Crea sito

GIANCARLO LEONE, UN VALIDO COORDINATORE DI PALINSESTI MA NIENTE DI PIU’… (a cura di Amazing)

foto-giancarlo-leoneSecondo appuntamento con il bilancio sui direttori di rete. Stavolta ci occupiamo di Giancarlo Leone, direttore di Raiuno dal 29 novembre 2012. Non mi dilungherò snocciolando il suo lungo curriculum, che da un’occhiata veloce su Wikipedia si apprende essere davvero ricchissimo nell’ambiente televisivo e cinematografico, diciamo che per una volta è stata scelta una persona con tutti i crismi dal politico di turno (Mario Monti in questo caso).

Dal suo insediamento in Rai la parola d’ordine era svecchiare l’azienda, un’impresa titanica e che, a distanza di due anni, non sembra esattamente riuscita. Anche il termine abusatissimo di sperimentazione non ha portato quasi mai a risultati apprezzati, ne numericamente, ne a livello di contenuti.

Tra le scelte azzeccate del direttore, che non si è fatto a volte grandi problemi a fare girandole di conduzioni, senz’altro quella di riportare Flavio Insinna alla guida di Affari tuoi, nonostante il bilancio positivo dell’ultima annata sotto la guida di Max Giusti, che ha portato l’access di Raiuno a diventare leader della fascia. Anche la scelta di Fazio per il primo Sanremo fu una scelta assolutamente riuscita, coniugando ascolti, qualità e innovazione.

Leone può anche strombazzare i record della sua rete, che da un paio d’anni è saldamente la più vista, soprattutto nelle fasce più prestigiose, preserale e prima serata, anche se in tutto questo andrebbe anche considerato il piano di tagli e risanamento che Mediaset sta attuando da tempo ormai e che l’ha portata ad essere molto meno competitiva di un tempo.

Ma nello specifico cosa ha fatto Leone in questi anni? Se da una parte le strategie di palinsesto appaiono essere buone, dall’altra si può notare che Raiuno vince quasi esclusivamente grazie alle fiction dove un direttore apprezzato come Tiziana Andreatta ha immediatemente fatto ciò che Leone tentava di fare con gli show, ovvero alzare il tiro, sperimetare e svecchiare e con risultati, almeno per ora, piuttosto positivi.

Tantissimi i programmi testati da Leone ma i successi sono davvero pochi e al momento portano entrambi la conduzione di Carlo Conti, se escludiamo gli one man show dove la spunta giusto Massimo Ranieri. Si sono rivelati flop Max Giusti con Riusciranno i nostri eroi e Enrico Brignano. La media dei programmi di Leone è del 13%, numero che in questo caso porta ben poca fortuna, uno share costante per Red or black, La terra dei cuochi, Altrimenti ci arrabbiamo, La pista ecc.

Il successo di Tale e quale ha portato a voler assolutamente replicare la formula con altri programmi dove vip cercavano di cimentarsi nelle più svariate attività e con giuria votante. Come dimenticare Mission, programma inadatto sulla carta, che è stato osteggiato dalla politica ma è riuscito ad andare in onda miracolosamente, collezionando il record di Raiuno superata da Cielo con la finale di X-Factor?

Col tempo, dobbiamo riconoscerlo, Leone ha un po ridimensionato la sua voglia di stravolgere tutto, puntando sull’usato sicuro, come Ballando con le stelle, Ti lascio una canzone, I migliori anni e accantonado idee come Tabloid, una sorta di Lucignolo su Raiuno oppure un talent sulla musica lirica. Ha anche bruciato alcune carte come le repliche di Don Matteo che, nonostante reggano la prima serata benissimo, sono state bruciate nel mezzogiorno estivo oppure quelle di Montalbano, posizionato in piena estate.

Ultima deriva, quella di scopiazzare Canale 5 lanciando una soap in prima serata, di sabato sera. Insomma, il “povero Giancarlo” dimentica spesso quale rete diriga, con scelte di presunta qualità, molto molto discutibili, tra cui anche film per un pubblico di nicchia (Romanzo di una strage, Un giorno in più) che lasciano trasparire il fatto che sarebbe molto più a suo agio come direttore di Raidue che di Raiuno.

Vi starete chiedendo come mai non si parla di Venier, Perego, Di Mare? Quell’argomento è già sotto gli occhi di tutti… Morale di tutto: Leone valido a coordinare palinsesti ma niente di più. Ci sono direttori finiti a guidare Rai Yoyo dopo l’esperienza sulle generaliste, per Leone forse è meglio Rai Movie o Rai 5.

19 Risposte

  1. Sanfrank ha detto:

    Leoncina, io credo che tu sia stata fuori dall’Italia negli ultimi 20 anni, o magari … su Marte.
    Tra l’altro in questa stagione sono venute fuori le pecche, ma i danni sono stati fatti soprattutto nella passata stagione televisiva. Un nome su tutti Red or Black, programma triste, totalmente inadatto alla prima serata. Potrebbe essere un valido preserale, anche se di questi tempi sarebbe un calcio nei denti agli italiani, senza aggiungere altro per evitare di cadere nella retorica.
    Sull’affaire Perego Di Mare, anche se i fatti sono sotto gli occhi di tutti, mi fa piacere sottolineare che il vero colpevole dell’annus horribilis per la Vita in diretta è stato il Dottor Leone, con Tarantola e Gubitosi. Abbiamo mandato al patibolo i poveri ed incolpevoli (a mio parere) conduttori, ma i responsabili sono “a piede libero”. La Rai ha perso audience e tanto denaro in quella fascia, che sarà difficilmente recuperata nei prossimi anni. … E la Rai siamo noi italiani!!!
    Ma soprattutto dite a Leone di CANCELLARSI DA TWITTER. Sfido io che poi i risultati sono questi!!! 😆

    Bravo Amazing, ma dovevi cantargliene quattro a Giancarlo Leone … mostrando i tuoi denti aguzzi.
    P.S. Mi manca la tua stroncatura nell’ultimo Fictionerò. Vammi a scrivere … anche due parolacce 😆

  2. ital ha detto:

    Non e’ riuscito a rinnovare la Vid, non e’ riuscito a sperimentare negli approfondimenti news, cercando di creare una alternativa credibile e possibile a Vespa …
    Ha avuto il merito, escluso Sanremo, di portare alcune serate musicali su Rai 1 anche se con risultati mediocri …
    Non e’ stato in grado invece di riportare uno show comico per tutta la famiglia, che manca sulla prima rete tv italiana ….

  3. ital ha detto:

    Mamma mia … il miglior direttore degli ultimi 20 anni ?!?!?!?!?
    Leone e’ stato semplicemente deludente …facendo rimpiangere i suoi discussi predecessori Mazza e Del Noce …
    Con il vantaggio di avere il pubblico piu tradizionalista della tv generalista … ha buttato al vento questo importante vantaggio ….
    Tale e Quale poi non era stato lanciato dal direttore Mazza ?

  4. leoncina ha detto:

    Giancarlo Leone è uno dei migliori direttori di rete degli ultimi 20 anni.
    Innovativo, giovane, fresco, dinamico e sperimentale.
    Peccato che spesso il pubblico di RAI1 non apprezzi essendo principalmente formato da persone anziane.

  5. kapolito ha detto:

    Leone è sicuramente meglio di Mazza che non aveva fatto una mazza per davvero 🙂

    Leone ha il pregio di sperimentare. Ha provato molti programmi e gli son riusciti 2-3 nuovi programmi. Però il successo di Rai 1 dipende ancora dalla direzione geniale di Rai fiction grazie a Montalbano, Don Matteo, Braccialetti rossi, Il medico, la suora…

  6. ¡MarKos! ha detto:

    Questa stagione televisiva è stata più dura per Leone. Il flop di Sanremo, la Pista, VID, Amiche del sabato, Domenica IN etc. . soprattutti gli ultimi 3 sono stati insuccessi clamorosi che fino allo scorso anno se la cavavano per bene. Perdere il pubblico in programmi di questo tipo (le Amiche possiamo anche escluderle, dai) è difficile, ma lui ci è riuscito xD chissà come mezza 1mattina si è salvata.

  7. amazing ha detto:

    vedo che non ce ne neanche uno che voglia spezzare una lancia a favore di leone

  8. Liuks ha detto:

    amazing lo sto addolcendo io…. complimenti al mio cucciolo (ahahah)

  9. VivaPaolaPerego ha detto:

    Devono cambiare assolutamente i direttori di Rai1, Rai2 e Rai3!

  10. Nuzzler88 ha detto:

    Amazing analisi completissima anche in questo caso. 🙂
    Condivido specialmente il fatto che non fosse per le molto spesso miracolate fiction, escludendo le portatrici naturali di qualità e innovazione Una grande famiglia e Braccialetti rossi, Leone sarebbe in prime time nelle stesse condizioni di Scheri. Tra gli show regna il p(i)attume e reggono solo i marchi storici e qualche raro esperimento riuscito. Leone intelligente ma non si applica.

  11. bamba ha detto:

    Hai detto tutto Ama! Show disastrosi eccetto gli storici e Si può fare (diamogli atto però della scoperta di Tale e Quale) e le fiction le ha realizzate lui in parte ma il lavoro è stato della Andreatta degli stra boom.
    A RaiMovie.

  12. Fyve21 ha detto:

    Campa di fiction (anch’esse in calo tranne Don Matteo e la novità Braccialetti) e di show “inventati” in annate non sue. Per il resto come direttore lascia molto a desiderare…

  13. Daniele ha detto:

    Ricordiamo sempre che Leone non ha nessun merito per il ritorno di Insinna ad AT. Lui avrebbe confermato tranquillamente Giusti, se non fosse che Giusti stesso voleva lasciare i pacchi per tornare a dedicarsi al teatro. Leone c’entra ben poco con questa scelta

  14. Amazing ha detto:

    In realtà pensavo fosse un articolo piuttosto severo su Leone. Si vede che avete un’opinione ancora più critica della mia

  15. Amazing ha detto:

    Cucciolo,per coordinare intendo che in linea di massima sa azzeccare le collocazioni dei programmi, un giorno piuttosto che un altro. Dote che toedoli a Raidue,assolutamente non ha!

  16. homer_simpson ha detto:

    diciamo che “campa” grazie al settore fiction (non diretto da lui e con fiction non nate sotto la sua direzione) e con show nati sotto altre gestioni (ballando, migliori anni, tluc) o importati (teq). i numeri impietosi ed oggettivi di questa sua stagione: perde 9,38% di audience ed 1,43% in share.

  17. Gen...io ha detto:

    Concordo pienamente con te amazing, e sei stato buono definendolo “valido” coordinatore di palinsesti. Anche in quel settore ha fatto alcune scelte scellerate come mandare allo sbaraglio una puntata del medico, oppure quando ha mandato il programma di Liorni nel bel mezzo del mattino del sabato, ma tant’è. Ha fallito tutti i test per quanto riguarda l’intrattenimento, eccetto SPF più per merito di Conti che per merito suo. Poi si è intestardito con i one man show spalmati per più puntate, quando massimo 2 sono sufficienti, se non una in alcuni casi…per i flop del day time, come hai già detto ne abbiamo già scritto abbondantemente xD

  18. Cucciolo88 ha detto:

    ottima analisi anche su leone amazing sei stato molto bilanciato e non di parte..pero una domanda cosi’ intendi per coordinatore di palinsesti??..scusa per l’ignoranza ma non l’ho capita! 😀

  19. MissFairy ha detto:

    devo dire che mi immaginavo più perfidia
    sei stato “buono” ahahahahahahah