Crea sito

FORMAT TV: TIME OUT – SPACCA IL SECONDO (Versione 2.0) di FYVRY-GIUBOR

TIME OUT - SPACCA IL SECONDO

Time Out – Spacca il secondo

Questo è un format per un quiz televisivo, che qualcuno della community già conosce perché ne ho parlato molto, tanto tempo fa. Ma è anche qualcosa in più. È uno di quei progetti a cui, in fin dei conti, ti affezioni e che, più di qualunque altro tu possa fare, vorresti che vedesse la luce. Quando lo scrissi, era il 2008. Avevo circa 16 anni e mezzo e, in quel periodo, Canale 5, rete per la quale ho pensato questo format, era ormai succube di Chi vuol essere milionario? e dei quiz statici da ormai diverse stagioni e lo sarebbe stata ancora a lungo, prima dell’arrivo di Avanti un altro!, nel 2011. Un gioco a manche, con più concorrenti in corsa per il titolo di campione. Un’idea in apparenza anacronistica, legata ai quiz degli anni 90 che, allora, erano un ricordo che andava via via sfumando, con quella grande nostalgia verso i vari Luna Park, Colorado, Tira & Molla, Superboll, Passaparola, Sarabanda e Ok! Il prezzo è giusto.

Dal 2008, ad eccezione di piccolissime modifiche, questo format era rimasto immutato in quanto lo ritenevo già forte di suo e, in qualunque momento lo avessi proposto, sarebbe stato accettato con poche riserve. Nel 2014, però, arriva finalmente l’occasione di cambiare qualcosa che, in apparenza, sembrava non dovesse cambiare mai. Devo ringraziare GiuBor, che si è affezionato ed ha deciso di metter mano a “Time Out – Spacca il secondo”, capendone lo spirito e arrivando fin dove io, personalmente, non ero arrivato. L’elemento chiave di questo gioco è il tempo. Sono i secondi che possono fare la differenza tra la vittoria e la sconfitta. Lo stesso principio che si applica nelle gare (ciclistiche, motociclistiche o automobilistiche), trova applicazione, seppur secondo modalità diverse, in un game show classico ma, secondo me, molto moderno (ma con ciò non voglio influenzare voi lettori, visto che i figli so’ piezze e core, come si dice in questi casi).

Fyvry

Fatta quest’introduzione, è il momento di illustrarvi la versione 2.0 del format, in parte realizzata da me e in parte realizzata da Fyvry. A voi il commento:

18.50-19.00 Schede/presentazione concorrenti + Prime domande

1A MANCHE – Prime domande: I quattro concorrenti rispondono ognuno a tre domande a risposta secca entro 15 secondi. 500€ per ogni secondo risparmiato.

19.05-19.20 – Motivo musicale + La raffica

2A MANCHE – Motivo musicale: I quattro concorrenti devono individuare un brano musicale ciascuno entro 10 secondi. 500€ per ogni secondo risparmiato.

3A MANCHE – La raffica: Ogni concorrente dovrà rispondere ”Vero o Falso” ad una raffica di affermazioni fatte dal conduttore in 60 secondi. Perde 500€ per ogni risposta errata, vince 500€ per ogni risposta esatta.

A questo punto del gioco, il concorrente con il montepremi accumulato più basso viene eliminato.

19.25-19.35 – Il triangolare

4A MANCHE – Il triangolare:  La prima sfida è tra i due sfidanti; il vincitore della prima sfida affronterà il campione nella terza sfida, mentre lo sconfitto lo affronterà nella seconda sfida. Si gioca su tre domande per ogni sfida: chi ne indovina due su tre è dichiarato vincitore della sfida. I concorrenti hanno 15 secondi di tempo per rispondere a ciascuna domanda, dopo essersi prenotati, con 500€ per ogni secondo risparmiato. Al termine del triangolare viene stilata una classifica a punti. Si assegnano tre punti per il concorrente che vince alla seconda domanda, mentre due punti al vincitore e uno allo sconfitto se la sfida si risolve al “tie-break” (la terza domanda). Il concorrente con minor punti viene eliminato. In caso di ex aequo, viene fatta una domanda di spareggio a risposta secca.

19.40-19.55 – Il tris + The wonderwall

5A MANCHE – Il tris:  Su un tabellone 3×3 sono celati premi da 500, 1.000, 1.500, 2.000, 2.500, 3.000, 4.000, 5.000, 6.000€. Per conquistarli bisogna rispondere ad una domanda a risposta secca entro i secondi equivalenti ai soldi in palio (per vincere 500€ bisogna rispondere in un secondo, 1.000 in due secondi, 1.500 in 3 secondi, 2.000 in 4 secondi, 2.500 in 5 secondi, 3.000 in 6 secondi, 4.000 in 8 secondi, 5.000 in 10 secondi, 6.000 in 12 secondi).
Ovviamente la difficoltà delle domanda va a scalare in base ai secondi dati per rispondere (il coefficiente di difficoltà della domanda aumenta con l’aumentare dei secondi e quindi la prima domanda è la più semplice). In caso di risposta errata o risposta data fuori tempo massimo, la casella viene automaticamente assegnata all’avversario. Il primo che riesce a fare ”tris” e che quindi riesce a mettere in fila tre caselle in orizzontale, verticale o diagonale vince il gioco e passa alla manche finale, aggiungendo anche il montepremi fin qui accumulato dall’avversario.

6A MANCHE – The wonderwall: Il vincitore della puntata dovrà rispondere correttamente a 20 domande e sul tabellone ci saranno 40 possibili opzioni di risposta (20 esatte da abbinare esattamente alla domanda del conduttore e 20 sbagliate). Il concorrente dovrà contemporaneamente contare in secondi la durata della manche, dall’inizio fino al momento in cui il conduttore liberamente fischia e fai il gesto del ”Time Out”. Il concorrente dovrà quindi cercare di avvicinarsi il più possibile al tempo realmente effettuato con un margine massimo di errore di 10 secondi (se ad esempio il tempo calcolato dal concorrente è 58 secondi, quello effettuato è di 70, il concorrente si è sbagliato di 12 secondi e quindi 2 secondi in più su quelli tollerati). Inoltre, ogni risposta abbinata alla domanda del conduttore erroneamente vale 1 secondo di penalità sul tempo realmente effettuato. La durata della manche viene gestita dal conduttore, che deve regolarsi con il tempo e farlo durare sempre in maniera diversa per ogni puntata.

VIETATO OGNI UTILIZZO PER SCOPI PERSONALI

 

20 Risposte

  1. 1 VS 100 - 10 Milioni per il Segreto - 12-06-2014 ha detto:

    L’Anello debole secondo voi potrebbe funzionare ancora?

  2. Fyvry ha detto:

    Grazie a tutti dei consigli e delle critiche che ci avete fatto. Sono importanti perché, in fin dei conti, il format perfetto non esiste e Time Out non lo è di sicuro. Faremo tesoro nel caso in cui, un giorno, il game dovesse vedere la luce. A titolo di cronaca, colgo l’occasione per postare la versione originale del gioco finale.

    Il concorrente trova davanti a sé 49 possibili opzioni di risposta. Il conduttore gli pone una serie di domande in 150 secondi. Per poter vincere il montepremi, deve rispondere correttamente a 20 domande. Può commettere due errori e ad ogni errore il montepremi viene dimezzato; al terzo errore, invece, “il montepremi evapora”, nel senso che il gioco si interrompe e il campione resta senza portafoglio. Per riorganizzare le idee, ha due “time out”, ovvero ha due possibilità per stoppare il tempo per 15 secondi e ritrovare la risposta da dare. Questa manche non è identica, evidentemente, al Chronoquiz di Superboll, ma al Wonderwall che si è visto anche nella Domenica In condotta da Carlo Conti.

  3. * Sanfrank * ha detto:

    Lu, però nel caso del flop di Flavio Insinna, buona parte della colpa è di Mediaset che ha iniziato il programma alle soglie dell’estate, dopo The money drop, se non ricordo male. Avrebbero dovuto iniziare molto prima e mantenere un buon preserale per metà anno, dando il cambio ad Avanti un altro. Iniziando così tardi, era impossibile fidelizzare spettatori, mentre il competitor era già conosciuto.

  4. Lu ha detto:

    Complimenti agli autori dell’articolo. Purtroppo io temo che Mediaset non investirà nel preserale estivo per molti anni ancora… se ricordo bene, a Canale5 hanno fatto il gioco estivo nel 2004 (L’imbroglione con Enrico Papi) e quindi nel 2007 (1 contro 100 con Amadeus), nel 2008 (Jackpot con Enrico Papi) , nel 2009 (Sarabanda con Teo Mammuccari e Belen) e infine nel 2012 con il super flop di Insinna che è stato chiuso a metà luglio (e temo che questo flop abbia pensionato per sempre l’idea del quiz preserale estivo)

  5. David20 ha detto:

    O qualcuno vi soffia l’idea ( avete pensato a qualche maniera per tutelare questo patrimonio di idee?) oppure un giorno lavorerete per qualche emittente ( è un augurio se questa è la strada che vorrete intraprendere). Comunque bravi. Il quiz mi sembra interessante, con qualche leggera modifica da fare

  6. fafo1970 ha detto:

    Per me siete diabolici e troppo avanti…quiz quasi perfetto per la tv attuale, bravissimi!!!!!!!

    L’unico neo è che premierei un pochino di piu’ la preparazione culturale …

  7. kapolito per Dino Lanaro a TSQV e Tommy Vee a Rising star ha detto:

    GiuBor
    Eliminerei la 2a e la 3a. La 2a perchè non c’entra molto con tutte le altre manche e la 3a perchè è molto simile al Vero/Falso de L’eredità

  8. kapolito per Dino Lanaro a TSQV e Tommy Vee a Rising star ha detto:

    GiuBor
    Questo quiz/game lo vedrei molto adatto per l’access di Italia 1(20:10/21:05)….ma con la crisi di ora è impossibile svegliare quella fascia della rete.
    Comunque mi pare pure low budget

    Mediaset e Rai dovrebbero aprire a giovani autori e dar loro la possibilità di proporre idee e nuovi programmi

  9. GiuBor ha detto:

    Vi posto anche la versione ridotta che ho realizzato per un ipotetico access di Italia 1:

    1A MANCHE – Prime domande: I tre concorrenti rispondono ognuno a tre domande a risposta secca entro 15 secondi. 500€ per ogni secondo risparmiato.

    2A MANCHE – Motivo musicale: I tre concorrenti devono individuare un brano musicale ciascuno entro 10 secondi. 500€ per ogni secondo risparmiato.

    3A MANCHE – La raffica: Ogni concorrente dovrà rispondere ”Vero o Falso” ad una raffica di affermazioni fatte dal conduttore in 60 secondi. Perde 500€ per ogni risposta errata, vince 500€ per ogni risposta esatta.

    A questo punto del gioco, il concorrente con il montepremi accumulato più basso viene eliminato.

    4A MANCHE – Il tris: Su un tabellone 3×3 sono celati premi da 500, 1.000, 1.500, 2.000, 2.500, 3.000, 4.000, 5.000, 6.000€. Per conquistarli bisogna rispondere ad una domanda a risposta secca entro i secondi equivalenti ai soldi in palio (per vincere 500€ bisogna rispondere in un secondo, 1.000 in due secondi, 1.500 in 3 secondi, 2.000 in 4 secondi, 2.500 in 5 secondi, 3.000 in 6 secondi, 4.000 in 8 secondi, 5.000 in 10 secondi, 6.000 in 12 secondi).
    Ovviamente la difficoltà delle domanda va a scalare in base ai secondi dati per rispondere (il coefficiente di difficoltà della domanda aumenta con l’aumentare dei secondi e quindi la prima domanda è la più semplice). In caso di risposta errata o risposta data fuori tempo massimo, la casella viene automaticamente assegnata all’avversario. Il primo che riesce a fare ”tris” e che quindi riesce a mettere in fila tre caselle in orizzontale, verticale o diagonale vince il gioco e passa alla manche finale, aggiungendo anche il montepremi fin qui accumulato dall’avversario.

    5A MANCHE – The wonderwall: Il vincitore della puntata dovrà rispondere correttamente a 20 domande e sul tabellone ci saranno 40 possibili opzioni di risposta (20 esatte da abbinare esattamente alla domanda del conduttore e 20 sbagliate). Il concorrente dovrà contemporaneamente contare in secondi la durata della manche, dall’inizio fino al momento in cui il conduttore liberamente fischia e fai il gesto del ”Time Out”. Il concorrente dovrà quindi cercare di avvicinarsi il più possibile al tempo realmente effettuato con un margine massimo di errore di 10 secondi (se ad esempio il tempo calcolato dal concorrente è 58 secondi, quello effettuato è di 70, il concorrente si è sbagliato di 12 secondi e quindi 2 secondi in più su quelli tollerati). Inoltre, ogni risposta abbinata alla domanda del conduttore erroneamente vale 1 secondo di penalità sul tempo realmente effettuato. La durata della manche viene gestita dal conduttore, che deve regolarsi con il tempo e farlo durare sempre in maniera diversa per ogni puntata.

  10. kapolito per Dino Lanaro a TSQV e Tommy Vee a Rising star ha detto:

    GiuBor
    Avete fatto bene, Superboll aveva dei bei giochi che potrebbero funzionare molto bene ancora oggi…

  11. GiuBor ha detto:

    Esattamente Kapolito. E’ una versione rivisitata del Crono Quiz di Superboll (che abbiamo doverosamente citato nell’introduzione del post) 😉 . Quali manche elimineresti?

  12. kapolito per Dino Lanaro a TSQV e Tommy Vee a Rising star ha detto:

    Mi piace come quiz/game però forse ridurrei le manche a 4…alcune manche (specialmente l’ultima) ricordano Superboll, giusto GiuBor? 🙂

  13. Mitiko92 ha detto:

    Sembra un format interessante, complimenti!

  14. Nuzzler ha detto:

    Bellissimo format, bravi a Giubor e Fyvry.
    Unisce l’aspetto classico del quiz, al fattore game con le strategie in alcuni passaggi e l’importanza del tempo. Poi apprezzo la presenza di molte manche, che rendono il tutto più dinamico e pregno. Gioco finale impeccabile!
    Unico appunto: nel Tris, darei lo stesso tempo per rispondere, indipendentemente dal valore e difficoltà della domanda. Così il concorrente è messo più alle strette e deve affrettarsi per ragionare e rispondere. 5 secondi mi sembrano un buon compromesso. Si evitano anche lungaggini eccessive in un format che fa del forte ritmo il suo pregio migliore.

  15. bubinoblog ha detto:

    Il format è stuzzicante per una Italia 1 ma pure per Canale 5… anche come preserale estivo se mai tornasse un deciso segno + nel mercato pubbblicitario.

  16. GiuBor ha detto:

    Semplificato in che senso Amazing? Io inizialmente avevo realizzato una versione per un ipotetico access di Italia 1 con solo tre concorrenti e senza la 4A manche de ”Il triangolare”.

  17. Sanfrank ha detto:

    Bravo Clin Amazing … uno di noi. Uno di noi, Amazing uno di noiiii.

  18. Amazing ha detto:

    Mi piace. Andrebbe semplificato un pò, però

  19. Sanfrank ha detto:

    Le troppe manche servono a dare ritmo al programma, distinguendo i vari momenti rendendolo più divertente.

  20. max31 ha detto:

    Bello!! Però, secondo me, ci sono troppe manche