Crea sito

IL RITORNO DI PORTOBELLO E I CASTING DEL #GF15: QUALCHE RIFLESSIONE IN MERITO

Risultati immagini per danilo gf15

Da giorni si parla del ritorno di Portobello, lo storico programma-contenitore ideato e condotto da Enzo Tortora dal 1977 al 1987, che tornerà in autunno con la conduzione di Antonella Clerici, e del ritorno del Grande Fratello, guidato dal piglio deciso di Barbara d’Urso su Canale 5.

Il principale problema di Portobello, nella tv del 2018, è che per molti sembrerà un minestrone che copia Chi l’ha visto, C’è Posta per te, Carramba e tanti altri format tv che da 25 anni ad oggi sono nati prendendo ispirazione proprio dal Portobello di Tortora, nato oltre 40 anni fa come pioniere ma oggi anacronistico.

Leggendo i libri di storia della televisione, Portobello già entrò in crisi quando venne ripreso nel 1987, dopo uno stop forzato di qualche anno per quella vergognosa vicenda giudiziaria che vide coinvolto Tortora, poi assolto. Il conduttore, uno dei grandi della tv italiana, morì appena un anno dopo di tumore.

Per quanto riguarda il Grande Fratello e le polemiche sui post omofobi e razzisti di Danilo nei social: come li hanno trovati in poche ore tanti normali telespettatori, li conoscevano bene in Endemol. Possiamo dire che sono personaggi presi apposta? Un po’ come il fidanzato di Nina Moric che è di estrema destra, particolare noto a tutti, con annessi e connessi del caso.

Forse potrebbero evitare di fare casting eterni e comporre il cast internamente, a chiamata. Di gente della porta accanto come ai primi GF di Daria e della stessa Barbara ne vedo pochissimi, o forse non si trovano più oggi. Vedasi il pubblico della Corrida che è iper protagonista mentre ai tempi di Corrado e Gerry era ben più trattenuto e timido.