Crea sito

FLAVIO INSINNA E PAOLO BONOLIS, COME SOCIAL E STAMPA CAMBIANO LA REALTA’ DEI FATTI

Paolo Bonolis, reduce da una pesante sconfitta in prima serata, non fa notizia. Appena 3 milioni e il 15,27% contro la finale di Tale e Quale di Carlo Conti (4,6 milioni con il 23,04%), che vince anche nel target commerciale. Tweet molto formali, altri fanno finta di essere via nel week-end. Nessuna sfilza di articoli per parlare di “dramma”, “choc”, “nuovo conduttore in arrivo”, tanto di moda invece per Flavio Insinna. Il conduttore de L’Eredità, con 52 vittorie su 56 sfide nel confronto con Caduta Libera e appena un paio di punti in meno dell’anno scorso, è invece il vero problema della tv italiana.

Per Bonolis è il terzo flop consecutivo, ricordando anche i brutti dati di Music e Peter Pan dello scorso anno. Con Avanti un altro e Ciao Darwin tornerà molto probabilmente a macinare ascolti e fare record nei target pregiati, perchè è il Bonolis che il pubblico di Canale 5 apprezza, vuole e giustamente pretende. Ognuno è pagato per accontare il pubblico della rete per la quale lavora, non per quella in cui magari vorrebbe lavorare (se solo lo pagasse come l’attuale datore di lavoro).

Per Insinna, che ad alcuni possa non piacere per le note questioni ci sta. Nulla da dire. Tolto l’evidente dopaggio auditel del campioncino di Gerry Scotti, giovane, carino e “commerciale” come non si vedeva da anni a Canale 5 (o mai si è visto), non ho notato crolli drammatici, se non qualche punto in meno del 2017 e addirittura dati in linea con il 2015 e 2016. La staffetta con The Wall ha riportato la consueta distanza tra i due preserali.

L’Eredità va bene e conferma la leadership, The Wall per ora è in linea con l’anno scorso mentre Scherzi a parte è un flop. L’unico flop tra i tre programmi. Ristabiliamo la verità dei fatti. Almeno qui.

 

9 Risposte

  1. Zeus ha detto:

    Concordo in pieno su tutto!!

  2. Salvatore Motolese ha detto:

    Parliamo anche di Domenica in e Domenica live , il programma della Venier è sempre vincente anche se di poco sul competitor , ma i vari magheggi fatti tramite la manipolazione dei vari spazi pubblicitari fatti dalla D’Urso permettono di far risultare vincente quasi sempre il suo programma .

  3. Fafo ha detto:

    La solita ipocrisia italica…

  4. Ital ha detto:

    Per me la domenica tra le due e’ un buon pareggio …
    Le evitabili spiegazioni per tramutare un dato buono in boom sono stucchevoli….come le scuse delle interruzioni pubblicitarie ….ma non se lo dice una delle duellanti ….ma se lo proclamano i due sempre più ridicoli fan club ….

  5. Ital ha detto:

    Bisogna sempre far polemica ? Questi social e questi media sono deleteri …. Una volta ….questi dati ….non facevano ….tutto …sto….casino ….
    Insinna ….va bene …..ma Bonolis invece ha un evidente raffreddore ….punto ….
    Presta? Può darsi …..ma fatico ….a immaginare che lui manovri pure i social ….
    Insinna fa un preserale …che al di la delle simpatie va bene …..nulla da aggiungere ….non lo amo ….ma tutto sto casino attorno a lui e’ esagerato …
    Bonolis è un grande …..ha preso un nuovo granchio , a Mediaset evidentemente ….non si trova più a suo agio ….come un tempo ….
    Qualche titolo sul risultato insoddisfacente ci poteva stare ….
    Forse pero ….affiancare …un attore ….prestato alla conduzione ….e una star della TV …che può incappare in errori ….e’ un azzardo …..
    Per il resto ….non seguo le mode ….quando commento ma i miei gusti ….e non uso cliccare titoli di articoli vuoti ….che circolano in rete ….
    Infine bravo Bubino …che ha messo in evidenza questa stortura ….

  6. Tex ha detto:

    Bravo Bubino! L’eredità sta facendo ottimi ascolti

  7. marta70 ha detto:

    Bubino una sola parola, anzi due: Lucio Presta. E chi nega il contrario è in malafede…Ieri su Twitter un commentatore postato pure qui esordiva dicendo “Non sono pagato da nessuno”…coda di paglia? Ai tempi di Grasso e Placido c’era distanza tra chi la tv la faceva e chi ne scriveva. Oggi non più. Ed ogni giorno è sempre più lampante. Addio credibilità, per me. Sei né più né meno di un commentatore come me. Anzi io tifo solo per la bella televisione ovunque vada in onda

  8. Beppe ha detto:

    Premesso che l’unico preserale da me seguito è Reazione a catena, semplicemente perché gli altri mi annoiano; premesso che Insinna non l’ ho mai digerito (da prima della storia della “nana”!), non posso che condividere ciò che ha scritto Bubino.
    Tutti i giorni si leggono titoloni acchiappa clic contro Insinna, sul nulla! Proprio sul nulla!
    Poi però dopo l’ennesimo disastro per il seppur bravissimo, ma un tantino spocchioso, Bonolis, non esce nulla o quasi , ne dalle testate che contano, ne tanto meno da certi “influencer”, che vivono con la speranza di essere assunti come autori a Cologno….

  9. Liukss ha detto:

    Concordo in pieno con l’articolo