Crea sito

“HO IL TERRORE CHE…”: LA CONFESSIONE DI UN VIP DI BALLANDO, MILLY CARLUCCI COSA FARÀ?

Milly Carlucci riuscirà a superare anche questa? Dopo contagi, appendiciti, distorsioni, intossicazioni e malori, ora un vip del suo show confessa di avere “un terrore”. Cos’è successo a pochi giorni dalla finale di Ballando con le Stelle?

Milly è più aperta di come appare, ha viaggiato tanto, ha partecipato ai primi gay pride della storia. Quando l’ho incontrata la prima volta le ho detto: «Faccio il programma solo se posso fare quello che voglio e travestirmi». Si è rivelata visionaria”, così Costantino della Gherardesca su Repubblica.

Granchio, fiore, mozzarella e gli omaggi alla musica pop. “Nel mio piccolo porto elementi di cultura pop internazionale. Ballando dà dimostrazione di grande apertura, a differenza della tv italiana, autarchica.” E il pubblico apprezza: “Sui social infermieri e malati mi scrivono «grazie». Mi ha sorpreso, non mi sono mai visto come una persona utile”.

Costantino punta alla coppa? “Scherza? Non bisogna vincere Ballando. Il vincitore deve fare sei balletti, io più di due non riesco”. Ma siamo sicuro sia così? A Sorrisi però rivelò: “Una mia vittoria nel programma avrebbe un effetto pedagogico. La tv italiana è timida, ingessata, guarda al passato. Io sono per la sperimentazione più sfrenata. A costo di fare la figura del pagliaccio.”

E sulle liti di Costantino con la giuria che hanno infuocato per settimane lo studio e i social: “Non so se Guillermo sia convinto o sia preso da raptus psichedelici, Carolyn Smith invece sembrerebbe crederci.”

Divertimento e passione nel realizzare le esibizioni di Ballando ma c’è molto altro dietro Costantino, persona molto intelligente e colta e non per nulla Milly Carlucci l’ha voluto nel suo show. Lui si confessa alla giornalista di Repubblica. “Danzare mi mette di buonumore e ho il terrore che il giorno in cui finirà Ballando cadrò in depressione. Spero che mi aiuti a trovare un dance trainer”.

Per chi tifa Costantino? Daniele Scardina e Anastasia Kuzmina. “Lui è il più simpatico e il più lontano da me, ma mi ha accolto subito”. E dopo Ballando? Pechino Express, che da Rai2 passerà a Sky, dovrà attendere con la pandemia e le restrizioni ma i progetti non gli mancano.

“Tra gli autori televisivi c’è molto cinismo, sottovalutano il pubblico. Ho tante idee, spero che si esca dalla crisi e dal sovranismo culturale. Mi auguro che l’economia ricominci a girare. Gianni Boncompagni diceva che la televisione si fa con i soldi, vorrei fare programmi dal respiro internazionale”.

Pochi soldi. Argomento spinoso, in tempi dove si risparmia sempre di più ma, a forza di ridurre i budget, si rischia di aggravare ulteriormente una situazione che non era rosea ben prima del Covid. E Costantino come vive questo periodo? “Con paura ma mi fa più paura la società chiusa: la gente spaventata ha reazioni inconsulte e diventa complottista. Ho tre amici malati e mia nipote, che era stata contagiata, me l’ha detto quando è guarita per non farmi preoccupare”.