Crea sito

FICTION CLUB: IL COMMISSARIO MONTALBANO
TERZO APPUNTAMENTO
IN PRIMA SERATA SU RAIUNO

FICTION CLUB: IL COMMISSARIO MONTALBANO TERZO APPUNTAMENTO IN PRIMA SERATA SU RAIUNO

Questa sera, in prime time su RaiUno, terzo appuntamento in compagnia de Il commissario Montalbano, una produzione Palomar con la partecipazione di Rai Fiction, prodotta da Carlo Degli Esposti e Nora Barbieri con Max Gusberti, per la regia di Alberto Sironi, con Luca Zingaretti, Cesare Bocci, Peppino Mazzotta, Angelo Russo, Roberto Nobile, Luciano Miele, Giacinto Ferro, Davide Lo Verde, Fabio Costanzo, Hamza Choukri, Lina Perned e Margareth Madè. Proseguiamo questa sera con gli episodi in replica del commissario più famoso del piccolo schermo, fornendo ulteriori elementi con la rubrica “Fiction Club”, in cui il Blog propone ai propri lettori le anticipazioni, oltre ad indicare le trame delle puntate precedenti, fornendo la tabella dell’audience da cui si evince il riscontro di pubblico ottenuto e il link per rivedere TUTTE le puntate andate in onda, per consentire di recuperare eventuali appuntamenti persi. Dopo il salto pagina, tutte le informazioni fornite ed altre immagini della proposta televisiva di questa sera, su RaiUno.

136449143159100640

 Trama de Il commissario Montalbano Terzo appuntamento 

Il sorriso di Angelica – Nel corso della notte sono stati svaligiati la casa al mare e il lussuoso appartamento di Carlo e Caterina Peritore. I ladri sapevano che la coppia si trovava in villeggiatura per il fine settimana. Li hanno addormentati con un gas, hanno svaligiato il villino e infine sono andati a saccheggiare la loro abitazione. Il tutto è stato compiuto con particolare sapienza e destrezza. I ladri, infatti, non hanno lasciato neppure un’impronta. Montalbano intuisce subito che i ladri devono essere persone che conoscono bene i Peritore e in breve riesce a collegare quest’ultimo furto ad un altro commesso qualche giorno prima ai danni dell’avvocato Lojacono e della dottoressa Vaccaro e che è avvenuto con la stessa identica modalità di quello subito dai Peritore. Di seguito emerge inoltre che, non solo i Peritore conoscono bene le altre due vittime di furti (Lojacono e Vaccaro), ma che tutti appartengono a una ristretta cerchia di amici, una sorta di clan composto da gente assai ricca e in vista.

13644914585920001320

A Montalbano tutto ciò sembra tutt’altro che casuale, e capisce che i furti continueranno, e ancora all’interno di questa singolare élite vigatese. Va a parlare con Pasquale, figlio di Adelina e ladro matricolato, il quale gli rivela che, a quanto risulta da voci sentite nel suo ambiente, i componenti di questa banda così abile ed esperta non sono ladri di Vigata, ma sono venuti da fuori. Montalbano capisce però che devono avere almeno un basista, che probabilmente è anche a capo della banda. Attraverso delle intercettazioni, riesce a individuare il ricettatore presso il quale i ladri si liberano delle vetture rubate alle loro vittime, ma anche questa strada si rivela inutile, perché i criminali, hanno sempre organizzato tutto in modo da non dovere incontrare mai il loro ricettatore, il quale, una volta arrestato, non ha nessuna informazione utile per la polizia. Il capo della banda, in forma anonima, invia una lettera al commissario, con la quale gli lancia un vero e proprio guanto di sfida. E la serie dei furti, difatti, continua, questa volta ai danni di Angelica Cosulich, trentenne dirigente di una banca del paese.

136449142676400601

E, come aveva intuito il commissario, anche lei fa parte della cerchia di amici dei Peritore. Angelica è bellissima, magnetica, e quando va a parlare con lei, Montalbano rimane incredibilmente colpito: la Cosulich gli riporta alla memoria quell’Angelica dell’Orlando Furioso della quale, ai tempi del liceo, si era come innamorato. È un vero e proprio colpo di fulmine e nel corso della storia, Salvo non potrà fare a meno di innamorarsi come un ragazzo. Anche Angelica gli fa presto capire di essere interessata a lui e le resistenze del commissario dovranno ingaggiare contro questa nuova passione una battaglia assai difficile e forse non vittoriosa. Intanto l’indagine continua, così come pure la serie dei furti e la sprezzante sfida lanciata alla polizia. Montalbano presto si rende conto che il capo della banda dei ladri deve essere uno dei membri della cerchia di amici dei Peritore. Sembra assurdo, perché tutti gli esponenti di quel gruppo sono ricchissimi e non hanno certo bisogno di rubare niente a nessuno. Il commissario capisce così che quei furti non sono soltanto furti, ma nascondono ben altro obbiettivo. Uno scopo che si rivelerà assai più grave e tragico.

136449148357703446

[line]

Segue la tabella dei dati Auditel di questi nuovi episodi, a cui domani aggiungeremo quelli della puntata odierna, e così via, fino all’ultimo appuntamento che seguiremo con l’immancabile rubrica dei “Titoli di coda”.

 Il Commissario Montalbano – RaiUno – Prima visione TV 

Episodio Data Audience Share
Una faccenda delicata 29/02/2016 10.862.000 39,06%
La piramide di fango 07/03/2016 10.333.000 40,96%

 Il Commissario Montalbano – RaiUno – In Replica 

Il sorriso di Angelica 14/03/2016 8.695.000 34,20%

136449147824103140

[line]

Ecco un breve video con il promo della puntata di questa sera, disponibile anche sul sito Rai.tv semplicemente cliccando QUI 

Infine, ultima tabella con gli episodi andati in onda, accessibili semplicemente cliccando sull’immagine che trovate in corrispondenza di ogni puntata. Sarete indirizzati direttamente sul sito Rai.tv, dandovi l’opportunità di seguire le puntate desiderate sul portale web ufficiale. Nella tabella anche il riassunto della trama dell’episodio e, non appena disponibile il nuovo appuntamento, esso sarà accodato, in modo da consentire ai lettori di Fiction Club, di non perdere il filo.

Prima Puntata: “Una faccenda delicata”

Sono passati mesi dalla morte di François, Livia sembra avere finalmente superato il difficile lutto, pare tornata quella di sempre. Salvo è da lei, in Liguria, e Livia è davvero felice di averlo tutto per sé per qualche giorno. Purtroppo però Montalbano riceve una chiamata dal suo commissariato: c’è stato un omicidio e Fazio gli chiede di tornare subito a Vigata. Anche perché del caso ha già cominciato a occuparsene Augello, che ha imboccato però una pista d’indagine totalmente assurda e non c’è modo di dissuaderlo. Non c’è niente da fare, Montalbano deve partire. Livia è assai dispiaciuta, ma non può che avere pazienza, per l’ennesima volta. Non appena tornato a Vigata, Salvo apprende del caso: è stata uccisa una prostituta, Maria Castellino, strangolata con una cintura da uomo nel miniappartamento dove lavorava. Era un personaggio piuttosto singolare Maria: tanto per cominciare, aveva quasi settant’anni, ma era ancora in piena attività. Non solo, Maria era così buona, gentile, generosa, che era stimata e benvoluta da tutti, nessuno in paese era prevenuto o la giudicava per il suo mestiere. Inoltre era felicemente sposata, e per suo marito Serafino – ora distrutto dal dolore – il fatto che lei fosse una prostituta non era mai stato un problema. Augello è convinto che si tratti del delitto di un maniaco, un gerontofilo, e Maria, secondo lui, sarebbe morta per incidente nel corso di una bizzarra pratica erotica. Montalbano è ovviamente persuaso che la tesi di Mimì non stia né in cielo né in terra, ma, per non mortificarlo, gli lascia condurre autonomamente un’indagine parallela alla propria. Il commissario, intanto, insieme a Fazio, si butta sul caso, e grazie a Teresita Gaudenzio, amica e vicina dell’assassinata, e al preside Vasalicò, amico fraterno di Maria, scopre che da tempo Maria era spaventata, a causa di un cliente che evitava in ogni modo di incontrare. Anche i reperti trovati sul luogo del delitto portano a pensare che sia proprio questo misterioso e pericoloso cliente l’assassino della prostituta. Bisogna trovare il modo di identificarlo, ma gli elementi a disposizione sono pochissimi, non sarà affatto facile. Il preside Vasalicò, inoltre, chiede aiuto al commissario per un angosciante problema sorto da qualche giorno nella sua scuola: la madre di una delle bambine sostiene che un maestro abbia molestato sua figlia; l’insegnante, sconvolto, invece si dice assolutamente innocente. Il preside non sa che fare, perché, se la donna ha ragione, allora vuol dire che nella sua scuola c’è un pericoloso mostro, ma se invece la signora sbaglia, rischia di far mandare in prigione un innocente. Per fortuna Montalbano saprà fare luce su questa faccenda quanto mai delicata. Nel frattempo Mimì arresta un giovane gerontofilo, Mimmo Tavano, un tipo dall’aria buffa e bizzarra, cliente di Maria; è convinto che sia lui il colpevole. Salvo capisce immediatamente che Mimmo non è l’assassino e, malgrado l’ostinata convinzione di Augello, riesce a farlo scagionare. Nel corso di questa indagine Livia viene a Vigata, per far vedere a Salvo “Selene”, la cagnetta che ha appena adottato e che semina subito scompiglio e allegria nella casa del commissario. Ma non è solo per questo che è venuta: benché Livia appaia serena, la morte di François ha lasciato in lei segni profondi; ha più che mai bisogno di Salvo, di sentirlo vicino e di sentirsi amata. Montalbano riesce finalmente a identificare il misterioso cliente della Castellino: è un folle, dal tragico passato, ossessionato da Maria, ma per quanto tutto sembri indicare lui come assassino, il suo alibi pare davvero inattaccabile. Comunque sia il commissario, scavando sempre più a fondo, scopre nella vita e nel mondo di Maria risvolti sempre più ambigui e inquietanti: forse non era affatto così amata e benvoluta da tutti come si voleva far credere; la sua vita, in cui tutto sembrava limpido e chiaro, è in realtà un mistero sempre più fitto e intricato. E mentre Montalbano si fa strada in questo labirinto, un nuovo e brutale delitto pare incredibilmente rilanciare le bislacche ipotesi di Augello. Ma Montalbano riuscirà abilmente a riportare Mimì alla ragione, a risolvere il caso e a dare finalmente giustizia alla povera Maria Castellino.

Seconda Puntata: “La piramide di fango”

È notte fonda e piove a dirotto. Un uomo, in mutande e canottiera, gravemente ferito, sanguinante, corre disperatamente su una bicicletta, fino a entrare in un cantiere che ormai è tutto un pantano. Con le ultime forze che gli restano, va a infilarsi in una grossa tubatura della condotta idrica in costruzione. È là che viene trovato cadavere, la mattina seguente. È stato ucciso con un colpo di arma da fuoco. Montalbano capisce che quell’uomo deve essere stato sorpreso nella notte, mentre dormiva; l’assassino gli ha sparato, lui ha cercato di fuggire con la bicicletta, si è nascosto in quella tubatura, ma la ferita era troppo grave ed è morto. Quindi doveva vivere nelle vicinanze del cantiere. Il commissario riesce dunque a trovare la sua abitazione e a identificarlo: si tratta del trentacinquenne Gerlando Nicotra, contabile della stessa impresa edile di quel cantiere dove è morto; viveva con la bellissima moglie tedesca, Inge. È un caso assai complesso, e strano, il commissario se ne rende subito conto: tanto per cominciare di Inge non c’è più nessuna traccia, sparita. Inoltre Gerlando e Inge non vivevano soli, come tutti credevano: nell’abitazione ci sono tracce di una terza persona, che stava là con loro, un uomo che nessuno conosce, probabilmente anziano. E nella casa vi erano anche delle pistole, sia nella camera dei Nicotra, sia in quella del misterioso ospite. Cosa assai sorprendente è che di questo “terzo uomo” non vi è alcuna impronta, indossava giorno e notte un paio di guanti di filo, e quindi è chiaro che si tratta di una persona schedata che non voleva farsi identificare. Si potrebbe pensare a un latitante, ma Montalbano non è affatto convinto di quest’ipotesi. Anche perché il caso Nicotra s’intreccia ben presto col tentato omicidio subìto da Saverio Piscopo, un muratore che aveva cominciato a parlare con la giornalista Lucia Gambardella delle irregolarità commesse dall’impresa presso cui lavorava. La Gambardella è una cronista coraggiosa e combattiva e da tempo lavora a un’inchiesta sugli appalti truccati a Vigata. L’edilizia è spesso il terreno fertile per accordi segreti fra politica e criminalità, ma il commissario capisce al volo che la donna ha messo le mani in qualcosa di molto, molto pericoloso e cerca in ogni modo di suggerirle cautela e di proteggerla. Si rende anche conto che, chi ha tentato di fare fuori Piscopo, ci proverà ancora e miracolosamente riesce a salvare il muratore da un nuovo attentato. Ormai è più che sicuro: la morte di Nicotra e i tentativi di uccidere Piscopo hanno a che fare con un enorme giro di corruzione e malaffare riguardante varie imprese edili della provincia. E certo, c’entra anche la mafia. Difatti varie forze cominciano a muoversi per costruire un colossale depistaggio, con il quale si vuole fare credere in ogni modo che la morte di Gerlando non sia stata altro che una storia di corna: Nicotra avrebbe trovato la moglie con un amante, avrebbe quindi tentato di ucciderlo, ma l’amante, durante la colluttazione avrebbe sparato a Gerlando. Montalbano, però, riuscirà a non cadere nei vari tranelli che gli vengono messi davanti, a smascherare falsi testimoni, false prove, false confessioni, e, con acume e coraggio, troverà il modo di penetrare all’interno di quella “piramide di fango” che pareva inespugnabile – un fango fatto di sangue, corruzione e malaffare – e ad arrivare finalmente al vertice, facendo così crollare una volta per tutte questa vasta e ingegnosa organizzazione criminale.

[line]

Per rivedere la terza puntata della fiction IL COMMISSARIO MONTALBANO, dal titolo “Il sorriso di Angelica”, cliccate sulla foto che segue, che vi indirizzerà direttamente al portale Rai.tv

13644914

Non resta che augurare ai lettori una buona visione!!

[line]

29 Risposte

  1. maramao ha detto:

    prova

  2. Sanfrank ha detto:

    Ital, sei stato un perfetto padrone di casa. Ora sistemo la foto e il link di questa puntata che, detto tra noi, era già in rete dal 2013 😆

  3. ital ha detto:

    Giusta chiusura con la Ventura. …..

  4. ital ha detto:

    Forse … fra poco termina anche Isola …..
    Sono terminate le lunghe sfiancanti, abbioccanti, lente nomination. ….

  5. ital ha detto:

    Sanfrank mi ha lasciato le chiavi del post ….. Oramai si e’ fatto tardi ….
    Sciagurato. …vieni a chiudere il post ….
    Ah ah ah. …..

  6. ital ha detto:

    Monty torna venerdi quindi …..ancora …
    Deve cerrcare di fare un altro lavoro duro …. arginare boom della partenza Bonolis …. Non so se ci riuscira’ …. certo piu dei filmetti o di Albano eRomina di certo fara’ !

  7. ital ha detto:

    Che lentezza …. ste nomination. …. conciliano con abbiocco ….. visto ora tarda. …..
    Nella riscossa del biscione ….. domani e’ di scena una nuova Garkata ….. che penso domani spegnera’ definitivamente Sole …..

  8. ital ha detto:

    Saluto tutti … quelli che partecipano post Isola, che leggo divertito …. tra occhiata Isola e uno zapping …. sul nulla o quasi della seconda serata …… mi sono fermato. pero qualche minuti sugli stupendi paesaggi africani e la meravigliosa Streep in La mia Africa su Iris ….

  9. ital ha detto:

    Isola non e’ mio programma preferito e non lo seguo c/ assiduita’ … ma mi pareva piu intetessante il mix di personaggi della scorsa edizione … almeno fino ad ora ….
    Continua a non piacermi la conduzione Marcuzzi …. anche se mi pare leggermente migliorata rispetto scorso anno …

  10. ital ha detto:

    Comunque due episodi di Montalbano in una settimana …. sono assurdi !
    Mica e ‘ un Segreto. qualsiasi ….

  11. ital ha detto:

    Cocco quiz ….. con hamburger di premio …. Che tristezza….

  12. ital ha detto:

    Colpo di scena finale …. siamo vicini alla soluzione del caso ….

  13. ital ha detto:

    La Cosulich finalmente riesce a portarsi a letto. Salvo …..
    Agli amici Monty disse …. ho. tradito Livia. … perche non e’ piu la stessa …..
    Ah ah ah !

  14. ital ha detto:

    La conduzione Marcuzzi mi fa venire latte alle ginocchia … che mosceria …..
    Torno da Monty …..

  15. Zeus ha detto:

    Ital hai ragione i bollini sono ridicoli e poi si sono viste lo stesso le nudita.

  16. ital ha detto:

    I bollini tipo A damo ed Eva. di nove dee jay tv all’Isola …. sono decisamente ridicoli …..

  17. ital ha detto:

    Vero Zeus ….peccato che hanno dovuto sostituirla ….

  18. Zeus ha detto:

    La migliore Livia è quella delle prime serie.

  19. ital ha detto:

    Questa Livia mi piace poco …. e’ una Livia un po’ snob ….

  20. Zeus ha detto:

    Io la puntata lo già vista però la rivedo con piacere di nuovo .

  21. Sanfrank ha detto:

    Ital mi sa che hai ragione

  22. Sanfrank ha detto:

    Ciao Ital

    Seguo l’Isola ma il post su Montalbano era doveroso

  23. ital ha detto:

    Che fortuna …. questa unica puntata delle piu recenti …. che non ho visto ….
    Certo che nel post ce deserto …..diserta anche Sanfrank. …… ah ah ah. ….
    Di la pero troppo affollamento ….. ih ih ih

  24. ital ha detto:

    Un pensiero a Riccardo Garrone. ….. bravo attore ….di cinema ( Fellini, Risi eDamiani , alcuni registi con cui ha lavorato ) poi anche in qualche fiction come Medico in Famiglia …. indimenticabile San Pietro negli spot Lavazza ….

  25. ital ha detto:

    Bella la foto della protagonista femminile di puntata ……

  26. ital ha detto:

    Ciao Sanfrank ….. seguo Monty …. e daro’ un occhio all’ isola dei penosi …. pardon famosi …..
    Speriamo che Alessia non sia troppo moscia ….

  27. Sanfrank ha detto:

    Ahahahahahaa Artax Buuuuuummmmmmm :yahoo:

  28. artax ha detto:

    buuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu

  29. Sanfrank ha detto:

    Per chi non segue L’Isola e volesse commentare e/o seguire Il Commissario MontalBOOM, ecco a voi il consueto appuntamento con Fiction Club con le tabelle a cui ormai siamo abituati.
    Puntata molto interessante…

    Buona visione