Crea sito

GIANCARLO GIOVALLI, IL REGISTA DEI QUIZ DI GERRY SCOTTI: VI PRESENTO THE WALL, IL PUNTO SU CADUTA LIBERA E ALTRI PROGETTI (ESCLUSIVA BUBINOBLOG)

– INTERVISTA DI LUCAG, IL NOSTRO INVIATO A COLOGNO –

Esclusiva BubinoBlog – Ciao Giancarlo, grazie per aver accettato nuovamente il mio invito. Ieri sera si è concluso il primo ciclo stagionale di Caduta Libera partito ai primi di settembre. A giochi fatti soddisfati come sia andata?

Grazie a voi per ospitarmi su BubinoBlog. CADUTA LIBERA è andata bene. Ha avuto, come nelle stagioni precedenti, una partenza in salita, ma dopo un paio di settimane si è assestata tra il 19 e il 20 per cento. Come sai in estate la programmazione di Canale 5 cambia e il nostro pubblico inevitabilmente cerca (e trova) prodotti di intrattenimento alternativi e ben realizzati. E’ difficile quando si torna in onda radunare in poco tempo i telespettatori affezionati.

Oggi in preserale parte un nuovo esperimento ovvero The Wall. Ci puoi raccontare secondo te quali sono i punti di forza di questa game che sta avendo successo in tutto il mondo?

THE WALL è un GAME che può davvero regalare tanti soldi, per l’abilita, la strategia e la fortuna dei concorrenti. Proprio per questo la tensione che si respira in studio, frutto degli alti e bassi dell’andamento del montepremi, crea delle situazioni adrenaliniche molto coinvolgenti. Dopo il primo Round, i 2 concorrenti vengono separati, uno dei due esce dallo studio e viene isolato in una stanza insonorizzata. Da quel momento ognuno avrà un ruolo e una possibilità di influire sull’andamento del gioco. Solo alla fine, in un confronto rivelatore, i due e i telespettatori potranno sapere quanti soldi sono stati vinti, o se si è perso tutto il jackpot. Credo che questo meccanismo crei dei finali di puntata interessanti, sempre diversi.

Abbiamo avuto modo di vedere un forte entusiasmo da parte del padrone di casa ovvero Gerry Scotti, come se stesse venendo al mondo un suo secondo figlio. Ci puoi raccontare come ha vissuto Gerry dall’approccio iniziale alla realizzazione del game?

E’ stato proprio Gerry, parlando di THE WALL ai giornalisti, a usare il termine REALITY-GAME. Ha descritto il suo entusiasmo crescente dalle prove alla registrazioni delle puntate in modo singolare, dicendo che pensava di condurre un semplice gioco e di essersi invece trovato inaspettatamente al centro di dinamiche emotive molto simili al genere REALITY. Il riferimento di Gerry a CHI VUOL ESSERE MILIONARIO, che ho avuto la fortuna e l’onore di mettere in onda insieme a lui, è da ricondurre all’immagine scenografica, al tipo di fotografia e sonorità, in cui è inserito il nostro MURO.

Si è parlato di speciali di The Wall per la stagione invernale. Puoi confermarci questa ipotesi o verrà presa in considerazione solo dopo l’andamento auditel di questo primo ciclo del programma?

Ho appreso insieme a voi la notizia di questa possibilità, ma non se ne è ancora parlato concretamente in termini produttivi. E’ corretto ipotizzare che la decisione verrà presa dopo la messa in onda di qualche puntata del preserale.

In molti lo chiedono nel blog: pensi che un eventuale nuova edizione di Passaparola strutturate come quelle storiche (non come l’ultima che andò in onda di domenica anni fa) possa ancora avere successo? È possibile un giorno che ritorni in onda? Tu che vivi Gerry in maniera stretta, lavorativamente parlando, pensi che sia un suo sogno?

Gerry ha tanti sogni e anche tanti impegni. Su PASSAPAROLA posso solo dirti che lo ZIO sarebbe davvero contento di poterlo riproporre, ne parla sempre ad ogni battesimo di un nuovo programma. Essendo per ora solo un sogno non ho elementi per definirne i dettagli.

Infine 3 motivi perché gli italiani stasera dovrebbero sintonizzarsi alle 18:45 su Canale 5 e non su Italia 1?

(Credo tu voglia dire RAIUNO) Te ne dico solo 1: perché se non si sintonizzano su CANALE 5 si perdono THE WALL. Grazie Luca e un grande abbraccio ai lettori del vostro BLOG.