Crea sito

IL METEO IN TV: COME RIPORTARE LA VERA METEOROLOGIA IN RAI, MEDIASET E LA7? (A CURA DI FABIO LOI)

IL METEO IN TV: COME RIPORTARE LA VERA METEOROLOGIA IN RAI, MEDIASET E LA7? (A CURA DI FABIO LOI) meteo

IL METEO IN TV: COME RIPORTARE LA VERA METEOROLOGIA IN TV

La meteorologia, come sappiamo, è la scienza che studia i fenomeni atmosferici e ne analizza le varie forme ed evoluzioni. Nel corso degli anni la meteorologia è diventata, per tante generazioni di italiani, un appuntamento televisivo fisso e di grande importanza di divulgazione, cultura, informazione ed approfondimento su tutto ciò che ruotava attorno a questa straordinaria scienza. Questo perché i volti che raccontavano le previsioni meteorologiche erano rassicuranti, precisi, con un linguaggio semplice ed efficace ma soprattutto comprensibile a chi non masticava esattamente la materia: il riferimento di tale ragionamento è chiaramente riferito a Bernacca, Baroni e in seguito anche Guido Caroselli, tanto per citare i più amati nonché i più conosciuti.

Tuttavia, da un po’ di anni, la meteorologia televisiva è stata presa alquanto sottogamba da diverse emittenti italiane, presentando quella che dovrebbe essere una rubrica di alta divulgazione scientifica in un semplice bollettino meteo, per esempio nella direzione Fede al Tg4 c’erano le meteorine, belle ragazze senz’altro, che però non avevano nulla a che vedere con la fisica che è una delle basi per avere un’ottima preparazione nel campo in questione. Questo modo di impostare il meteo in televisione è assai sbagliato, soprattutto se poi al centro della meteorologia televisiva c’è la parola divulgazione. Alla luce di queste considerazioni, come si può rendere la meteorologia migliore e farla ritornare un appuntamento gradito ai telespettatori?

COME INVERTIRE LA ROTTA? RITORNO ALLE ORIGINI

Uno dei passaggi fondamentali affinché la gente si riavvicini in maniera significativa alle previsioni del tempo in tv è quello di effettuare una totale rivoluzione linguistica e di linea editoriale nella presentazione delle previsioni stesse. Spiegazioni dettagliate dei fenomeni, accordi con i maggiori centri di meteorologia (su tutti il centro meteorologico di Reading) per mostrare immagini inedite dell’evoluzione del tempo, spiegazioni riguardanti i diversi vocaboli della materia e così via. Un ritorno alle origini con uno sguardo al telespettatore e uno al futuro; in poche parole un ponte tra passato e futuro ma con una visione tradizionale sul mondo straordinario della meteorologia.

GLI SCENARI TELEVISIVI – I NUOVI PADRONI DEL METEO IN TV

Vediamo ora di trattare l’aspetto televisivo di questo articolo più nel dettaglio. Come detto nell’introduzione, per far si che la gente si riavvicini in maniera significativa alle previsioni del tempo in tv c’è assoluto bisogno di volti che spieghino bene la materia nel suo complesso e che abbiano il maggiore impatto possibile televisivamente parlando. Ecco quali potrebbero essere i nuovi scenari.

Per quanto concerne la televisione pubblica, dopo l’ultimo baluardo Caroselli, non ci sono stati volti in grado di sfondare, ragione per cui le previsioni del tempo delle tre reti Rai potrebbero essere affidate a un’accoppiata assolutamente inedita ma che potrebbe essere molto efficace: le due personalità di cui stiamo trattando sono quelle di Mario Giuliacci e di Luca Mercalli. Attualmente l’ex numero 1 del Centro Epson Meteo conduce il meteo di La7 solo nel weekend, spazio che francamente gli sta un po’ stretto con la presenza “imponente” di Paolo Sottocorona, di cui parleremo tra pochi istanti. Luca Mercalli invece è il volto delle previsioni del tempo per il programma Che Tempo Che Fa, nonché conduttore della trasmissione di Raitre sui fenomeni naturali Scala Mercalli.

Passando sul suolo Mediaset, anche qua c’è una mancanza di un volto importante, dopo l’addio con molte polemiche di Mario Giuliacci. Il volto che potrebbe prendere il mano il meteo di casa Mediaset potrebbe essere proprio Paolo Sottocorona, colonnello di grande esperienza che milita a La7 e che si alterna proprio con Giuliacci alla guida del meteo. In riferimento proprio alla rete di Urbano Cairo, colui che potrebbe dare sia grande spolvero alla meteorologia sia essere un volto apprezzato dai telespettatori potrebbe essere Lorenzo Tedici, uno dei volti emergenti più apprezzati in questo campo, attualmente a SkyMeteo24.

6 Risposte

  1. FABIO ha detto:

    Grazie Rosario per i complimenti. Mi fa piacere che il mio lavoro ti piaccia 😀 Grazie Bubino e Mirco per aver scritto 😉

  2. Mirco ha detto:

    Paolo sottocorona mi è simpatico un’amico di mio padre da il meteorologo

  3. bubinoblog ha detto:

    Le meteorine…. punto proprio basso del meteo in tv.

    Paolo Sottocorona lo seguo a volte, molto preciso e cerca di spiegare in modo semplice ma professionale il meteo.

  4. Rosario ha detto:

    Articolo molto interessante su un argomento quasi sempre non preso in considerazione
    Complimenti

  5. FABIO ha detto:

    Grazie Liuks di essere intervenuto ancora una volta nei miei lavori 😉 Nuovo blogger? Non esageriamo 😉

  6. Liuks ha detto:

    Subito Fabio Loi nuovo blogger..ahahaa