Crea sito

IL PUNTO DEI LETTORI: REALITY E TALENT IN TV, COSA MANTENERE E COSA BUTTARE. E SUI NUOVI VOLTI…

I reality in Italia sono sempre stati protagonisti di critiche da parte del grande pubblico. Se in una Nazione come la Spagna, sono un vero e proprio zoccolo duro (vedi il Temptation Island spagnolo che giovedì scorso ha debuttato con il 25%), qui in Italia è iniziato un lento declino.

Un reality, attualmente in onda è il Grande Fratello Vip, che per molteplici cause, non sta andando affatto bene. Il dato che il martedì mattina leggiamo è il frutto di una chiusura prolungata oltre la mezzanotte e mezza, momento in cui si realizzano le punte massime di share del programma (30-35%). Probabilmente il genere reality è stato logorato. Ma come riparare tutto questo? La soluzione c’è, ed è più semplice di quello che si pensi.

Prendiamo in considerazione 3 programmi del genere factual, che hanno fatto numeri importati: Il Collegio, Pechino Express e La Pupa e il Secchione. L’idea di base sarebbe proprio quella di trasformare il genere reality, in dei veri e propri factual, eliminando quindi la diretta televisiva (ammortizzando notevolmente i costi) riducendo drasticamente le puntate (sempre meno costi e quindi meno cast, ma di buona qualità) e coinvolgendo tutte le forze proprio su questo genere (più impegno nel curare le puntate).

Questa “nuova” impostazione (già esistente con Temptation Island) potrebbe essere un vero e proprio punto di svolta per i reality, considerando il lento ma progressivo declino di quest’ultimi. Si risolve anche il problema conduttore, che spesso viene ritenuto il responsabile del flop, impostandolo solo come voce narrante.

E i talent? In questa prima parte della stagione televisiva, abbiamo visto che hanno totalizzato numeri considerevoli. Il vero segreto sta nel fatto di essere trasversali, intercettando pubblico di tutte le età, ma anche nel fatto di avere una certa frequenza, ossia si tende a preservare al massimo il format. Alcuni appuntamenti come Ballando con Le Stelle, Tu Si Que Vales, Tale e Quale Show e altri ancora… sono diventati dei veri e propri cult della televisione italiana e degli appuntamenti fissi, per milioni di italiani, riscuotendo un grande successo. Insomma, un genere che viene sempre premiato.

Per quanto riguarda in nuovi volti, la tv italiana ne risente particolarmente, sia per quanto riguarda l’azienda Rai che Mediaset. Una soluzione a tutto questo potrebbe partire dai reality e dai talent sia vip che Nip, concedendo una possibilità al vincitore del programma.

Oppure si potrebbe iniziare ad affiancare, ai conduttori attuali, dei volti pressoché noti al pubblico del web (i nuovi vip saranno le star del web), facendogli fare delle minime mansioni all’interno del programma, ad esempio curando una rubrica personale. Questa cosa già si pratica ad esempio a Forum, con i valletti e la postazione social, stessa cosa si potrebbe dire dell’Eredità con le prof., oppure anche ad Avanti un Altro con il salottino… e così via. Se anche in minima parte, lo facessero tutte le trasmissioni attualmente in onda, sarebbe già un buon passo in avanti

Con il 2021 cambierà qualcosa? Intanto mi sento di dire che ci sono dei volti proprio insuperabili, e che sarà difficile trovare degli eredi alla loro altezza, per capirci anche i così chiamati conduttori della vecchia scuola o della vecchia guardia.