IL COMMISSARIO RICCIARDI E MASANTONIO, DUE FICTION DA TENERE D’OCCHIO

Sono terminate le riprese di “Masantonio”, che potrebbe intitolarsi “Scomparsi” (la decisione finale non è stata presa), mentre è ancora aperto il set de “Il Commissario Ricciardi”.

Girata tra Roma e Genova, la fiction Masantonio (Canale 5) vede protagonisti Alessandro Preziosi e Claudia Pandolfi. Come riporta Tv Sorrisi e Canzoni:

Masantonio è un investigatore dal passato misterioso e dall’altrettanto misteriosa qualifica. Pur essendo un lupo solitario, cinico e scontroso, possiede uno straordinario talento: la capacità di entrare nella vita degli scomparsi fino a farla aderire alla propria.  Grazie alla tenacia che lo contraddistingue, riesce a risolvere i casi più complessi. Per questo viene messo a capo di una squadra speciale.

Accanto a Preziosi, troviamo Claudia Pandolfi: “Io sono la ragazza della porta accanto. Non in senso meforico: vivo proprio nello stesso pianerottolo. Masantonio torna a Genova e viene fuori tutto quello che non si sono detti. Un incontro esplosivo ma nessuna storia d’amore scontata tra i due.”

Lino Guanciale è invece “Il Commissario Ricciardi(Raiuno), fiction tratta dai romanzi di Maurizio De Giovanni e ambientata nella Napoli degli anni ’30.

Proprio in questi giorni, nella splendida cornice di Acquamorta, sono in corso le riprese. La realizzazione della fitcion dovrebbe concludersi verso la fine di novembre, riferisce Il Mattino, e la messa in onda è prevista nei primi mesi del 2020.

Chi è Luigi Alfredo Ricciardi?

Nato da famiglia nobiliare, dopo la morte dei genitori si è trasferito con l’anziana tata Rosa a Napoli, dove si è laureato in legge ed è entrato nella squadra mobile della Regia Polizia. Nelle sue indagini viene aiutato dal fedele brigadiere Maione che vive nei Quartieri Spagnoli, dal razionale e antifascista dottor Modo che è medico legale, e dal femminiello Bambinella che riporta le voci che circolano in città. La caratteristica segreta del Commissario Ricciardi, da lui chiamata “il Fatto”, è quella di poter percepire le ultime parole e le ultime sensazioni delle vittime di morte violenta (sia incidenti sia omicidi), il cui fantasma vede sul luogo del decesso in maniera via via più evanescente.