it/images/2011/12/14/katia-follesa-e-valeria-graci-in-una-scena-della-commedia-vacanze-di-natale-a-cortina-226033.jpg

Valeria Graci e Katia Follesa in “Vacanze di Natale a Cortina”