Crea sito

GIANCARLO MAGALLI: LA CHIAMATA DA MEDIASET, IL NUOVO QUIZ PER RAI2, LA STRIGLIATA AI GIORNALISTI

Giancarlo Magalli è un fiume in piena. Una delle colonne Rai, con la sua proverbiale schiettezza, inizia la conversazione con una strigliata ai giornalisti. “Spesso prendono alcune frasi che estrapolate da un contesto assumono una valenza diversa da quella che era in origine, trasformando la frase in una provocazione”. Così inizia la conversazione con Il Giornale dell’ex conduttore dei Fatti Vostri che ora ha deciso di provare nuove sfide professionali. Il riferimento è all’ennesima polemica che lo vede protagonista per delle frasi dette su Anna Falchi.

A volte evito di fare interviste perché poi è spiacevole che vengano riprese solo alcune frasi che ovviamente sono più appetibile per fare gossip. Quello che posso dire è che Anna Falchi è stata presa per condurre i Fatti vostri due mesi dopo che io ho deciso di lasciare la trasmissione. Non c’è nessuna dietrologia o dissapore.

Dopo l’uscita volontaria dai Fatti Vostri (il direttore di rete Di Meo lo aveva già confermato), la storica trasmissione del mezzogiorno di Rai2 in onda dal 1990 e che da settembre subirà un restyling nel solco della tradizione con un studio nuovo e l’arrivo di Anna Falchi, Magalli sarà impegnato con un nuovo quiz, Lingo, dove i concorrenti giocano con le lettere e le parole. Andrà in onda su Rai2 alle 17.

C’è già un quiz pronto che dovrei cominciare a registrare ad ottobre e che andrà poi in onda a novembre e dicembre, con la possibilità di rinnovo anche per l’anno successivo. Sono contento perché condurre un quiz mi diverte e mi riposa. È una cosa dove non ci sono omicidi e disgrazie, e dopo ventuno anni credo di meritarmelo.

Magalli, con orgoglio, sottolinea di essere ancora un volto forte, richiesto e amato, non solo dai telespettatori ma anche dai dirigenti televisivi. E specifica che l’essere stato impegnato in un programma quotidiano gli ha forse tolto alcune possibilità anche se, ribadisce, “la Rai è casa mia”.

Dopo aver annunciato di lasciare I Fatti Vostri ho avuto tantissime richieste, perché evidentemente finché sapevano che ero bloccato in quella trasmissione non mi cercavano. Mi hanno chiamato da Mediaset dove ho degli amici che spesso mi inducono in tentazione. Poi mi hanno cercato per fare fiction, pubblicità, programmi radiofonici. Ovviamente non farò tutto, ma inizio intanto da questo quiz che sarà un bell’impegno.

I Fatti Vostri hanno dato tantissimo a Giancarlo Magalli ma gli hanno tolto qualcosa, non solo la possibilità di fare altro. Il conduttore ricorda che nei primi anni c’era un’alternanza di conduttori, da Frizzi a Giletti passando per Castagna e Sabani, e si lavorava in alcuni anni per mezza stagione, senza un impegno fisso.

Mi ha consentito di fare anche altri programmi. Fantastica Italiana, I Cervelloni, due edizioni di Fantastico, Domenica in, insomma di fare molte altre cose. Invece negli ultimi venti anni con il fatto che la conduzione era interamente nelle mie mani, ho fatto solo quello e alla fine è diventato anche pesante.

Magalli non pensa che avrà nostalgia del programma e della routine legata ad un impegno quotidiano. Anzi sottolinea che nella vita l’abitudine è la vera nemica dell’eccitazione. Gli mancheranno le interviste, l’attualità ma molte storie drammatiche e forti inevitabilmente le porti con te a casa e dopo anni diventa difficile. “Alla fine ti rimangono nell’anima”, rivela nell’intervista al Giornale. Show, attualità, quiz. Arriveranno ora le fiction e magari i reality?

Le fiction? Mi avevano anche offerto Don Matteo. Me lo offrirono prima di scegliere Terence Hill e io dissi di no perché le riprese duravano otto mesi, e non avevo tutto questo tempo. Ora però potrei fare il nonno di Don Matteo, anzi il nonno di Raoul Bova che lo farà prossimamente. I reality? Ci hanno provato ma è proprio l’ultimo dei miei interessi. Una cosa che non farei proprio mai.