GIANNI NAZZARO CI HA LASCIATI: HA SEGNATO GLI ANNI ’70 CON LA SUA MUSICA LEGGERA

Il cantante e attore Gianni Nazzaro, che con le sue canzoni romantiche ha segnato un tratto della musica leggera degli anni ’70, tra le cui hit spicca “Quanto è bella lei”, è morto oggi al policlinico Gemelli di Roma, in seguito ad un tumore ai polmoni, all’età di 72 anni. La notizia della scomparsa è stata data all’Adnkronos dalla sua compagna, Nada Ovcina, che è stata anche sua agente e ufficio stampa Era nato come Giovanni Nazzaro a Napoli il 27 ottobre 1948.

Tra i successi di Nazzaro, concentrati soprattutto negli anni Settanta, figurano L’amore è una colomba (1970), Bianchi cristalli sereni (1971), Non voglio innamorarmi mai (1972), A modo mio (1974, scritta da Claudio Baglioni ed Antonio Coggio), tutte presentate al Festival di Sanremo, e In fondo all’anima.

La sua carriera si intrecciò spesso anche con la tv – riporta DavideMaggio – nel 1998 recitò nel ruolo del padre di Sara De Vito in Un posto al sole. Nel 2007 prese parte alla soap Incantesimo. Nel 2009 entrò nel cast principale di Un posto al sole d’estate. Nel 2014, da settembre, partecipò al programma Tale e quale show, condotto su Rai1 da Carlo Conti, vincendo una puntata con la sua interpretazione di Perdere l’amore.

Nel 2016, dopo un terribile incidente che lo aveva coinvolto in Francia assieme all’ex moglie Nada Ovcina (da cui aveva divorziato), il cantante aveva chiesto alla donna di sposarlo nuovamente con una proposta in diretta tv a Domenica Live. Nazzaro lascia oggi la compagna Nadia Ovcina, il padre Erminio e i figli Giorgia, David, Mattia e Gianni Junior.

Fonte: Adnkronos