Crea sito

GIOVANNI CIACCI: BIANCA GUACCERO NON SI È COMPORTATA BENE CON ME! A BARBARA D’URSO E MILLY CARLUCCI DICO CHE… (ESCLUSIVA)

ESCLUSIVA – Giovanni Ciacci si racconta a BubinoBlog con una lunga intervista. Dagli anni con Caterina Balivo a Detto Fatto a Ogni Mattina con Adriana Volpe. Le ospitate da Barbara d’Urso, la partecipazione a Ballando con le Stelle, i look creati per Antonella Clerici e una nota dolente per lui, Bianca Guaccero. Ecco le parole raccolte dal nostro Luca Germanò.

Ciao Giovanni, benvenuto per la prima volta nella community di BubinoBlog. Inizio con il chiederti a settembre è tornata nella fascia del mezzogiorno su Rai1 Antonella Clerici con il programma È sempre Mezzogiorno, contenitore che in questi giorni sta ottenendo una forte crescita negli ascolti. Cosa ne pensi del programma ma soprattutto dei look indossati da Antonella? Che differenza trovi tra quelli del presente e quelli del passato curati e ideati da te (Prova del cuoco, Il Treno dei desideri, Sanremo)?

Sono molto contento del rientro di Antonella perché fa una televisione di qualità, di cuore e di pancia, una televisione che rende partecipe il pubblico a casa, a proposito dei suoi look noi ci sentiamo spesso, ci mandiamo dei messaggi e la consiglio.

Dei look presentati nel suo nuovo programma mi piace molto il look a fiori, anche se avrei totalmente limitato lo stivale texano, poiché personalmente detesto tale stile in tutte le sue maniere , anche se quest’anno va tanto di moda lo stivale texano.

Quindi che differenza c’è? E’ una Antonella molto più colorata, questi sono abiti fatti per una scenografia in una casa nel bosco, I costumi che ho fatto io erano per i grandi show del sabato sera, sono due cose completamente diverse, Antonella è tornata riccia, frizzante, felice e contenta. Sono felice che questo programma abbia successo!

Dopo Antonella è arrivata un altra grande donna. Parliamo di Caterina Balivo, chiamata da te a Detto Fatto “Chery”. Come iniziò e come finì quest’avventura?

L’avventura con Caterina Balivo e Detto Fatto è iniziata bene, ero il suo costumista, abbiamo fatto tanti tanti lavori in Rai insieme, poi lei mi chiese di fare questo programma. Detto Fatto doveva durare 3 mesi, era nato come un esperimento e invece abbiamo fatto sei edizioni insieme, dal 2013 al 2018.

Ad un certo punto Caterina ha deciso di andare via. Mi ha molto addolorato perché sapevo già che il programma non sarebbe più stato uguale… sarebbe stata un’altra cosa. Poi sai la confidenza, l’alchimia e il lavorare così bene insieme con una conduttrice come Caterina è stato fantastico, noi ci compensavamo. Lei era la conduttrice, io la spalla… quello che va fatto in un programma. La conduttrice da una parte e dall’altra c’è l’ospite, l’opinionista, il compagno di viaggio, la spalla che fa tutto il resto. Era molto divertente.

Andando via Caterina mi è molto dispiaciuto. Io sono rimasto perché il contratto mi chiedeva un altro anno di Detto Fatto. Quindi so sono dovuto rimanere a malincuore, se no me ne sarei già andato. Avevo già deciso di andare a provare altre televisioni e andare su altri canali.

Detto Fatto l’ho  amato alla follia, è un programma che mi ha dato veramente tanto.

Detto Fatto, è stata una grande vetrina televisiva per te. Il programma iniziò al 2-3% e tu e Caterina lo avete lasciato con una media del 8-9%. Oggi Detto Fatto ha subito una grande flessione negli ascolti e la media viaggia tra il 3 e il 4%. A cosa è dovuto questo crollo?

Oggi la media è crollata? Innanzitutto perché non ci siamo né io né Caterina. Il crollo è normale perché era un programma fatto e basato su di noi. Si vede che questa nuova conduzione di Detto Fatto non piace così tanto, visto che fa il 3-4% di share. In ogni caso mi dispiace quando i programmi vanno male perché è sempre un dolore per tutti, quindi auguro che Detto Fatto abbia lunga vita con qualunque conduttrice.

Tra le tue donne televisive non nomini mai Bianca Guaccero. Come mai?

Come mai non nomino mai Bianca Guaccero? Perché Bianca non si è comportata bene con me, assolutamente. Non mi ha fatto nemmeno una telefonata quando mi hanno licenziato dalla Rai. Non si è battuta per tenermi. Io sono abituato a lavorare con primedonne che si battono per avere accanto la propria spalla accanto, si tengono stretto il gruppo di lavoro e decidono loro chi avere accanto.

Forse le sue priorità erano altre e ha ceduto a giochi di agenzie e di potere politici interni alla Rai, ai quali io non mi sono mai sottomesso. Io sono una persona libera, non ho partiti, non faccio parte di lobby politiche e non faccio parte di agenzie che mi piazzano a destra e a manca. Sono un battitore libero. Perché dovrei nominarla? Comunque auguro lunga vita a Detto Fatto e alla conduttrice ma che stiano lontani da me. Sto molto bene così.

Il 2018 è stato l’anno dove hai partecipato a Ballando con le Stelle. Per la prima volta nel mondo, sei stato il primo concorrente a ballare con un professionista dello stesso sesso. Cosa ti porti dietro da questa esperienza? Qual é il tuo giudizio sulla fortunata edizione di quest’anno che si è appena conclusa?

Sì, ho partecipato a Ballando con le stelle. È stata un’esperienza bellissima, un ricordo meraviglioso. Adoravo ballare con Raimondo, è come un fratello, veramente gli voglio un bene dell’anima. Ci vediamo e ci frequentiamo anche senza Ballando. Comunque non è stato così facile subire tutte le volte quella forte pressione che ti fanno i giudici e poi, diciamoci la verità, quell’anno dovevo vincere io. Sono convintissimo che non ci hanno fatto vincere perché eravamo due persone dello stesso sesso che ballavano.

Credetemi, non è stato tutto rose e fiori. Milly si è battuta tanto per averci. C’erano tante correnti interne Rai che non volevano che due uomini ballassero insieme, compresa la corrente ecclesiastica dell’azienda.

Poi in Rai non mi hanno perdonato che il giorno dopo la finale sono andato a Domenica Live e non a Domenica In. Perché l’ho fatto?  Quando Milly mi chiese di fare Ballando, la sera stessa lo raccontai a Barbara. Mi ricordo che eravamo a mangiare una pizza e Barbara mi disse: “Questo è il numero di telefono del ballerino con il quale mi alleno alla mattina, faccio ginnastica, mi insegna ballo, ecco il numero della mia sala prove, vai”. E così, finito il mio percorso, non potevo non dire grazie ad una donna così generosa, ci tengo molto all’amicizia, le amicizie sono fondamentali e così ho preferito andare a Domenica Live.

Il cast di quest’anno é pazzesco, straordinario! Lina Sastri, Alessandra Mussolini e tutti gli altri… meravigliosi, La giuria però è po’ troppo cattiva, troppo di parte. Mariotto completamente fuori luogo, dice delle cose senza senso, da giudizi senza logica e poi dove sta scritto che deve sempre votare per ultimo? E’ lui l’ago della bilancia! Basta! Milly, licenziali, non li sopporto più. Voglio novità, voglio veder cambiare qualcosa.

E, diciamoci la verità, hanno tolto della gente che sapeva ballare come Lina Sastri e hanno tenuto Costantino della Gherardesca che balla come Pinocchio. Sembra un burattino di legno e i suoi teatrini radical chic… basta, ci vuole una svolta decisiva!

Da tre anni sei opinionista fisso nei programmi di Barbara d’Urso. Hai voglia di raccontarci come iniziò questa collaborazione? Hai voglia di raccontarci com’è Barbara nella vita privata nel dietro le quinte?

Mi piace molto andare da Barbara d’Urso. Mi fa molto piacere il suo invito. una redazione meravigliosa e fantastica ma soprattutto adoro guardare come lavora Barbara. E’ un’università della televisione. Tu stai lì seduto su quella poltrona ed è come assistere ad una lectio magistralis all’Università: come si girano le telecamere, come si accendono le luci, cosa dire e cosa non dire.

Mi piace molto, spero di collaborare ancora più a lungo possibile. Sono fortunato perché è un programma che guarderei comunque da casa e invece sono lì a farlo. Così come Pomeriggio 5 e Domenica Live dove ho fatto i cambi look choc i video balletti… mi sono molto divertito!

Barbara d’Urso è una grande professionista, una grande donna. Una donna con un cuore d’oro, una donna leale, generosa e rispettosa. Questa è Barbara d’Urso ed è quello che vedete anche in televisione perché quello che fa dietro le quinte lo fa anche davanti. Lei fa una televisione veramente di cuore e di pancia.

Un’altra parantesi professionale importante é l’avventura su Tv8, inizialmente con Vite da copertina dove eri affiancato da Elenoire Casalegno. Quest’anno alla conduzione troviamo Rosanna Cancellieri. La scelta di effettuare questo cambio è avvenuta dall’azienda o da parte di voi artisti? Da giugno fai parte del cast di Ogni Mattina, sempre in onda su Tv8. Il tuo segmento con le pagelle risulta il più seguito del contenitore. Ti gratifica? Come mai però il programma sta ottenendo bassi ascolti?

A Tv8 mi trovo molto bene. Una televisione, giovane, fresca, molto frizzante. Adoro lavorare con Adriana Volpe e con Alessio Viola. Adoro la direzione generale, sono tutti ragazzi giovani, persone con le quali si può parlare tranquillamente. Ha tutti i pro e i contro di una televisione nuova.

Vite da Copertina? No, non l’ho lasciato io. Io e Elenoire Casalegno abbiamo fatto l’edizione molto bella, specialmente nell’ultimo periodo. Poi la direzione ha deciso un cambio e mi ha messo a Ogni Mattina. Vite da Copertina va davanti con Rosanna Cancellieri, una grandissima professionista. Il programma è sempre bello, mi piace tanto e io spesso vado ospite come guest. Quando mi hanno proposto Ogni Mattina non ho esitato un minuto a dire di sì. Primo perché mi piaceva molto lavorare con Alessandro Banfi, il capostruttura del programma, che è una persona con cui avevo già collaborato a Mediaset.

Poi c’è Adriana che è un’amica, una persona che conosco dai tempi della Rai. Una persona con cui condivido un percorso professionale molto simile. Siamo sono stati molto toccati da questa esperienza con la Rai, naturalmente tutta la modernità di questo canale, sembra più nuovo, c’è una grande sperimentazione che va sempre avanti.

Mi piace molto e mi diverto a fare tantissimo a fare le pagelle, Non vedo i grafici ma mi fa piacere se fanno tanti ascolti. Io mi diverto con Adriana, E’ un format che ho sempre fatto e che mi porto dietro, mi caratterizza molto, lo trovo mio perché me lo sono cucito addosso, in ogni programma e con una sfumatura diversa, non ci si può mai annoiare perché i vestiti sono sempre tanti così come tante sono le persone da criticare.

Posso anticiparvi che da mercoledì 25 novembre torneranno i miei cambio look, in maniera un po’ diversa rispetto al passato dato la pandemia che stiamo vivendo, il divertimento non mancherà. Abbiamo preso questa decisione perché molte persone sul web ci hanno scritto e abbiamo pensato… perché non soddisfare l’esigenza del pubblico? Mi raccomando scriveteci attraverso gli indirizzi ufficiali di Ogni Mattina.

Sul fronte ascolti del contenitore… non sono un tecnico, io faccio la televisione, se avessi la bacchetta magica per risolvere i problemi di tutti i programmi… Aspettiamo, aspettiamo! Diamo tempo, è un programma nuovo, è nato da 4-5 mesi. Piano, piano. Ci vuole tempo a far crescere un contenitore così importante come Ogni Mattina.

Abbandoneresti mai i tuoi impegni televisivi quotidiani per partecipare al Grande Fratello Vip o all’Isola dei Famosi?

Certo, perché sono dei programmi che mi piacciono tantissimo. Certo ora sto facendo un quotidiano, non so quanto dureranno questi impegni quotidiani. Mi piacciono molto i reality ma mi piacciono tanto anche i talent.

Gira voce che hai ricevuto proposte lavorative dall’estero, confermi ? Se si ci puoi anticipare a noi di BubinoBlog qualcosa?

A proposito di talent e di impegni esteri…sì, ho avuto una grossa proposta all’estero prima del Covid-19. Un programma per la BBC come rappresentante italiano di questo nuovo talent di cui non posso svelare assolutamente niente. Ti posso dire solamente che in gara ci sono Italia, Germania, Olanda, Svezia e altri… dovrebbero essere 10 Nazioni europee. Non ti posso dire cosa, non ti posso dire come ma è un talent molto divertente.

Tra l’altro non ho ancora capito se sarò giurato o concorrente in questo talent. Tutte le volte viene rimandato: prima del covid dovevamo girarlo a Londra poi hanno chiuso tutto, dopo la prima ondata dovevamo girarlo in Germania e successivamente hanno chiuso, poi in Francia e anche lì hanno chiuso anno chiuso, poi Spagna la stessa cosa, Primo o poi lo farò perché è uno dei programmi più divertenti che ho mai letto in vita mia, almeno su carta e poi ti ripeto non ho capito se faccio il giudice il concorrente o tutte e due?