Crea sito

IL VALZER DEGLI INTERESSATI ALLA LCN NUMERO 45 E 55, DOVE PRESTO NON CI SARANNO PIÙ I CANALI POP E CINE SONY

Se Sony è pronta a lasciare l’etere italiano, altrettante aziende televisive italiane e internazionali sono pronte a (ri)lanciare l’offerta per accaparrarsi le numerazioni 45 e 55 del telecomando, che verrebbero lasciate vuote dalla chiusura dei canali Pop e CineSony. L’esperienza dell’editore giapponese, che dovrebbe terminare entro l’anno, sembra non sia stata molto felice, complice un estremo ritardo rispetto alla concorrenza nel lanciarsi in questo mercato ricco, ricchissimo, forse troppo,

L’abbondanza dell’offerta gratuita, unita al boom dei servizi on demand come Netflix, hanno indebolito l’appetibilità dei canali proposti, fatti per lo più di film e serie per bambini. In aggiunta, Sony non ha mai messo in campo grosse risorse e non ha avuto mai fortuna col pubblico italiano, nemmeno su Sky dove in precedenza ha chiuso AXN. L’editore giapponese non si fa mai troppi scrupoli in fatto di tagli e di recente deve anche affrontare il trasloco forzato dalla sede principale di Londra a un’altra nei Paesi Bassi, causa Brexit, pur mantenendo l’operatività britannica.

Le posizioni 45 e 55 vedrebbero in lizza numerosi “attori” pronti a sfidarsi per accaparrarsi un buon posto nella lista canali. Come numerose sono anche le fonti e le voci che riguarderebbero le trattative in corso. Vediamo quali.

Alla posizione numero 45, area bambini, dove attualmente è presente POP.

  • Viacom sarebbe interessata a proporre una versione in chiaro del canale per bambini Nickelodeon, già presente da tempo su Sky. Per intenderci, il canale di Spongebob e altri cartoni animati storici, come i Rugrats.
  • DeAgostini vorrebbe tentare il raddoppio, dato che sul 47 ha già un canale tematico kids “Super!”, per di più in partnership con la stessa Viacom. Su Sky l’editore ha anche DeA Kids e DeA Junior, prodotti indipendentemente.
  • Fox International Channels Italy, sotto la nuova ala Disneyiana dopo la recente super-acquisizione, è moderatamente interessata (ma punta maggiormente alla LCN 55) per un nuovo canale dedicato al target 4-14 anni.
  • Mediaset, che come Fox preferirebbe la LCN 55, non disdegnerebbe nemmeno questa posizione, ma si tratterebbe di un ripiego. Inoltre, in quest’area tematica Mediaset ha già una partnership con Turner e due canali: Boing e Cartoonito.

Alla posizione numero 55, in un’area mista, dove attualmente è presente CINE SONY.

  • Mediaset è fortemente interessata per la ricollocazione del suo canale Italia 2, ora sbattuto alla posizione 120, e che Cologno Monzese non ha alcuna intenzione di abbandonare per non dichiarare fallito il progetto.
  • Fox International Channels Italy avrebbe in serbo due potenziali canali dalle tematiche totalmente opposte. La bilancia pende tra una versione in chiaro del canale documentaristico per eccellenza National Geographic, già presente su Sky, che si troverebbe come attore concorrente solo Focus e il più piccolo Marcopolo. Oppure, la rinascita del canale FX, chiuso nel 2011 e contraddistinto da una linea editoriale altamente focalizzata sul target maschile, con un occhio di riguardo anche per il vintage.

Discovery, che dapprima era interessata alla trattativa, si sarebbe invece chiamata fuori, soddisfatta dell’attuale asset. Sky, sotto la nuova gestione Universal, non ha mai preso in considerazione l’idea di allargarsi nel panorama free. La Rai, che dovrebbe presto lanciare un nuovo canale interamente in lingua inglese, non sembra essersi fatta avanti, al momento.