Crea sito

FICTION CLUB, LA PRIMA DE #LASTRADADICASA2 IN 1° VISIONE ASSOLUTA SU RAIUNO

Alessio Boni torna ad essere protagonista, da stasera in prima serata su Rai1, nella seconda stagione della fortunata serie “La Strada di Casa”, insieme a Lucrezia Lante della Rovere e Sergio Rubini. Un giallo avvincente in 6 puntate, ricco di emozioni e colpi di scena, ambientato anche stavolta nella favolosa tenuta agricola Cascina Morra, alle porte di Torino.

Nelle prime inquadrature il protagonista Fausto Morra è immobile davanti a un corpo esanime. Ci sono gli agenti della scientifica coordinati dal commissario Leonardi. Ma cosa è successo? E perché? Tutto ha inizio molto tempo prima. I tre anni di prigione hanno cambiato molte cose in Fausto, dentro e fuori. Anche la sua famiglia ha accusato il colpo, ma dopo il suo ritorno a casa la serenità sembrava proprio a portata di mano. Per i Morra, però, niente appare scontato. Intrighi, tradimenti, scomparse e ritrovamenti in un thriller dai ritmi incalzanti e dalle tematiche di grande attualità.

Ad arricchire la storia anche l’arrivo di nuovi personaggi. Mauro, un giovane ex compagno di cella di Fausto, integrato nella vita e nelle attività della cascina; Valerio, grande rivale di Lorenzo nella gestione del consorzio che attualmente produce birra artigianale e amante di Milena, figlia maggiore di Fausto. E poi il commissario Concetta Leonardi, una donna determinata a risolvere il nuovo mistero che circonda la cascina e la famiglia Morra.

“La Strada di Casa – Seconda stagione” è una coproduzione Rai Fiction-Casanova Multimedia, prodotta da Luca Barbareschi, per la regia di Riccardo Donna. Nel cast anche Eugenio Franceschini, Benedetta Cimatti, Christiane Filangieri, Sabrina Martina, Marco Di Natale, Silvia Mazzieri, Roberta Caronia, Massimo Poggio, Roberto Gudese, Claudia Zanella, Simone Gandolfo, Tatjana Nardone, Giuseppe Spata, Luca Scapparone, Marco Zangardi, Marco Cocci e Giulia Cotugno.


PRIMA SERATA


Fausto (Alessio Boni) viene ritrovato dal commissario Leonardi (Roberta Caronia) completamente ricoperto di sangue davanti ad un corpo esanime. Tre mesi prima, Fausto ritorna a casa. Ad accoglierlo, sua moglie Gloria (Lucrezia Lante Della Rovere) con i figli Milena (Benedetta Cimatti), Viola (Sabrina Martina), Lorenzo (Eugenio Franceschini) e il piccolo Martino (Marco di Natale). Finalmente, con Fausto libero, Lorenzo può sposare Irene (Silvia Mazzieri), ma, il giorno delle nozze lei non si presenta all’altare. Fausto, insieme ad Ernesto Baldoni (Sergio Rubini), che per Irene è come un padre, si reca al commissariato, dove vengono subito rassicurati dal commissario Leonardi: tutto fa presagire che Irene sia scappata per non sposare Lorenzo. Ernesto, insieme alla sua compagna Veronica (Christiane Filangieri), incomincia ad investigare su Irene e a casa sua, rovistando nella spazzatura, trova dei vetri in frantumi con uno straccio intriso di sangue. I sospetti di Ernesto si concentrano su Lorenzo: il ragazzo nasconde evidentemente qualcosa e Baldoni decide di denunciarlo alla polizia che comincia quindi ad indagare. Nel frattempo, al birrificio “Morra” un batterio aggressivo ha contaminato tutti i fusti di birra. Lorenzo è costretto a buttar via mesi di lavoro e rischia di portare l’azienda al fallimento.


NOTE DI REGIA


La grande casa dei Morra è ancora lì, le canne di mais si muovono al vento e il sole di fine estate è dorato come prima. Però “…sei stato via tre anni, e molte cose sono cambiate…” dice Ernesto Baldoni a Fausto Morra. E ha ragione, perché la seconda stagione de “La strada di casa” è una sorpresa. Non perdetevi un attimo di questo racconto e riuscirete a dipanare il mistero che l’attraversa. La storia sembra iniziare sulla scena di un crimine, pensiamo di sapere chi sia l’assassino, lo vediamo in piedi con un’arma in mano, è Fausto Morra! Ma non vediamo chi sia la vittima. Invece tutto comincia tre mesi prima, quando tutto deve ancora succedere. Forse
quel delitto non è l’inizio, ma la fine della storia. Forse non è un delitto. Un racconto su più piani temporali che si inseguono fino a ricongiungersi al termine della quarta puntata, per poi correre insieme verso l’esplosivo e commovente finale.

Tutti, nessuno escluso, possono essere colpevoli in questa storia, o magari sono tutti innocenti ed è tutto un grande sbaglio. “La polizia brancola nel buio…”, si direbbe in un giallo banale, ma questo non lo è e nel buio si nasconde la verità che poco per volta verrà svelata. 26 settimane di riprese forsennate, dalla campagna torinese fino a Praga. Un cast in grandissima forma, tutti coinvolti nel ruolo spiazzante di presunti colpevoli.

Il freddo dell’inverno alle porte a poco a poco cambiava la natura dei luoghi e la luce di Alessio Gelsini virava al freddo e infittiva il mistero. Il montaggio di Alessio Doglione e Brunella Perrotta ordinava i tasselli del puzzle sparsi nell’intrigo e le nuove musiche di Mattia Donna & La femme piége vestivano il tutto di ritmo e passione. Mi ricordo che due anni fa al termine della prima stagione pensavo con orrore alle terribili zanzare della palude e dei campi di mais, invece quest’anno non le ho sentite… ero troppo concentrato a non perdere il filo, a non commettere errori. Magari l’assassino sono io!

La Strada di Casa 2 · Tabella Auditel

Ep. Data Audience Totale 15-64 15-34 55+
#1 17/09/2019 3.803.000 16.90 13.75 10.42 22.18