Crea sito

GIANCARLO MAGALLI: VOGLIO BENE A MILLY MA NON MI SENTO DI FARE LA FIGURA DELLO SCEMO A BALLANDO

Le interviste a Giancarlo Magalli sono sempre uniche e particolari. Il volto de “I Fatti Vostri” e voce narrante de “Il Collegio” si racconta e parla di alcuni aneddoti legati a Milly Carlucci con cui ha condotto “Fantastico” nel 1997.

In quell’anno lo storico varietà del sabato sera, allora abbinato alla Lotteria Italia, era condotto da Enrico Montesano affiancato da Milly Carlucci. Lo show crollò in poche puntate, venne battuto dalla Corrida di Corrado. Fu un vero terremoto televisivo. Montesano abbandonò il varietà e arrivò in soccorso Magalli.

Il motivo che generò la fuga di Montesano rimase, ossia La Corrida come rivale. Corrado era riuscito a portare il pubblico su Canale 5 e Montesano non resse l’impatto. Non accettava di soccombere a dilettanti che facevano le pernacchie. Non volli cambiare gli autori, ci mettemmo subito a lavorare. Al mio fianco avevo Milly Carlucci, bravissima e disponibilissima.

Milly Carlucci per alcuni anni ha corteggiato Magalli per averlo a Ballando con le Stelle, ma lui ha sempre risposto no.

Ha smesso cinque anni fa. Ha capito che invecchiare è un’aggravante. Risposi di no a 60 anni, come potrei accettare a 70? E’ una questione di mancanza di agilità e di entusiasmo per una cosa che non so fare. Non è snobismo, ma di andare là a fare la figura dello scemo non me la sento. Voglio bene a Milly, non è per cattiveria. Semplicemente, non fa per me”.

Magalli svela anche che per condurre il fallimentare gioco di Rai1 “Mi gioco la nonna”, non entrò nella giuria di Tale e Quale Show.

Me ne pento e me ne dolgo. Rifiutai una trasmissione bella per farne una brutta. Negli anni non sono più riuscito a rientrare.

Fonte: Tvblog