Crea sito

#GFVIP SIGNORINI SUL CASO BALOTELLI: SONO SORDO E NON MI SCUSO PER UN HANDICAP!

Da giorni ci sono polemiche di fuoco per l’agghiacciante teatrino di Mario Balotelli, ospite al Grande Fratello Vip. Le parole rivolte a Dayane Mello, intrise di sessismo e machismo di retrogusto medievale, hanno indignato (quasi) tutti. Alfonso Signorini è finito nel polverone, accusato di non aver detto nulla e aver riso, salvo poi bacchettare il calciatore a scoppio ritardato.

Rispondendo ad una lettrice di Chi, indignata per la vicenda, il direttore del settimanale e padrone di casa del reality di Canale 5 replica punto su punto.

Rispondo volentieri alla sua lettera. E lo faccio anche alla luce di tutte le scemenze che ho letto nei giorni scorsi sul mio conto. 

Perché Alfonso allora non ha replicato in quel momento, ma solo dopo?

Non ho capito quasi nulla di quello che Balotelli diceva. Ho intuito che aveva fatto una battuta sgradevole dalle facce dei concorrenti e per questo ho chiesto alla Mello se avesse capito. Tutto qua.

Gli autori lo hanno avvisato durante la pausa pubblicitaria, ed è arrivata la ramanzina a Balotelli ma Alfonso non ci sta a sentirsi dire che ha riso.

Ho letto di tutto. Che mi sarei messo a ridere per quelle parole, cosa assolutamente non vera. Come avrei potuto ridere di qualcosa di cui ignoravo il significato?

Signorini è nero per la reazione dei social.

Non posso combattere contro la malafede gratuita delle persone. A me basta essere a posto con la mia coscienza.

Alla fine della risposta-editoriale, arriva la confessione.

Prima della diretta di lunedì sera sono andato a registrare le chioccioline Amplifon che porto alle orecchie. Così sono certo che certi incidenti non capiteranno più. Sì, perché tra i tanti difetti che ho, sono pure sordo e per questo porto gli apparecchi acustici. Ma questo i soliti leoni e leonesse da tastiera lo ignorano. E se pensano che debba scusarmi per il mio handicap si sbagliano di grosso.